L'intercetto di Stockdale

Fino all’ultimo. Il grande rugby torna all’Aviva Stadium di Dublino e incanta tutti.  Nonostante l’inizio atipico, in quanto non c’è il classico cerimoniale con il saluto al Presidente della Repubblica d’Irlanda Michael Higgins, l’impianto si scalda facilmente durante le varie fasi di gioco.
Allo scadere, i Gallesi sono sotto di tre punti e giocano alla mano. Un ampio passaggio gallese viene intercettato da Stockdale che corre dritto in meta. E trasforma il recupero dei dragoni in una pesante sconfitta 37-27.
L’Irlanda in vetta alla classifica 6 nazioni è ancora in corsa per il grande slam
 

 

Niente da fare per il Galles

I marcatori per i verdi sono Jacob Stockdale (6′, 80′), Bundee Aki (40′), Dan Leavy (45′), Cian Healy (53′). Le trasformazioni di Johnny Sexton (40′, 46′) e Joey Carbery (80′). Le punizioni di Johnny Sexton (36′), Conor Murray (76′). I dragoni rossi sono andati in meta con Gareth Davies (21′), Aaron Shingler (62′), Steff Evans (77′). Trasformazioni col piede di Leigh Halfpenny (22′, 63′, 78′) , autore anche di due punizioni (2′, 31′).

 
Le formazioni in campo per l’Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Chris Farrell, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Dan Leavy, 6 Peter O’Mahony, 5 Devin Toner, 4 James Ryan, 3 Andrew Porter, 2 Rory Best, 1 Cian Healy. A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Jack McGrath, 18 John Ryan, 19 Quinn Roux, 20 Jack Conan, 21 Kieran Marmion, 22 Joey Carbery, 23 Fergus McFadden. 
Il Galles è stato protagonista nella capitale irlandese con: 15 Leigh Halfpenny, 14 Liam Williams, 13 Scott Williams, 12 Hadleigh Parkes, 11 Steff Evans, 10 Dan Biggar, 9 Gareth Davies, 8 Ross Moriarty, 7 Josh Navidi, 6 Aaron Shingler, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Cory Hill, 3 Samson Lee, 2 Ken Owens, 1 Rob Evans
A disposizione: 16 Elliot Dee, 17 Wyn Jones, 18 Tomas Francis, 19 Bradley Davies, 20 Justin Tipuric, 21 Aled Davies, 22 Gareth Anscombe, 23 George North.