Il 26 settembre il locale Molly Malone di Genova ospiterà quindi l’atteso concerto di Niccolò Fabi, in una location d’eccezione: lo spazio di via Balleydier 60, a Genova Sampierdarena, nella zona San Benigno.
I fan di Guinness hanno votato sulla pagina Facebook Guinness Italia, scegliendo appunto il locale in cui si esibirà Niccolò Fabi, l’Ambassador Italiano, in occasione della quinta edizione dell’Arthur Guinness Day.
E così il prossimo 26 settembre, giorno celebrativo dell’Arthur Guinness Day che coinvolge quest’anno più di 55 Paesi di tutto il mondo, al Molly Malone si terrà il concerto di Niccolò Fabi, il cantautore italiano che lo scorso 10 luglio, con una esibizione live al Factory di Milano, ha dato ufficialmente il via alle celebrazioni di questo importante appuntamento.
Ad aprire il concerto di Niccolò Fabi ci saranno gli EDGAR CAFE’, il gruppo che si è esibito nel locale durante il contest.
 

 

L’evento, aperto a tutti i maggiorenni, è a ingresso gratuito.

 

Concerto

Ancora una volta milioni di persone in tutto il mondo si troveranno per “Dipingere di Nero la Città” e brindare con una Guinness per festeggiare le persone “Made of More”. La ricorrenza vuole infatti celebrare tutti coloro che hanno una marcia in più, proprio come Arthur Guinness – uomo anticonformista, innovatore, attivista e filantropo – che ha fatto conoscere la birra in tutto il mondo!
Tutti gli eventi musicali e le performance dei grandi artisti internazionali sono resi possibili grazie all’Arthur Guinness Fund™, un fondo creato da GUINNESS per sostenere gli imprenditori sociali a livello mondiale. Nato per onorare e proseguire l’eredità filantropica del fondatore Arthur Guinness, ha infatti l’obiettivo di offrire opportunità di sviluppo agli imprenditori sociali in modo che le loro azioni abbiano un impatto più decisivo e determinino cambiamenti positivi e duraturi, aiutando così a migliorare la qualità della vita di tutte le persone.

A partire dal 2009, anno della sua creazione, l’Arthur Guinness Fund™ ha già sostenuto più di quaranta imprenditori sociali, in tredici Paesi del mondo.

 

Altre risorse interessanti