Buone notizie da Dublino dove la Troika, formata da Ue, Fmi e Bce, ha promosso le manovre irlandesi, elogiando i progressi e gli sforzi di questo Paese che sta cercando in tutti i modi di rimettersi in riga.
Dunque l’Irlanda, ha superato al meglio, la decima revisione del programma economico, che gli consente di accedere ad una tranche da 2,4 miliardi di euro.
Secondo le stime, già nel 2013, l’Isola Verde, dovrebbe far registrare una crescita del Pil dell’1 per cento e sopra il 2 per cento nel 2014.
 

Troika benevola

La troika, ha inoltre ricordato come l’asta dei titoli con scadenza decennale collocati con un rendimento intorno al 3,50% siano andati benissimo e le misure di austerity devono continuare se si vuole ottemperare agli impegni presi. Questo nuovo prestito prevede 1 miliardo da parte del Fondo Monetario Internazionale, 400 milioni dal Fondo Europeo Salva-Stati e 400 milioni dai prestiti bilaterali dei Paesi dell’Unione Europea.
Il programma di aiuti prevede per salvare l’Isola un piano di aiuti da 67,5 miliardi di euro, di cui 45 miliardi finanziati dalla Ue e 22,5 dal Fondo Monetario Internazionale.
 

Altre risorse interessanti