Yelena Baturina, una delle donne più ricche di Russia, ha comprato a Dublino per 25 milioni di euro il Morrison Hotel. La struttura era in vendita da settembre ed è stato comprato, dalla Signora, tramite una controllata con sede a Londra.

Baturina vanta un patrimonio stimato in $1,2 miliardi di dollari (€ 947.000.000), con aziende attive nel settore edile, manifatturiero e nell’agricoltura ed è sposata con Yuriy Luzhkov, l’ex sindaco di Mosca licenziato dal presidente russo Dmitry Medvedev nel 2010 tra accuse di corruzione e cattiva gestione.

Il suo impero è la Inteco, fondata nel 1991, l’anno dopo il marito è diventato sindaco e proprio questa azienda ha vinto numerosi appalti comunali a Mosca, scatenando richieste di corruzione e favoritismi. La coppia ha così preferito spostarsi a Londra, per proteggere le due figlie dalle continue “intimidazioni”. L’Hotel Morrison faceva parte del gruppo Hugh O’Regan e Empire Hotel. Vuoi pernottare al Morrison Hotel? Scopri le offerte

 

Descrizione

Completamente ristrutturato nel mese di febbraio del 2013, il Morrison Hotel vanta interni in stile boutique, un arredamento a tema musicale e un nuovo bar-ristorante. Consente un accesso agevole al centro di Dublino, e si erge a 5 minuti di cammino da O’Connell Street e dai bar e dai ristoranti del quartiere Temple Bar. Le sistemazioni dell’elegante hotel Morrison includono la connessione Wi-Fi e via cavo gratuita, una Smart TV a schermo piatto da 40 pollici, un minibar, un set per la preparazione di tè e caffè, e un bagno interno con asciugacapelli.

L’hotel mette a vostra disposizione gratuitamente un centro fitness, e sfoggia soffitti alti, opere d’arte originali e tappeti irlandesi lavorati artigianalmente. L’albergo è posizionato alle spalle di una stazione della metropolitana leggera Luas, e dista meno di 10 minuti di macchina dalla Guinness Storehouse. Questa zona della capitale è una delle preferite dai nostri ospiti, in base alle recensioni indipendenti. Parcheggio pubblico disponibile in zona e non prenotabile (a pagamento).

 

Altre risorse interessanti

Un nostro utente ci ha chiesto aiuto per rivendere un viaggio in Irlanda, organizzato per partecipare alla festa di San Patrizio dal 14 al 20 marzo con partenza da Milano. Il pacchetto è per due persone e a nostro avviso il prezzo non è eccessivo.

Volo: AER LINGUS (Milano-Dublino)
Andata: 11.40 del 14 marzo da Milano Linate-Dublino
Ritorno: 7.30 del 20 marzo Dublino-Milano Linate
Albergo: The Ripley Court (***) in Talbot Street (di fronte alla Connolly Station); check-in il 14 marzo, e check-out il 19 marzo! Per un totale di 5 notti in una stanza doppia!

L’ultima notte passata in aeroporto dal momento che il ceck-in per il volo di ritorno avverrà intorno alle 4.30 di notte era inutile prenotare per un altra notte e sperperare anche la colazione senza poterne usufruirne!
Abbiamo pagato 380 euro a testa tra volo e albergo! Direi che è molto conveniente dati i prezzi che ci sono ora…….Mi dispiacerebbe perdere i soldi così, purtroppo a causa di motivi di lavoro non si può più partire e quindi speravo di cederlo!!!!!!!

Se interessati vi preghiamo di lasciare un contatto commentando questo post. Utilizzate il modulo dei commenti del sito, oppure il modulo commenti di ‘Facebook’ presenti entrambi qui di seguito, in questo modo sarete contattati direttamente dall’utente interessato. La pagina sarà monitorata costantemente.

IrlandaOnline.com declina ogni responsabilità su questa offerta.

 

Altre risorse interessanti

Il leader degli U2 giudicato un pessimo investitore, questa volta metterà a tacere tutte le male lingue che complottano contro di lui. Facebook si prepara allo sbarco in Borsa e il cantante irlandese è già pronto ad incassare circa 1 miliardo di dollari secondo le prime stime.

Paul David Hewson, in arte Bono, sarà uno dei beneficiari della quotazione di Fb in borsa, insieme ai dipendenti, al fondatore di LinkedIn Reid Hoffman e all’amministratore delegato di Zynga Marc Pincus, che regolarmente attira 200 milioni di persone con i propri giochi online su Facebook, quali FarmVille e CityVille.

Il cantante ha investito su Facebook attraverso la sua società Elevation Partner nel 2010, aggiudicandosi l’1,5% dell’azienda per 120 milioni di dollari. Ora secondo l’Ipo, quell’investimento frutterà 1 miliardo di dollari, ovvero quanto il cantate ha guadagnato nell’intera carriera negli U2, proprio perché Facebook sarà piazzato tra i 75 e i 100 miliardi di dollari.

Bono, bollato come ‘cattivo’ investitore con perdite per 140 milioni di dollari, potrà presto riscattarsi.