Il referendum sul Fiscal Compact è già stato sottoposto al voto in alcune isole dell’Irlanda, mentre a Dublino e nel resto della Repubblica il voto è previsto per oggi 31 maggio. Ieri hanno votato, gli elettori di cinque isole sperdute al largo delle coste nord-occidentali.

Le urne hanno aperto questa mattina alle ore 7 e chiuderanno alle ore 22. Per il momento, si è registrata un’affluenza bassa. Gli elettori chiamati alle urne sono 3,1 milioni.

L’Irlanda a differenza degli altri Paesi europei è stato l’unico a chiedere un referendum popolare sulla decisione di aderire o meno ad un nuovo patto di bilancio tra i Paesi Ue. Secondo gli ultimi sondaggi i sì sono in vantaggio e vengono dati tra il 57%-60%, ma gli indecisi sono molti e preoccupano.

 

Il Presidente dell’Irlanda Michael D Higgins al seggio

Enda Kenny, ha lanciato più appelli che poteva affinché la popolazione si orienti verso il sì, addirittura in caso di bocciatura, il Premier ha paventato alla cittadinanza anche un abbassamento del rating sul proprio debito pubblico. Fortemente critico a questo nuovo patto di stabilità invece, il partito repubblicano Sinn Fein guidato da Gerry Adams.

Kenny ha voluto anche ricordare che un ‘no’, potrebbe mettere in fuga le compagnie estere che hanno deciso di investire in Irlanda e che cercano una politica di equilibrio per operare al meglio in Europa. Altri trattati, come per esempio quello di Lisbona, fu bocciato in prima battuta dagli irlandesi e approvato successivamente.

 

Altre risorse interessanti

La crisi si fa sentire e così in Irlanda, ben 45 esercizi commerciali della cittadina di Clones, hanno deciso di accettare la vecchia moneta irlandese, una svolta per chi possiede ancora quella che oramai è definita ‘carta straccia’ dall’Europa.

L’idea è venuta ad un giovane commerciante di 21 anni, Ciaran Morgan, dopo aver letto che la stessa iniziativa era stata adottata in un piccolo paesino spagnolo, dove veniva accettata la peseta.

Gli euro ben visibili nel negozio di Morgan, sono falsi e stampati  su rotoli di carta igienica. Nel suo negozio e in tutta Clones invece, si può acquistare una pinta di Guinness con il Punt, con la stessa ci si può fare la spesa, insomma, un modo originale per contrastare la crisi che affligge le famiglie irlandesi. Macellai, proprietari di bar, barbieri, commercianti e semplici cittadini che vivono nella Contea di Monaghan sembrano decisi a resuscitare la vecchia moneta irlandese, magari infilata dentro un vecchio materasso o nascosta dentro qualche scatola di scarpe.

 

 

I commercianti di Clones

 

Come funzionano i Punts?

A Clones il cambio è fisso: 1 sterlina equivale a 1,20 euro. Le vecchie sterline irlandesi vengono rivendute alla banca centrale a 1,27 euro e il surplus di 7 centesimi, viene destinato ad un fondo per la cittadinanza da utilizzare durante la festa di Natale o per il St Patrick’s Day.

Con i Punts, si potrà acquistare la merce in 45 aziende che hanno sottoscritto il programma. Alcune persone sono arrivate anche dalla Contea di Kerry e dalla Contea di Antrim a spendere soldi in città. Secondo Morgan, il 90% delle persone che dal lancio dell’iniziativa arrivano nel suo negozio sono facce nuove. Ma come lui stesso ha dichiarato non resterà per molto tempo in Irlanda, la sua prospettiva è quella di cercarsi un lavoro a New York.

La stessa banca centrale a Dublino ha fatto sapere che i “vecchi soldi” ancora in circolazione ammonterebbero a circa 285 milioni di sterline.

Per saperne di più visita il sito Embracethepunt.com

 

Altre risorse interessanti

Il Taoiseach Enda Kenny, ha annunciato 40 nuovi posti di lavoro in Irlanda grazie alla società Buyers Club. Una società che aiuta i piccoli produttori irlandesi a vendere i propri prodotti online a prezzi competitivi.

