Delle tante storie raccontate in epoca post nazista, questa che stiamo per narrare sulla birra nera di Dublino e la Germania di Adolf Hitler è sicuramente una delle migliori.
Il famoso marchio Guinness durante la Seconda Guerra mondiale, mentre offriva pinte gratuite ai militari britannici, cercava di conquistare la Germania di Adolf Hitler. Retroscena, raccontanti in un libro, mostrerebbero i manifesti realizzati ad hoc e in gran segreto dal birrificio irlandese che nel 1936 cercava di vendere la sua bevanda ai militari tedeschi.
Nelle foto presenti nel libro ‘Gilroy was Good for Guinness’ di David Hughes, ex dipendente del marchio irlandese, vengono pubblicati alcuni dei poster messi sotto accusa, che mostrano un soldato tedesco bere una pinta di stout con su scritto «È il momento per una Guinness».

 


 
Ma all’interno anche altre pubblicità Guinness sempre rivolte al mercato tedesco con i tucani che volano trasportando una pinta con dietro la Porta di Brandeburgo e lo stadio di Berlino. Questi lavori, commissionati all’artista John Gilroy, confermerebbe quanto affermato in precedenza. Solo in seguito la Guinness dovette fare una scelta, rinunciando alla conquista della Germania di Adolf Hitler e continuando a dare da bere agli alleati.
 

Altre risorse interessanti

A Twickenham la nazionale inglese ha messo fine alle speranze dell’Irlanda di portare a casa la Triple Crown.
Nella battaglia della terza giornata il match durante la prima fase di gioco non ha visto grandi stravolgimenti.
Nella ripresa i verdi in vantaggio hanno fatto sperare la tifoseria irlandese che invece ha dovuto subire la ripresa dei bianchi.

 
Le marcature per l’Inghilterra sono firmate dalla super meta di Danny Care e dai piedi di Farrell, per l’Irlanda invece la meta è di Rob Kearney, mentre gli altri punti sono affidati a Sexton.

Le formazioni in campo

Inghilterra: 15-Brown, 14-Nowell, 13-Burrell, 12-Twelvetrees, 11-May, 10-Farrell, 9-Care; 1- Marler, 2-Hartley, 3-Wilson, 4-Launchbury, 5-Lawes, 6-Wood, 7-Robshaw (captain), 8- B Vunipola.

A disposizione:
16-T Youngs (for Hartley, 75), 17-M Vunipola (for Marler, 64), 18-Thomas (for Wilson, 70), 19-Attwood (for Wood, 70), 20-Morgan (for B Vunipola, 36), 21-Dickson, 22-Ford, 23-Goode.
Irlanda: 15-Kearney, 14-Trimble, 13-O’Driscoll, 12-D’Arcy, 11-Kearney, 10-Sexton, 9-Murray; 1-Healy, 2-Best, 3-Ross, 4-Toner, 5-O’Connell (captain), 6-O’Mahony, 7-Henry, 8-Heaslip.

A disposizione:
16-Cronin (for Best, 74), 17-McGrath (for McGrath, 72), 18-Moore (for Ross, 62), 19-Henderson (for O’Mahony, 70), 20-Murphy (for Henry, 74), 21-Boss (for Murray, 80), 22-Jackson (for O’Driscoll, 80), 23-McFadden (for Trimble, 66).
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.
 

Altre risorse interessanti

Allo Stadio Olimpico di Roma, l’Italia comincia subito bene e al 13′ si porta in vantaggio su piazzato (3-0) messo dentro da Tommaso Allan.
La Scozia reagisce e pareggia al 22′ con Greig (3-3). Allan ha di nuovo l’opportunità di allungare ma al 26′ sbaglia e dopo pochi minuti al 31′ riesce invece ancora nell’impresa di piazzare l’ovale in mezzo ai pali (6-3). L’Italia c’è e allo scadere è Tommaso Allan a schiacciare in meta (11-3) trasformata dallo stesso Allan (13-3).
Nella ripresa è invece la Scozia a domare l’Italia, prima con Laidlaw al 45′ che mette l’ovale dentro i pali (13-6) e successivamente con la meta di Alex Dunbar (13-11) al 54′ poi non convertita da Laidlaw.

