Tragedia familiare in Irlanda dove un giovane ha ucciso con un coltello i suoi fratelli, due gemellini, poi è uscito di casa e si è impiccato. A Buttevant, nella Contea di Cork, la comunità è sconvolta.

Il corpo senza vita dei due ragazzini, di nove anni, è stato trovato dagli altri fratelli di tre e cinque anni.

I piccoli richiamati dalle urla delle vittime e spaventati da quell’orrore sono corsi fuori dall’abitazione e hanno chiesto aiuto ad un vicino di casa.

 

La tragedia

L’uomo ha poi avvertito la polizia mentre l’omicida si era già allontanato. All’arrivo delle autorità competenti, però, Patrick e Thomas erano già morti nonostante fosse già pronto ad intervenire un’elicottero. Il corpo del fratello maggiore, invece, è stato trovato da alcuni studenti a Charleville, in una località a 15 km dalla residenza della famiglia O’Driscoll.

La polizia giunta sul posto non ha potuto che constatare il decesso di Jonathan O’Driscoll, il cui cadavere era appeso ad un albero e perlustrato l’area circostante dove sarebbe stato rinvenuto un coltello: probabilmente l’arma del delitto. Non è ancora chiaro cosa avrebbe scatenato la follia di Jonathan che si sarebbe accanito, pugnalando più volte, i corpi di Patrick e Thomas. Le vittime indossavano ancora la divisa scolastica quando i genitori Tom e Ellen erano usciti di casa per fare la spesa e avevano affidato al loro figlio maggiore i fratelli più piccoli.

Altre risorse interessanti