Nel Kerry è stata approvata una mozione che prevede un aumento del tasso alcolemico per poter guidare un po’ più ‘sbronzi’ del solito. I permessi che legittimano gli abitanti di alcune zone rurali ad un livello superiore rispetto ai limiti nazionali sono stati approvati con 5 sì, 3 no, 7 astensioni e 12 assenti.

Il promotore di questa norma, è stato il consigliere Danny Healy-Rae, anche proprietario di un pub a Kilgarvan, che si è impegnato per ottenere una maggiore tolleranza nei confronti di chi guida in queste zone sperdute d’Irlanda e dove una birra in più può seriamente contribuire a prevenire depressione e suicidi.

“Le persone che vivono in campagna viaggiano su strade che sono senza traffico e spesso sono alla guida di trattori. C’è tanta gente che resta chiusa nella propria dimora di campagna a guardare le quattro mura. I cittadini non possono uscire perché dopo aver bevuto una sola pinta non possono guidare. La loro unica valvola di sfogo è comprare una bottiglia di whisky e portarsela a casa. Così cadono in depressione”, ha dichiarato Danny Healy-Rae.

 

Tasso alcolemico

Noel Brett, direttore generale dell’Autorità per la sicurezza stradale, ha detto che le prove scientifiche e mediche dimostrando in maniera inconfutabile, che l’alcol altera la guida. La severità sul tasso alcolemico ha garantito all’Irlanda, risultati importanti, tanto da ridurre morti e feriti sulle strade.

Ma le polemiche non mancano e Conor Cullen, portavoce di Alcohol Action Ireland, ha già fatto sapere che chi abita in zone sperdute non potrà mettere a repentaglio la propria vita e quella degli altri membri della loro comunità.

La mozione è stata votata da Mr Healy-Rae, suo figlio Johnny Healy-Rae, Michael Cahill, Bobby O’Connell e Michael O’Shea, tutte persone in qualche modo riconducibili o che operano nel commercio in pub e locali. Il Dipartimento dei trasporti ha già annunciato battaglia alle richieste di licenze che consentono ad alcuni soggetti di poter bere più degli altri e di guidare poi fino a casa.

Attualmente l’Irlanda, a livello di sicurezza sulle strade, detiene il primato come Paese più sicuro della UE.

Gli ultimi dati mostrano che 161 persone hanno perso la vita sulle strade irlandesi lo scorso anno, un minimo storico, 25 in meno del 2011 e 51 in meno del 2010.

 

Altre risorse interessanti