La Scozia insiste e al ’67 è ancora Dunbar a siglare la seconda meta personale (13-16) poi convertita da Weir (13-18). La nazionale scozzese passa in vantaggio ma gli azzurri non sono d’accordo, tornano a stringere i denti e trovano una splendida meta con Furno (18-18) poi trasformata da Orquera (20-18).

Ma la Scozia ci crede e nel finale beffa gli azzurri in casa con un drop dell’astuto Weir (20-21). Tempo scaduto ed ora per gli azzurri si intravede il cucchiaio di legno!
 

Formazioni in campo

Italia: 15-McLean, 14-Esposito, 13-Campagnaro, 12-Garcia, 11-Sarto; 10-Allan, 9-Gori; 1-Di Marchi, 2-Ghiraldini, 3-Castrogiovanni, 4-Geldenhuys, 5-Furno, 6-Zanni, 7-Barbieri, 8-Parisse (capitano).
A disposizione: 16-Giazzon, 17-Aguero, 18-Cittadini, 19-Bortolami, 20-Derbyshire, 21-Botes, 22-Orquera, 23-Iannone.
Scozia: 15-Hogg, 14-Seymour, 13-Dunbar, 12-Scott, 11-Lamont, 10-Weir, 9-Laidlaw (captain); 1-Grant, 2-Lawson, 3-Low, 4-Gray, 5-Hamilton, 6-Wilson, 7-Fusaro, 8-Beattie.
A disposizione: 16-Ford, 17-Dickinson, 18-Cross, 19-Swinson, 20-Denton, 21-Cusiter, 22-Taylor, 23-Evans.
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.
 

Altre risorse interessanti

Niente da fare per i galletti travolti dal Galles a Cardiff.
I dragoni rossi, campioni in carica si sono imposti durante la terza giornata per 27-6.
Prima frenata della Francia dopo le due vittorie consecutive, quella contro l’Inghilterra (26-24) e quella ai danni dell’Italia (30-10).

 

Formazioni in campo

Galles: Halfpenny, Cuthbert, North, Roberts, L. Williams, Priestland, Webb, Jenkins, Hibbard, A. Jones, Charteris, Ball, Lydiate, Warburton, Faletau. Replacements: Hook for Halfpenny (70), Biggar for Priestland (70), M. Phillips for Webb (70), James for Jenkins (70), Owens for Hibbard (56), R. Jones for A. Jones (70), Coombs for Ball (70), Tipuric for Lydiate (70).
Francia: Dulin, Huget, Bastareaud, Fofana, Bonneval, Plisson, Doussain, Domingo, Szarzewski, Mas, Pape, Maestri, Nyanga, Lauret, Picamoles, Debaty. Replacements: Fickou for Bastareaud (70), Tales for Plisson (63), Machenaud for Doussain (41), Forestier for Domingo (63), Mach for Szarzewski (63), Vahaamahina for Maestri (63), Debaty for Nyanga (50), Chouly for Debaty (62).
 
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.

Joe Schmidt allenatore della nazionale irlandese di rugby ha ufficializzato i nomi dei 33 papabili pronti a scendere in campo sabato come da calendario 6 nazioni 2014 contro l’Inghilterra a Twickenham, sfida valida per la terza giornata del Sei Nazioni.
L’Irlanda insegue un grande sogno, quello di vincere la Triple Crown e il Grande Slam. Torna Ryan dopo il recupero dovuto ad un intervento chirurgico al ginocchio in coppia in seconda fila con Iain Henderson e Mike McCarthy.
Fuori Dan Tuohy per un braccio rotto e poi ancora Felix Jones, l’ala Fergus McFadden e il mediano di mischia Eoin Reddan, di nuovo in campo dopo l’infortunio.
 

