La Lysblink Seaways era partita da Belfast con un carico di carta per raggiungere la città norvegese di Skogn. Il comandante, però, era troppo ubriaco e il viaggio si è interrotto sugli scogli di Kilchoan, in Scozia.

Partita dall’Irlanda, lo scorso 18 febbraio, la Lysblink Seaways trasportava un carico di carta quando si è incagliata sulla costa scozzese di Ardnamurchan, nei pressi di Kilchoan.

Dalle indagini condotte dal Marine Accident Investigation Branch (Maib), organo ufficiale del governo britannico, la colpa dell’incidente va attribuita al primo ufficiale, troppo ubriaco per governare la nave.

Durante la traversata, l’uomo avrebbe ingerito nella sua cabina mezzo litro di rum. La mancata sobrietà del trentaseienne ha causato il naufragio della Lysblink Seaways, un’imbarcazione da carico di 133 metri, finita tutta velocità sulla battigia rocciosa, dove è rimasta per due giorni a causa del maltempo. I gravi danni riportati dall’imbarcazione, successivamente demolita, hanno provocato un riversamento in mare di oltre 25 tonnellate di gasolio.

 

Altre risorse interessanti

Dopo i tragici attentati in cui sono morte 130 persone, gli U2 hanno annunciato le nuove date dei concerti che si terranno a Parigi, al Palais Omnisports de Paris-Bercy, il 6 e 7 dicembre.

“Ciò che è stato rubato a Parigi in quella tragica notte del 13 novembre è insostituibile. Per una notte gli assassini si sono presi vite, musica, pace ma non hanno potuto rubare lo spirito di questa città. È uno spirito che la nostra band conosce bene e che cercherà di onorare. Daremo il nostro meglio per Parigi”, fa sapere la band dal proprio sito internet. Gli U2 avrebbero dovuto tenere i concerti, nei giorni immediatamente successivi agli attentati, il 14 e 15 novembre. Ma Bono & Co. hanno preferito annullare gli eventi e omaggiare le vittime, deponendo un mazzo di fiori davanti al Bataclan.
“La band ha voluto riorganizzare i concerti il più presto possibile, in modo da onorare l’impegno con il loro pubblico”, ha dichiarato il produttore del tour degli U2, Arthur Fogel. Inoltre, il giorno 7, l’Innocence + Experience Tour degli U2 sarà trasmesso in diretta da Parigi su HBO.
Per coloro che sono in possesso dei biglietti
Il 6 dicembre si accede all’Arena di Bercy con i biglietti acquistati per il concerto del 14 novembre, mentre i ticket del 15 novembre saranno validi per lo spettacolo del 7 dicembre.

Il quotidiano irlandese Irish Examiner ha omaggiato Jonah Lomu con una prima pagina speciale.

Aveva 40 anni e soffriva da tempo di una rara malattia renale. Jonah Lomu, morto lo scorso 18 novembre di arresto cardiaco, è stato ricordato dal noto quotidiano irlandese con una copertina speciale in cui è ritratta una foglia di felce argentata, simbolo degli All Blacks, con un petalo che cade. Quel fiore rappresenta il saluto a uno dei migliori giocatori di rugby al mondo, lo sportivo neozelandese che con la sua classe ha regalato momenti memorabili allo sport.


Haka

Chi era JL
Siona Tali (Auckland, 12 maggio 1975 – Auckland, 18 novembre 2015) è stato un atleta neozelandese, considerato tra i migliori giocatori di rugby al mondo. A soli 19 anni, nel 1994, con pochissimi incontri ufficiali di club alle sue spalle, fu convocato con gli All Blacks. Fu il più giovane debuttante con la nazionale neozelandese in un test match: l’esordio avvenne a Christchurch il 26 giugno contro la Francia, e i Bleus si imposero per 22-8. L’anno successivo, l’atleta prese parte ai Mondiali di rugby 1995 in Sudafrica. Il neozelandese, insieme al sudafricano Bryan Habana, divide il titolo di miglior marcatore di mete della Coppa del Mondo. Per i suoi meriti sportivi figura dal 2007 nell’International Rugby Hall of Fame e, dal 2011, in quella di World Rugby, oltre ad avere ricevuto, in patria, l’onorificenza dell’Ordine al merito della Nuova Zelanda. Dopo aver mostrato al mondo le sue doti da campione, il giocatore dovette fermarsi a soli 24 anni, a causa di una sindrome nefrosica che rese necessario un trapianto di rene. Il suo ritorno in campo fu soltanto una breve parentesi, prima di ritirarsi definitivamente nel 2010, dopo una stagione in Francia.

