Congresso Internazionale Eucaristico (Dublino)

Non usa mezzi termini, Ratzinger e “rimprovera” i preti pedofili, che in Irlanda hanno seriamente compromesso la credibilità della Chiesa. L’Isola verde, da sempre la Nazione più cattolica al mondo, in questi ultimi anni, si è trovata coinvolta in uno scandalo di abusi sessuali su minori, praticati da alcuni preti pedofili e non denunciati da chi invece spettava il compito di farlo.

Non è di certo bastata la chiusura dell’ambasciata irlandese, all’interno della Santa Sede a Roma, scelta fortemente voluta dal governo di Dublino per placare le polemiche contro il Primate d’Irlanda e il Vaticano. Ci vorranno anni, per ricucire ferite così grandi.

Intanto per la chiusura del 50° Congresso Internazionale della Chiesa Cattolica che si è svolto a Dublino, il Papa che non ha partecipato, ha voluto inviare un video messaggio, dove si rivolge ai preti pedofili.
“Al posto di mostrare ad essi la strada verso Cristo, verso Dio, al posto di dar testimonianza della sua bontà, hanno compiuto abusi su di loro e minato la credibilità del messaggio della Chiesa”.

 

Il videomessaggio. Benedict XVI’s message to the 2012 IEC

 

Did Ratzinger/Benedict XVI protect abusive priests?

 

Altre risorse interessanti