Monumenti verdi: la risposta italiana al #GlobalGreening

Nel giorno di San Patrizio sono diventati verdi moltissimi monumenti nel mondo. Dalla Germania alla Russia, dal Portogallo all’Olanda, ma anche Australia e Nuova Zelanda, Giappone e Corea del Sud, fino a Kenya, Mozambico ed Emirati Arabi.
Anche Roma, Pisa, Bologna, Orvieto, Cosenza e Massa la sera di venerdì 17 marzo hanno partecipato all’iniziativa.
In Italia quest’anno si sono aggiunti: il Pozzo di San Patrizio a Orvieto, con una apertura gratuita straordinaria, quattro importanti monumenti di Cosenza: il Teatro Alfonso Rendano, il Castello Normanno-Svevo, il Municipio, le Fontane Danzanti e il Palazzo del Podestà a Bologna e Piazza Mercurio a Massa.
 


 

#GlobalGreening, l’iniziativa che abbraccia il mondo

L’iniziativa del Global Greening, lanciata da Turismo Irlandese otto anni fa, è andata crescendo di anno in anno, con tantissimi nuovi siti che partecipano nel 2017. All’estero quest’anno si sono aggiunti per la prima volta il One World Trade Center a New York, la City Hall e l’Heron Tower a Londra, il Mercato dei Tessuti a Ypres e ancora, il Municipio di Anversa (Sito UNESCO), il Castello di Matsue in Giappone, Gwangandaegyo (Diamond Bridge) in Corea del Sud, e persino la statua di un rinoceronte al Nairobi National Park, nonché un aereo della Ethiopian Airlines ad Addis Abeba.

I nuovi siti si aggiungono ad alcuni “vecchi favoriti” che hanno già partecipato negli anni scorsi, come il Colosseo a Roma, la Torre Pendente di Pisa (che ormai si illumina da sei anni), la Ruota Panoramica e la Colonna di Nelson a Londra, il cartello “Welcome” di Las Vegas, la Grande Muraglia in Cina, l’Empire State Building di New York, le Cascate del Niagara, la Sky Tower di Auckland. Chicago partecipa alla grande ancora una volta, con numerosi edifici e luoghi illuminati di verde sparsi in tutta la città, come il Navy Pier, il John Hancock Center, il Wrigley Building, la Civic Opera House, One Prudential Plaza e il Chicago Gaelic Park.
 

 
“L’Italia quest’anno ha risposto con grandissimo entusiasmo”, ha dichiarato Niamh Kinsella, Direttore di Turismo Irlandese in Italia. Siamo davvero felici ed onorati perché questa grande adesione, oltre ad essere un importante momento di condivisione di un evento suggestivo che celebra l’Irlanda, rappresenta un ulteriore segnale dei forti legami e dei sentimenti di amicizia che legano l’Irlanda e l’Italia”.
 

Altre risorse interessanti