De Carli: “Lavoriamo duramente per correggere i nostri errori. In Scozia per vincere”

Ultima settimana di raduno a Roma per la Nazionale Italiana Rugby.
Gli Azzurri hanno svolto allenamento sul campo presso il CPO Giulio Onesti in vista del match contro la Scozia a Edimburgo, valido per il quinto turno dell’RBS 2017.
La partita, che chiuderà il quintetto di impegni dell’Italrugby al torneo, sarà trasmessa in diretta su DMAX (canale 52 del digitale terrestre) sabato 18 marzo a partire dalle 12.50 (kick-off alle 13.30 italiane).
 

Correggiamo errori

Luigi Troiani, Team Manager dell’Italia, ha analizzato le condizioni fisiche degli Azzurri: “Campagnaro ha rimediato una sublussazione di secondo grado alla spalla destra in seguito al match contro la Francia. I tempi di recupero stimati sono di due-tre settimane. Ghiraldini aveva riportato una contusione alla parte laterale del ginocchio destro, infortunio che al momento non desta preoccupazioni. Padovani non si è allenato perchè sta seguendo il protocollo della concussion che prevede 48 ore di riposo. Tornerà regolarmente a disposizione nella giornata di domani dove avremo a disposizione tutto il gruppo al completo”.
“In vista del match contro la Scozia, l’Italia riparte con tanta voglia di lavorare – ha esordito Giampiero De Carli, allenatore degli avanti Azzurri – . I due giorni passati sono stati duri: ci aspettavamo di più dalla partita contro la Francia, alcune cose non sono state fatte nel migliore dei modi e hanno portato alla sconfitta. Abbiamo tutti voglia di rimetterci in gioco e di scendere in campo sabato andando a caccia della vittoria”.
“La Scozia non risentirà della sconfitta contro l’Inghilterra. E’ una squadra che sta disputando un ottimo 6 Nazioni. Hanno avuto uno scivolone contro una squadra enorme dal punto di vista tecnico e fisico che viene da diciotto vittorie consecutive. Avranno voglia di rifarsi davanti al proprio pubblico e di concludere nel migliore dei modi il torneo”.
“Sicuramente, in vista del futuro, dobbiamo cercare di portare a casa qualche risultato positivo – conclude De Carli – . Abbiamo un gruppo che sta lavorando duramente, cercando di recuperare quelle mancanze che ci servono a vincere quelle partite che chiudiamo in vantaggio al termine del primo tempo. E’ un lavoro che richiede tempo. Sappiamo che la strada è lunga e che il livello del torneo è sempre alto: non basta un torneo per portarlo a termine”.
 

Altre risorse interessanti