Lo spot ADIDAS

All’Aviva Stadium la nazionale irlandese si impone sulla Bosnia ai play-off e si qualifica agli Europei 2016.
La nazionale di calcio irlandese è ufficialmente tra le squadre che si sono classificate agli Europei di Francia 2016: al fianco dei francesi, paese ospitante, Repubblica Ceca, Islanda, Turchia, Belgio, Galles, Spagna, Slovacchia, Germania, Polonia, Inghilterra, Svizzera, Irlanda del Nord, Romania, Austria, Russia, Italia, Croazia, Portogallo, Albania e Ungheria. Altri team si uniranno al gruppo, visto che i play-off sono ancora in corso.
“Ho 60 anni e andrò in Francia”, ha dichiarato il magazziniere irlandese Dick Redmond che per l’occasione si è vestito da Superman.
 


 

La partita decisiva

Johnathan Walters è l’attaccante inglese diventato il nuovo eroe della nazionale. Con una doppietta contro la Bosnia, la prima rete su rigore e la seconda a venti minuti dalla fine della partita, ha traghettato la squadra verso la qualificazione. E così al gruppo del Regno Unito si è unito anche l’Eire. “Il momento più emozionante è stato quello dell’esultanza finale di tutto il team”, ha dichiarato Walters, celebrato dai compagni e dai tifosi.
 

La gioia di O’Neill

Omonimo dell’allenatore, Martin O’Neill, nordirlandese, è riuscito a portare la sua squadra agli europei proprio come ha fatto l’altra Irlanda, quella del Nord. Ad affiancare il coach c’è Roy Keane, l’assistente.
 

Nel 2012

Se così si può dire c’è anche un filo conduttore che lega la nazionale di oggi alla squadra guidata nel 2012 da Giovanni Trapattoni: si chiama Walters. Con Given e Duff, Dunne e Robbie Keane, che era ancora in campo nonostante l’età avanzata, il sogno europeo a guida dell’ex ct italiano sfumò.
 

Altre risorse interessanti

A sei mesi dallo storico referendum, trascorso l’iter burocratico, persone dello stesso sesso potranno sposarsi in Irlanda. Lo scorso maggio, il popolo irlandese ha deciso con una consultazione popolare la modifica alla Costituzione: il 62,1 dei votanti si è espressa a favore dei matrimoni gay.

Dal 16 novembre, nell’Isola si celebrano matrimoni tra due persone senza distinzione di sesso. Un primato mondiale, visto che l’Irlanda è stato il primo paese al mondo ad approvare il matrimonio omosessuale attraverso una consultazione popolare. Complice l’appoggio del governo, il voto degli elettori è stato schiacciante e determinante: il 62,1 per cento ha detto sì alle nozze gay.

Un risultato che ha permesso la modifica della Costituzione, legge che in Irlanda può essere revisionata esclusivamente tramite referendum. Un cambio di passo, dunque, in un paese tradizionalmente cattolico, dove non è certo mancata una dura campagna elettorale contraria, sostenuta da un forte numero di scettici e funzionari religiosi.

 

Come fare?

Chi intende sposarsi deve presentare un documento alle autorità, tre mesi prima della data di matrimonio. Le coppie che sono già unite civilmente potranno beneficiare di un iter accelerato.

Boom di prenotazioni

Più di 300 coppie gay e lesbiche si sposeranno in Irlanda già nelle prossime settimane. Ad accogliere positivamente l’uguaglianza del matrimonio, ci sono anche molti cittadini italiani. Negli anni che vanno dal 2011 al 2014, sono stati registrati nel paese 1.695 partnership, matrimoni contratti all’estero, che ora saranno riconosciuti anche in patria. Resta invece il divieto in Irlanda del Nord, dove ben cinque tentativi, di concedere l’uguaglianza del matrimonio, sono falliti. Il Democratic Unionist Party (DUP) ha bloccato la proposta di legge e ora gli attivisti sono in fermento.