Il ciclo per le assunzioni, andrà dai 12 ai 18 mesi e saranno gestite dalla PDQ Distribution Ltd, con sede a Blanchardstown, Dublin 15.

La Buyers Club è una società irlandese al 100% ed è appunto di proprietà di PDQ Distribution Ltd.

 

Buyers Club e Msd

In Irlanda l’azienda sta investendo anche nell’assistenza sanitaria con un investimento pari a 7milioni di euro destinato allo stabilimento MSD di Carlow. I posti di lavoro che verranno creati saranno 20 e riguarderanno soprattutto lavoro ingegneristico, automazione e gestione dei progetti.
L’impianto di Carlow produce vaccini e prodotti biologici per una serie di settori, tra cui reumatologia e oncologia. MSD impiega in Irlanda, 2.300 persone, attraverso otto siti presenti a Cork, Dublino, Wicklow, Tipperary e Carlow.

 

Altre risorse interessanti

La cantante svedese Loreen con il brano “Euphoria” ha vinto l’Eurovision Song Contest 2012 davanti alla Russia, nona l’Italia con Nina Zilli e il suo “L’amore è femmina”. Ma i Jedward agli Eurovision 2012 fanno scintille.

Tra tutti coloro che hanno preso parte al concorso, quello che vogliamo mostrarvi sono esclusivamente i concorrenti irlandesi, i Jedward e la loro spettacolare performance che si conclude con una doccia.

A voi i commenti. Ecco i Jedward durante la loro esibizione agli Eurovision 2012.

Chi sono i JedWard?

I Jedward sono un duo pop-rap composto dai gemelli irlandesi John Paul Henry Daniel Richard e Edward Peter Anthony Kevin Patrick Grimes (Dublino, 16 ottobre 1991). I due si sono conosciuti per aver partecipato alla sesta edizione dell’X Factor britannico sotto il nome di John & Edward, classificandosi al sesto posto. L’11 febbraio 2011, hanno vinto la selezione nazionale irlandese (Eurosong 2011) e hanno rappresentato l’Irlanda all’Eurovision Song Contest 2011 a Düsseldorf, in Germania, con la canzone Lipstick, posizionandosi all’ottavo posto in finale. Un anno dopo, hanno bissato il successo del 2011, con la canzone dal titolo Waterline, con cui hanno rappresentato il loro paese nell’edizione 2012 del concorso, chiudendo la finale al 19º posto.

Jedward – Waterline, Eurovision Song Contest

Mettetevi comodi per assistere all’esibizione degli Jedward durante gli Eurovision 2012.

Loreen – Euphoria – Live – 2012 Eurovision Song Contest (la vincitrice)

 

Nina Zilli – L’Amore È Femmina

La rappresentante per l’Italia è stata Nina Zilli.

 

Altre risorse interessanti

Un’Irlanda divisa ad un passo dal Referendum sul Fiscal Compact con i sì e i no che si scontrano per strada colpo dopo colpo e voto dopo voto.

L’Irlanda è l’unico di 25 Paesi firmatari a chiedere alla popolazione attraverso un referendum la possibilità di approvare o meno il nuovo trattato europeo. Sarà un nuovo patto di stabilità per l’Europa ma per il governo, rifiutare questa richiesta, significa anche rinunciare ai prestiti provenienti dal Meccanismo europeo di stabilità finanziaria.

Naturalmente sono dei giochi di potere che servono soltanto a fare pressione sull’opinione pubblica, dato che l’Europa difficilmente potrà fare un passo indietro, visto il piano di aiuti che ha già inviato in maniera “consistente” a sostegno dell’Irlanda.

Referendum sul Fiscal Compact

Qualche settimana fa, addirittura si parlava ancora di un secondo possibile salvataggio delle banche irlandesi, previsto proprio dalla Deutsche Bank che riguarderebbe quegli Istituti che già nel 2010 sono stati ‘miracolati’ dall’Europa a spese di tutti i cittadini europei. Ma a questa nuova possibile ‘iniezione di liquidità’, aveva risposto prontamente un portavoce del governo irlandese, che subito ha smentito, garantendo il rientro dell’esecutivo sul mercato dal 2013.

