San Laurence O’Toole

E’ stata rubata la reliquia che conteneva il cuore del patrono della città, St Laurence O’Toole. Il reperto era gelosamente conservato nella cattedrale di Christ Church Cathedral, in una teca di legno a forma di cuore e protetta da una inferriata.

I ladri hanno tralasciato i preziosi candelabri e calici d’oro che si trovano nella stessa cappella e prelevato soltanto il cuore.

O’Toole, morto nel 1180, è stato arcivescovo della capitale irlandese. Come se non bastasse, questo è il terzo furto che si registra in Irlanda di oggetti sacri. A gennaio è stata rubata una reliquia di Santa Brigida, mentre in ottobre è stato sottratto un pezzetto della Croce dall’abbazia di Holycross a Tipperary, poi restituito.

 

St Laurence O’Toole

Di nobile famiglia irlandese, St Laurence O’Toole si formò presso l’abbazia di Glendalough e nel 1154 ne divenne abate. Nel 1162 fu eletto arcivescovo di Dublino: svolse un’intensa azione riformatrice imponendo la vita comune del clero e dando una nuova regola ai canonici del capitolo cattedrale. Fece da mediatore tra gli irlandesi e gli invasori anglo-normanni e accettò la bolla Laudabiliter con la quale papa Adriano II concedeva a Enrico II la sovranità sull’Irlanda.

Nel 1173, assieme ad altri vescovi irlandesi, St Laurence O’Toole intervenne al III sinodo Lateranense. Si recò come ambasciatore in Inghilterra per incontrare Enrico II ma questi, nel 1180, lo esiliò in Normandia. Morì a fu sepolto presso il monastero dei canonici vittorini.

Laurence O’Toole è stato proclamato santo da papa Onorio III l’11 dicembre 1225.

 

Altre risorse interessanti