Fissata data referendum

Saranno gli irlandesi a esprimersi in materia di matrimoni tra persone dello stesso sesso. L’Irlanda ha intenzione di indire uno storico referendum, il prossimo 22 maggio, sulla revoca del divieto di matrimonio tra persone dello stesso sesso. L’annuncio è stato dato dal premier irlandese Enda Kenny che definisce il paese “tollerante e inclusivo”.
L’approvazione dell’emendamento costituzionale consentirebbe matrimoni “conformi alla legge tra due persone, senza distinzione di sesso”. Una proposta che potrebbe diventare realtà visto che già nel 2011 l’Irlanda riconosce – con una legge – le unioni civili. I sondaggi dunque indicano una vittoria dei «Sì» alle nozze gay.
Lo scorso mese era stato il ministro della Salute, Leo Varadkar, a fare coming out e a tirarsi dietro le critiche dei vescovi irlandesi contrari al matrimonio omosessuale.
 

Altre risorse interessanti

Dopo il massacro avvenuto in sei attacchi terroristici a Parigi, la band irlandese ha cancellato il concerto in programma per questa sera al Bercy Arena e reso omaggio alle vittime.

I quattro componenti della band si sono recati davanti al Bataclan, il teatro diventato luogo simbolo di questa nuova tragedia, a deporre fiori in memoria delle vittime. Già tramite comunicato stampa, apparso sul loro sito ufficiale, il gruppo aveva annunciato la cancellazione del concerto in programma per questa sera al Bercy Arena. “Con stupore e costernazione stiamo seguendo lo sviluppo di ciò che è accaduto a Parigi”, ha detto Bono sul sito web ufficiale. “Siamo devastati dalla perdita di tutte quelle vite durante il concerto degli Eagles of Death Metal, i nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alla band e ai loro fan”. “Speriamo e preghiamo che tutti i giovani a Parigi siano al sicuro”.

Apple annuncia nuovi posti di lavoro per dipendenti da inserire nella sede di Cork, nel sud dell’Irlanda.
L’annuncio è stato dato dal CEO di Apple, Tim Cook, durante una visita a Dublino dove ha incontrato il premier irlandese, Enda Kenny. I nuovi lavoratori saranno impiegati in alcuni ruoli chiave, come quello produttivo, il servizio clienti, nel settore finanza e nella gestione della catena logistica.
La corsa alla presentazione dei curriculum è iniziata, ma le posizioni saranno aperte soltanto a partire dalla metà del 2017. I neo assunti saranno collocati in un nuovo edificio di proprietà della Apple, nella zona industriale di Holyhill. Con queste nuove assunzioni, la società californiana toccherà le 6 mila unità impiegate a Cork.


Sgravi fiscali, l’Irlanda applica aliquote favorevoli alle imprese straniere
Le accuse rivolte alle multinazionali americane, di investire nell’Isola per via di un ‘morbido’ trattamento fiscale, non hanno fermato l’espansione di Apple. Il ministro delle Finanze, Michael Noonan, ha commentato positivamente questo nuovo annuncio: “la scelta della multinazionale dimostra che la polemica intorno all’accordo fiscale non ha danneggiato il suo entusiasmo per l’Irlanda”. Apple ha infatti annunciato anche la costruzione di un nuovo data center da 850 milioni di euro.
Già dal 1980, l’azienda di Cupertino è attiva in Irlanda con uffici che, principalmente, si occupano di assistenza clienti e supporto alle vendite. Negli stabilimenti irlandesi della Mela, si fa anche parte dell’assemblaggio di alcuni prodotti come gli iMac.
 

Altre risorse interessanti

Novità. E’ stato liberato dietro il versamento di una cauzione, ma resta sotto inchiesta l’ex militare britannico arrestato nei giorni scorsi nell’ambito di nuove indagini sull’eccidio della Domenica di Sangue.

Arrestato un ex paracadutista di 66 anni che intervenne nella sparatoria del 30 gennaio 1972, durante la quale un reparto britannico a Derry uccise 13 manifestanti per i diritti civili e un quattordicesimo morì qualche mese dopo in seguito alle ferite riportate. Era la Bloody Sunday.