In una foto qui in basso, un poster per dire no al Referendum sul Fiscal Compact allestito lungo Grafton Street, la via dello shopping di Dublino e la più affollata della capitale.

 

Altre risorse interessanti

Vasco Rossi interpreta One degli U2, con il suo stile inconfondibile e tra un tiro di sigaretta elettronica e piccole sovrapposizioni a Bono.

Vasco Rossi ribadisce più volte durante il video che c’è bisogno di amore, una casa, una macchina e lo scrive anche nella didascalia del video reso pubblico su Youtube.

Ma la sua interpretazione divide.

 

Vasco Rossi interpreta One

Dopo la pubblicazione di questo video, avvenuto durante un periodo di malattia per il cantante di Zocca, alcuni sostenitori si sono divisi commentando in maniera contrastante l’iniziativa di Vasco Rossi. Fra loro c’è chi lo applaude e chi invece lo attacca. Addirittura in Emilia c’è stato un vero e proprio terremoto. Ci sono delle persone che lo insultano pesantemente. In fondo, povero Kombattente. Anche lui ha vissuto un periodo nero, buio. Tutti abbiamo creduto al suo ritiro delle scene. E invece, citando le sue parole “Io sono ancora qua”.

 

Il testo di One

Is it getting better
Or do you feel the same?
Will it make it easier on you now?
You got someone to blame
You say one love, one life (One life)
It’s one need in the night
One love (one love), get to share it
Leaves you darling, if you don’t care for it
Did I disappoint you?
Or leave a bad taste in your mouth?
You act like you never had love
And you want me to go without
Well it’s too late, tonight
To drag the past out into the light
We’re one, but we’re not the same
We get to carry each other
Carry each other

One, one
Have you come here for forgiveness?
Have you come to raise the dead?
Have you come here to play Jesus?

To the lepers in your head
Well, did I ask too much, more than a lot?
You gave me nothing, now it’s all I got
We’re one, but we’re not the same
See we hurt each other, then we do it again
You say love is a temple, love is a higher law
Love is a temple, love is a higher law
You ask me of me to enter, but then you make me crawl
And I can’t keep holding on to what you got, ‘cause all you got is hurt
One love
One blood
One life
You got to do what you should
One life
With each other
Sisters and my brothers
One life
But we’re not the same
We get to carry each other, carry each other

One
One love, one life

 

Altre risorse interessanti

Per festeggiare i 250 anni del marchio Guinness, l’azienda di Dublino ha voluto realizzare un bar sottomarino, il Guinness Deep Sea Bar.

Un marchio celebre in tutto il mondo, che nasce 250 anni fa, quando il birraio Arthur Guinness firmò un contratto di locazione per St James Gate Brewery a Dublino per 9mila anni.

Nei programmi della Guinness, ci sarebbe anche una limousine da trasformare in un bar, ma per il momento hanno lanciato questo nuovo bar esclusivo, il Deep Sea Bar che si trova nelle acque fredde del Baltico a Stoccolma (Svezia).

Il Design è stato affidato alla Jump Studios di Londra, che ha ridisegnato il sottomarino collocando lo slogan Guinness “Alive inside”. Un lavoro realizzato grazie anche alla collaborazione di Nicholas Alexander che attraverso l’utilizzo del materiale GRP (vetroresina), ha modellato gli interni del sottomarino.

Le foto del Guinness Deep Sea Bar

 

Altre risorse interessanti

Era un cattivo investitore. Era stato definito così il frontman degli U2, qualche anno fa, per aver messo a segno dei colpi decisamente sbagliati. Ma eccolo tornare alle cronache come il musicista più ricco del mondo. Insomma, Bono aveva investito su Facebook e ora che il colosso americano è sbarcato in borsa, le sue azioni si sono moltiplicate.

Insieme al Ceo di Fb Mark Zuckerberg, patron di Facebook, la star di Dublino è stato uno dei primi a credere alle potenzialità del social network e quindi grazie alla grande liquidità economica derivatagli dal successo come artista, è riuscito attraverso Elevation Partners ad acquistare nel 2009, il 2,3% di Facebook, azioni pagate 90 milioni di dollari.