La lista dei 33 convocati da Joe Schmidt

Avanti (18)
Rory Best (Banbridge/Ulster)
Sean Cronin (St. Mary’s College/Leinster)
Cian Healy (Clontarf/Leinster)
Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster)
Iain Henderson (Ballynahinch/Ulster)
Chris Henry (Malone/Ulster)
David Kilcoyne (UL Bohemians/Munster)
Mike McCarthy (Leinster)
Jack McGrath (St. Mary’s College/Leinster)
Martin Moore (Lansdowne/Leinster)*
Jordi Murphy (Lansdowne/Leinster)*
Paul O’Connell (Young Munster/Munster)
Tommy O’Donnell (UL Bohemians/Munster)
Peter O’Mahony (Cork Constitution/Munster)
Mike Ross (Clontarf/Leinster)
Rhys Ruddock (St Mary’s College/Leinster)
Donnacha Ryan (Shannon/Munster)
Devin Toner (Lansdowne/Leinster)
Trequarti (15)
Isaac Boss (Terenure College/Leinster)
Gordon D’Arcy (Lansdowne/Leinster)
Robbie Henshaw (Buccaneers/Connacht)
Paddy Jackson (Dungannon/Ulster)
Felix Jones (Shannon/Munster)
David Kearney (Lansdowne/Leinster)
Rob Kearney (UCD/Leinster)
Ian Madigan (Blackrock College/Leinster)
Luke Marshall (Ballymena/Ulster)
Fergus McFadden (Old Belvedere/Leinster)
Conor Murray (Garryowen/Munster)
Brian O’Driscoll (UCD/Leinster)
Eoin Reddan (Lansdowne/Leinster)
Jonathan Sexton (Racing Metro 92)
Andrew Trimble (Ballymena/Ulster)
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone.
 

Altre risorse interessanti

Il libraio di Belfast di Alessandra Celesia è stato proiettato Al Mese del Documentario a Roma e in altre 13 città italiane ed europee.
Ambientato nella città di Belfast, racconta vite difficili, curiose, grottesche, ambientate in una città ferita dai Troubles.
È il 1974 quando il suo negozio viene bruciato durante un attentato e John sprofonda nell’alcol, tocca il fondo prima di tornare in vita come i libri che restaura amorevolmente.
 

Il libraio

Come riporta Lucio Mollica per Left: «Il bel film di Alessandra Celesia, già allieva del teatro di Lecoq e Gaulier, lo racconta mentre anima serate di poesia, cerca volumi rari per clienti d’altri tempi e apre la sua casa a una tribù di giovani. Ne fanno parte Robert, che grazie al libraio ha scoperto l’opera e l’antica Roma, il fratello rapper Connor e l’ambiziosa Jolene, che si divide tra l’impiego in una tavola calda e alcune apparizioni serali come cantante».
Alessandra Celesia vive a Parigi, ha lavorato in teatro come attrice e regista, poi si è appassionata al cinema. Prima di trasferirsi nella capitale parigina ha cominciato a filmare Aosta, con un interesse particolare e minuzioso per le persone, la loro fragilità, la loro umanità e non importa dove vivono.
In copertina l’intervista alla regista Alessandra Celesia, a cura di Elisabetta Galgani.
 

Altre risorse interessanti

Rizzo è stato squalificato in seguito agli episodi con Rabah Slimani, durante il match Francia v Italia allo Stade de France.
Entrambi i giocatori hanno ricevuto un cartellino rosso per violazione della regola 10.4 (pugno o colpo ad avversario).
 