Dopo 43 anni dalla strage, un uomo di 66 anni, ex membro del Reggimento Paracadutisti britannico, è stato arrestato nella Contea di Antrim perché sospettato idi aver avuto un ruolo diretto nell’uccisione di tre manifestanti. Il militare, all’epoca dei fatti, era in stanza in Irlanda del Nord. Iniziata nel 2012, la nuova indagine, guidata dall’ispettore capo Ian Harrison, ha portato al primo arresto per la strage avvenuta a Derry.
In seguito alla pubblicazione del rapporto Saville, nel 2010, il primo ministro David Cameron chiese scusa a nome dell’esercito, definendo “ingiustificata e ingiustificabile” la loro azione di forza. Successivamente, la polizia nordirlandese annunciò di voler interrogare sette ex soldati sospettati di aver partecipato ai fatti del 1972. Dopo il trasferimento del militare a Belfast, dove sarà interrogato, Harrison ha dichiarato: “L’arresto segna una nuova fase nelle indagini”.

Ha 256 anni, tutti la conoscono e il suo sapore è delizioso. Corposa e ricca di proprietà, la nera dublinese ha annunciato di rinunciare alla colla di pesce, utilizzata nei suoi filtri per la birrificazione, diventando così vegana.
Non sarà più la birra che conosciamo? Niente paura, l’eliminazione della colla di pesce dal processo produttivo non andrà ad intaccare né il sapore né la consistenza della birra, visto che gli agenti vengono utilizzati semplicemente per accelerare il deposito dei sedimenti. Il problema nasce dal fatto che alcune piccole particelle della sostanza restano nel prodotto finito.
Questo lo rende inadatto per le diete vegetariane e vegane. Considerando che ci sono molte alternative alla colla di pesce, che non contengono prodotti di origine animale, è nata una petizione su Change.org con lo scopo di stimolare l’azienda a un cambiamento. Così, i vegetariani di tutto il mondo potranno godere di una delle bevande alcoliche più amate al mondo: la celebre Guinness.
 

Senza colla di pesce

L’azienda, dopo oltre due secoli, sembra intenzionata a rivoluzionare il proprio sistema produttivo. Già a partire dalla fine del 2016 sarà disponibile la nuova versione della stout vegana senza colla di pesce. Una scelta che la società ritiene opportuna e che permetterà di attirare nuovi consumatori. Stando ai dati diffusi dal produttore, la stout esporta in 150 paesi nel mondo, con 10 milioni di pinte di birra consumate ogni giorno.
 

Altre risorse interessanti

Ecco nuove teorie che vi faranno dimenticare i buoni propositi e rivalutare positivamente una delle bevande più antiche al mondo.

La sessuologa Kat Van Kirk spiega nel suo nuovo libro The Married Sex Solution: A Realistic Guide to Saving Your Sex Life, i motivi scientifici per i quali la birra può essere un toccasana per le prestazioni sessuali degli uomini.
Non è la prima volta che una delle più antiche bevande alcoliche al mondo – ovviamente se ingerita in quantità limitate – venga apprezzata per i benefici che può apportare all’organismo.
Dal colesterolo ai reni, la birra può migliorare la digestione, prevenire il diabete, l’osteoporosi, migliorare la circolazione, garantire una fonte di vitamina del gruppo B, ridurre il rischio di Alzheimer, combattere l’insonnia e ridurre ansia e stress. A questo potrete aggiungere gli effetti positivi individuati dalla dottoressa.

 
Secondo Kirk, le stout (birre scure) aiutano a combattere l’eiaculazione precoce perché contengono i fitoestrogeni, sostanze naturali simili agli estrogeni. Inoltre, la scura è in grado di aumentare la libido perché contiene più ferro rispetto a quella chiara, che stimola la produzione di globuli rossi, e quindi la circolazione, facilitando l’erezione. Per non fare brutta figura a letto, la sessuologa suggerisce di bere la nera, ricca di minerali, probiotici e vitamine e la Innis & Gunn, una birra prodotta da una piccola birreria scozzese, che contiene ginseng, il ginkgo biloba e la damiana.
 

Altre risorse interessanti