Ma lo sbarco del colosso americano in borsa è stato valutato ben 100 miliardi di dollari, quindi, secondo quanto riportato dal sito Nme, la rockstar percepirà un guadagno di 1 miliardo e mezzo di dollari superando un’altra leggenda della musica, Paul McCartney, fermo a 665 milioni di sterline.

Mark Zuckerberg suona la campanella del Nasdaq

Il frontman peggiore investitore negli USA?

Il fondo Elevation Partners, dove Vox è uno dei maggiori azionisti, ha effettuato investimenti disastrosi. La notizia è stata diffusa da un blog del Wall Street Journal. I ‘movimenti’ sbagliati sono stati due, uno nel 2007 quando fu acquisito il 25% di Palm, storica azienda di cellulari statunitense e l’altro investimento in Forbes (300 milioni di dollari).

Nel primo caso la società ha puntato tutto su un nuovo telefono multimediale sfidando Apple e BlackBerry, con un operazione disastrosa e un fallimento totale, con il titolo di Palm che ha chiuso a 3,7 dollari, rispetto ai 18,5 dollari della scorsa estate.
Mentre Forbes nelle sue attività online ha puntato sull’acquisto di una quota di 100 milioni di dollari nel capitale di Move.com, le cui azioni nell’ultimo anno sono crollate del 50 per cento.

Casa di Ù: nasce a Napoli un nuovo concetto di divertimento in famiglia! Nel cuore del quartiere Vomero un unico locale dove grandi e bambini si divertono e scoprono insieme le Nazioni del mondo intero: l’Irlanda sarà il primo Paese protagonista!

Il suo nome è Casa di Ù: la lettera U evoca un suono semplice e immediato. Milioni di bambini iniziano a parlare emettendo una vocale…una U grande ed emozionante, proprio come la voglia di sorprendersi e di lasciarsi catturare dai sorrisi e dal mondo multicolore e sfavillante. Una lettera semplice e nitida, che nel mondo intero evoca anche un contatto diretto, personale: la U viene utilizzata per indicare la parola YOU, tu.
Da MERCOLEDI 23 MAGGIO 2012 avranno inizio le attività di Casa di Ù: a Napoli, nel cuore del quartiere Vomero, nasce un luogo ‘family-oriented’ dove adulti e bambini dai 3 ai 12 anni scoprono le Nazioni del mondo intero attraverso i giochi, la musica, i sapori, l’arte, i libri, le favole e tante attività nel segno dell’edutainment d’autore.

Casa di Ù apre le sue porte ogni giorno alle famiglie con bambini dai 3 ai 12 anni: dopo la colazione con le scuole, dopo pranzo con l’area giochi, la sera con lo show. Casa di Ù è il luogo dove in ogni momento puoi divertirti e rilassarti, imparando sempre cose nuove.

Casa di Ù | IRLANDA _ lo show

venerdì 25 maggio 2012 [ore 20.00] | sabato 26 maggio 2012 [ore 20.00] | domenica 27 maggio 2012 [ore 19.00]
 
Un evento unico dove sarà possibile scoprire l’Irlanda attraverso esibizioni, sapori e giochi. Una serata studiata per offrirti uno spettacolo sensazionale mentre i tuoi bambini, con personale esperto, si divertono e imparano tante cose nuove in una atmosfera divertente e rilassante, ricca di situazioni coinvolgenti.
 

Il programma dello SHOW:

“Benvenuti a Casa di U”
L’accoglienza di re U | “Mi presento…Sono U!”
La Storia | “Sono stato in Irlanda e vi racconto che…”
Scoperta e Divertimento: Lo Spettacolo
“I piatti del Leprecano” | Degustazione Adulti e Cena Bambini
“Piantiamo un semino” | Laboratorio di giardinaggio per bambini
“Sinfonia d’Irlanda” | La musica tradizionale per adulti
“Buonanotte Viaggiatori” | La favola della buonanotte e il finale
 

LO SHOW || MENU’ ADULTI

smoked salmon
fragole ripiene al salmone
abbinamento: whiskey jameson diluito
cheese pudding
sformatini al formaggio
abbinamento: birra rossa artigianale copper coast red ale
irish stew
stufato alla guinness con purè di patate
abbinamento: birra scura guinness
guinness chocolate mousse
mini-mousse di cioccolato alla guinness con frutti di bosco
whiskey e… cioccolato!
degustazione whiskey bushmills e cioccolato