 

Formazioni

Il rientro per Michele Rizzo è previsto il prossimo 3 marzo e quindi potrebbe prendere parte ai prossimi match del calendario 6 nazioni 2014 in programma l’8 e il 15 marzo. Tra le novità introdotte da Brunel, ci sarà invece Matias Aguero, pilone sinistro di Zebre Rugby, convocato dal CT della Nazionale Italiana.
Piloni
Matias AGUERO (Zebre Rugby, 22 caps)
Martin CASTROGIOVANNI (Toulon RC, 103 caps)
Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 29 caps)
Alberto DE MARCHI (Benetton Treviso, 14 caps)
Tallonatori
Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 61 caps)
Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 17 caps)
Seconde linee
Marco BORTOLAMI (Zebre Rugby, 101 caps)
Joshua FURNO (Biarritz Olympique, 145caps)
Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 43 caps)
Antonio PAVANELLO (Benetton Treviso, 22 caps)
Flanker/n.8
Robert BARBIERI (Benetton Treviso, 32 caps)
Mauro BERGAMASCO (Zebre Rugby, 97 caps)
Paul Edward DERBYSHIRE (Benetton Treviso, 20 caps)
Francesco MINTO (Benetton Treviso, 9 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 103 caps) – capitano
Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 82 caps)
Mediani mischia
Edoardo GORI (Benetton Treviso, 31 caps)
Tobias BOTES (Benetton Treviso, 21 caps)
Mediani d’apertura
Tommaso ALLAN (USAP Perpignan, 5 caps)
Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 38 caps)
Centri
Tommaso BENVENUTI (USAP Perpignan, 30 caps)
Michele CAMPAGNARO (Benetton Treviso, 4 caps)
Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby, 30 caps)
Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 28 caps)
Ali/Estremi
Mirco BERGAMASCO (Vea-FemiCZ Rovigo, 89 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso, 1 cap)
Tommaso IANNONE (Zebre Rugby, 8 caps)
Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 54 caps)
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby, esordiente)
Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 4 caps)
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone.
 

Altre risorse interessanti

Tempeste di vento si sono abbattute nel Sud dell’Isola.
A Kinsale un’onda alta 25 metri ha fatto registrare il record.
I forti venti sferzano con velocità che sfiorano i 160 km/h e interessano le zone di Shannon, Sherkin, l’Isola di Valentia e Cork.
 

Le foto della tempesta


100 mila le abitazioni e gli esercizi commerciali che attualmente sono rimasti senza elettricità dopo la perturbazione proveniente dall’Atlantico. Forti disagi per la popolazione che abita in queste zone e numerose sono le richieste di intervento da parte delle autorità locali.


 

Altre risorse interessanti

Un’ascoltatrice chiama nella redazione di Radio Deejay e segnala al Trio Medusa un presunto plagio del nuovo brano degli U2, Invisible. Non può essere vero, eppure qualche somiglianza alla sigla di Piedone lo sbirro sembra proprio esserci. Scoppia il caso che rimbalza dai media italiani fino a quelli internazionali. Così inizia una corsa al confronto fra i due brani, che proponiamo di seguito.
Dall’ascolto balza all’orecchio una forte somiglianza con Flaat Feet, brano del 1973 scritto dai fratelli De Angelis e tratto dalla colonna sonora di Piedone lo sbirro, il film del 1973 diretto da Steno. È il primo film della quadrilogia di Piedone che vede protagonista il celebre Carlo Pedersoli in arte Bud Spencer.
Il film ebbe un notevole successo e fu oggetto anche di una parodia interpretata da Franco Franchi, Piedino il questurino. Joe, un militare americano sotto effetto di droga, inizia a sparare alla polizia dal tetto di un edificio; dopo inutili trattative, viene disarmato e arrestato dal commissario di polizia Rizzo, detto “Piedone lo sbirro” in ragione della sua mole. Il commissario agisce sempre disarmato ma, grazie ai cazzotti che lo contraddistinguono, riesce ad ottenere quasi sempre quello che vuole.
 

Invisible

Ecco il brano Invisible, una delle ultime opere della celebre band di Dublino. Tra l’altro, sembra proprio che Bono sia un grande fan di Bud Spencer.

