Pagina dell’Ulisse di Joyce

La rivista britannica “Book and Magazine Collector” ha stilato la classifica delle opere letterarie novecentesche più significative e richieste dal mercato antiquario internazionale. Per la rivista una copia dell’edizione originale del 1922 di “Ulisse”, di James Joyce, vale oggi almeno 100 mila sterline.

Secondo classificato si piazza “Il mastino di Baskerville” di Arthur Conan Doyle, il giallo poliziesco del 1902 che mette in scena il detective privato Sherlock Holmes, la cui prima edizione è valutata 80 mila sterline. A seguire “I sette pilastri della saggezza” (1926), il racconto autobiografico di Thomas Edward Lawrence delle sue esperienze durante la prima guerra mondiale, venduto sul mercato antiquario per 60 mila sterline.

Quarto posto per “Il grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald, la cui prima edizione del 1925 vale più di 50 mila sterline. Beatrix Potter conquista la quinta posizione con “I racconti di Peter Rabbitt” del 1901, stimato poco meno di 50 mila sterline.

 

 

Altre risorse interessanti