LO SHOW || MENU’ BAMBINI

bloody mary
la pappa col pomodoro!
cheese pudding
sformatini al formaggio
irish stew
spezzatino magro di manzo con purè di patate
chocolate mousse!
mini-mousse al cioccolato
abbinamento: succhi di frutta biologici

COME ACQUISTARE

È possibile acquistare i biglietti in promozione:
– direttamente on-line
– presso i Punti Vendita abilitati
 

PREZZI

all inclusive (vedi Programma evento sul sito www.casadiu.com)
– Adulto: 34 euro prezzo intero (29 euro con il codice sconto)
– Bambino: 14 euro prezzo intero(9 euro con il codice sconto)
 

PROMOZIONE

Acquista i biglietti per la tua famiglia con il codice sconto di 5 euro a biglietto!
Richiedi subito il codice sconto per la tua famiglia:
a) inviando una e-mail a info@casadiu.com
b) telefonando o inviando un sms al numero 331.2667772

Colazione da Darcy. Quando Darcy McCall perde l’adorata zia Molly, l’ultima cosa che si aspetta è ricevere in eredità un’isoletta in mezzo al mare! Sperduta al largo delle coste occidentali dell’Irlanda, l’isola di Tara è rimasta disabitata per anni ma, secondo le ultime volontà della zia, Darcy dovrà restarci a vivere per almeno dodici mesi se vuole ereditare la proprietà.

Un bel colpo, non c’è che dire, per la povera ragazza, che improvvisamente dovrà dire addio alla frenetica vita metropolitana e abbandonare per sempre le sue belle décolleté con il tacco, in cambio di un paio di comodissime galosce antipioggia!

Una volta sull’isola, Darcy non dovrà affrontare soltanto i mille problemi pratici di una landa di terra in mezzo al mare, ma si troverà alle prese anche con una difficile scelta: chi, tra l’affascinante Conor e il testardo Dermot – due abitanti dei quali l’isola si è popolata dopo il suo arrivo – saprà farla sentire davvero a casa?

 

Acquista il libro Colazione da Darcy di Ali McNamara

Quando Darcy McCall perde l’adorata zia Molly, l’ultima cosa che si aspetta è di ricevere in eredità un’isoletta in mezzo al mare. Secondo le ultime volontà della donna, però, per entrarne in possesso, Darcy dovrà trascorrere almeno dodici mesi sull’isola di Tara, al largo delle coste occidentali dell’Irlanda. Una bella sfida, non c’è che dire, per una come lei, abituata alla frenetica vita londinese.

E così, senza quasi rendersene conto, da un giorno all’altro si ritrova a dover dire addio alle amate scarpe con il tacco per indossare un paio di orribili stivali. Adattarsi alla spartana vita dell’isola sarà un’impresa tutt’altro che facile, ma nel ristorantino appena aperto, tra una tazza di tè e i biscotti fatti in casa, Darcy scoprirà che l’isola ha molto da offrire… Nuovi amici e forse un nuovo amore l’attendono dietro l’angolo: chi, tra l’affascinante Conor e il testardo Dermot, saprà far battere il suo cuore?

Acquista ora!

Formato: Rilegato
Editore: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 2012
Collana: Anagramma
Lingua: Italiano
Pagine: 375
Traduttore: M. Francescon
Codice EAN: 9788854137622
Generi: Romanzi e Letterature, Romanzi stranieri contemporanei

 

Ali McNamara

Ali McNamara, autrice di Colazione da Darcy, ha iniziato a scrivere postando pensieri sul sito di Ronan Keating, attirando migliaia di contatti giornalieri. Il ricavato di queste storie è stato donato alla lotta contro il cancro. Scoperta la passione per la scrittura, ha cominciato a pubblicare romanzi, diventati bestseller. Prima di L’estate delle coincidenze, con la Newton Compton ha già pubblicato grandi successi, tra cui: Innamorarsi a Notting Hill, Colazione da Darcy e Colazione in riva al mare.