 

Piedone lo sbirro

Ecco la sigla di Piedone lo Sbirro. Le musiche sono composte dai fratelli Maurizio e Guido De Angelis ed edite dalle edizioni musicali Bixio-Sam. Il Tema di Piedone è però eseguito da Santo & Johnny. “Invisible” sembra avere una forte somiglianza con Flaat Feet e ciò ha attirato le attenzioni dei media. Cosa ve ne pare?

 

Le foto più belle di Piedone lo sbirro

Ecco alcune immagini che contraddistinguono questo capolavoro italiano. Dopo Piedone lo sbirro, furono presentati con grande successo Piedone a Hong Kong (1975), Piedone l’africano (1978) e Piedone d’Egitto (1980).


 

Altre risorse interessanti

Il programma Leonardo da Vinci – Progetto “Passport for Work 2 – CHIVASSO” mette a disposizione tirocini transnazionali per persone disponibili sul mercato del lavoro.
È possibile beneficiare di un’esperienza formativa e professionale di quattro mesi in Europa. Possono partecipare tutti i giovani che hanno terminato la loro attività scolastica.
Il periodo di attuazione va da Aprile ad Agosto 2014 ed possibile presentare la propria candidatura fino al 03/03/2014 entro le ore 12:00.
 

5 TIROCINI DI FORMAZIONE-LAVORO

Obiettivi

  • Accrescere le proprie competenze professionali
  • sviluppare adattabilità e flessibilità
  • prepararsi alla mobilità nei diversi ambiti lavorativi nelle diverse aree geografiche
  • conoscere una cultura diversa dalla propria
  • potenziare la conoscenza di una lingua europea
  • imparare a considerarsi cittadini europei
  • acquisire la certificazione “Europass – Mobilità”.

 

Offerta

– 3 settimane di formazione linguistica e 13 settimane di tirocinio non retribuito in aziende o enti, in settori diversi: marketing e comunicazione d’impresa, settore culturale, comparto turistico – alberghiero, terzo settore.
Alcune competenze (come quelle informatiche) sono trasversali e possono essere valide in tutti i settori
– alloggio presso famiglie ospitanti, residenze studentesche o appartamenti condivisi
– contributo per le spese di vitto e trasporti locali; assicurazione responsabilità civile e infortuni sul lavoro
– viaggio A/R (tariffe economiche o compagnie low-cost)
– tutoraggio e assistenza da parte di un partner intermediario nel paese ospitante

Requisiti per la partecipazione

– età compresa tra i 18-35 anni e residenza a Chivasso
– conoscenza della lingua inglese (almeno livello B1), che verrà valutata in fase di colloquio
– condizione lavorativa: essere occupati, disoccupati o disponibili sul mercato del lavoro
– diploma o laurea; eventuale esperienza minima maturata nel settore di riferimento
– non avere mai partecipato ad un progetto Leonardo da Vinci nella misura PLM
Non verranno prese in considerazione candidature di persone iscritte a corsi universitari (occorre aver terminato gli studi al momento della partenza).

Documenti necessari

I soggetti interessati a partecipare al progetto dovranno compilare la scheda di candidatura on line ed allegare la documentazione sotto indicata (max 2 MB per ciascun file):
– fototessera-formato jpeg,
– lettera motivazionale in lingua inglese – formato pdf,
– CV Europass in italiano – formato pdf
– CV Europass in lingua inglese – formato pdf
Non saranno accettate candidature incomplete o consegnate a mano.

Informazioni

All’atto dell’assegnazione della borsa di mobilità verrà richiesto a ciascun partecipante, a titolo di deposito cauzionale per eventuali spese anticipate dall`agenzia non recuperabili (es. biglietto volo aereo nominativo), assegno bancario di 250€. Tale somma verrà restituita al rientro in Italia al termine dell’azione di mobilità.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare
COMUNE DI CHIVASSO Sportello Europa 011/91.15.210
Lunedì-Mercoledì -Venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00
ENAIP PIEMONTE e-mail: progetti-internazionali@enaip.piemonte.it
011/2179851 dal Lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30
Per iscriversi online: (Enaip/Piemonte).
 

Altre risorse interessanti