La nazionale di rugby irlandese batte Nuova Zelanda 16-9. Lo scontro diretto tra le prime due squadre più forti al mondo ha premiato i verdi. Gli altri risultati dei test-match del weekend vedono l’italia sconfitta dall’Australia 7-26, la Romania battuta dagli Usa 5-31, la Francia vincente sull’Argentina 28-13, la Scozia perdente contro il Sudafrica 20-26, la Spagna vincente per 34 a 13 sulla Namibia.

Torniamo al colpaccio dell’Irlanda. Non è la prima volta che i verdi riescono a piegare i temibili All Blacks. Era già successo due anni fa a Chicago (40-29). L’unica meta da segnalare dall’Aviva Stadium di Dublino è quella di Jacob Stockdale, 22 anni, player da record del Sei Nazioni dello scorso anno (sette mete realizzate), che ha portato gli irlandesi a vincere in casa.

Questa volta l’Haka non ha portato il sereno agli All Blacks, ma a giovare ai verdi sono stati la mischia, la precisione di Sexton, e le manovre di O’Mahony e Rob Kerney. La risposta All Blacks è arrivata soltanto da Beadun Barrett, con due piazzati e un drop hanno. Nulla a che vedere con il gesto atletico di Stockdale, che calcia e scatta sorpassa gli avversari fino a rotolare superando la linea di meta. 

 

 

Steve Hansen, ct degli All Blacks plaude gli irlandesi: “Era un match fra i numeri 1 e i numeri 2 del mondo, quindi ora sono loro i numeri 1. Se volete considerarli favoriti per la Coppa del Mondo, fatelo pure. Io penso che lo siano”. Joe Schmidt, il coach irlandese con passaporto neozelandese, cerca di contenere gli entusiasmi dei suoi o almeno ci prova: “Noi abbiamo giocato in casa, loro stanno viaggiando da settimane, credo che il pubblico abbia avuto un ruolo fondamentale. Godiamo della nostra impresa, ma gli altri undici mesi fanno storia a sé”.

Ora gli All Blacks affronteranno la nazionale di rugby italiana. Sono già arrivati a Fiumicino, dove una folla li ha accolti a colpi di selfie. I campioni del mondo, così come l’allenatore Hansen, si sono mostrati disponibili con la gente: tanti tra passeggeri ed operatori aeroportuali si sono avvicinati riuscendo a ottenere uno scatto indimenticabile. Non capita tutti i giorni di incontrare gli All Blacks. Ecco l’Inno della Nazionale di Rugby irlandese.

 

Altre risorse interessanti

Fa discutere l’assoluzione di un ragazzo di 27 anni, presunto stupratore di una ragazza di 17 anni di Cork. La motivazione del tribunale irlandese ha innescato manifestazioni di protesta virtuali e reali. Secondo la difesa, la giovane “se la sarebbe cercata perché indossava un tanga in pizzo“.

Dunque, l’abbigliamento sexy, il tanga nel dettaglio, ha in qualche modo favorito e scagionato il giovane accusato di stupro. Il ventisettenne si è sempre difeso sostenendo che il rapporto sessuale fosse consenziente.

Una storia che risale al 6 novembre scorso accaduta in Irlanda e che sta mobilitando il Centro di Dublino contro le violenze sulle donne e persino il Parlamento. La deputata Ruth Coppinger ha mostrato un tanga blu di pizzo in aula per denunciare “la routine di incolpare le vittime”.

 

Il tanga è stato ritenuto dal giudice sexy lingerie, dunque provocante

“Potrebbe sembrare imbarazzante mostrare un tanga in Aula”, ha dichiarato la parlamentare. “Come pensate che si senta una vittima di stupro, quando in modo inappropriato viene mostrata la sua biancheria intima in un tribunale?”. Così nel suo intervento la politica ripercorre la vicenda.

Parole a cui fa eco il Centro di Dublino contro le violenze sulle donne che, pur non addentrandosi nel merito della sentenza, ossia trascurando ogni giudizio su quanto fosse ritenuto sexy il ‘tanga’, ha chiesto una riforma del sistema giuridico in cui, a suo dire, vengono spesso usati questo tipo di pregiudizi contro le donne.

I social si sono fatti sentire sbandierando l’hashtag #ThisIsNotConsent. Centinaia di donne irlandesi hanno postato fotografie del loro abbigliamento intimo, tanga e mutandine colorate, in segno di protesta. A sostegno della vittima di abusi sessuali, ci sono state numerose manifestazioni in svariate città irlandesi. A cominciare da Cork, luogo dove si è tenuto il processo.

 

Altre risorse interessanti

Aer Lingus, la compagnia aerea irlandese, offre voli scontati fino al 30% per l’Irlanda per viaggi da effettuarsi in inverno.

Non tutti sono d’accordo, ma l’inverno è un momento magico per visitare l’isola. Scoprite le numerose attrazioni, eventi e godete dell’ospitalità dei locali. Solo per fare qualche esempio, prima di Natale un evento da non perdere è il solstizio d’inverno a Newgrange, Sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO o ancora, una passeggiata tra i faggi di The Dark Hedges, il mitico viale de Il trono di Spade.

Esplorate la Wild Atlantic Way, un itinerario con una spettacolare vista sull’oceano, freschissime delicatezze e musica tradizionale dal vivo sono solo alcuni dei leitmotiv che caratterizzano l’itinerario “on the road”.

Prenota subito!

 

Voli invernali scontati

Tra le offerte, troverete anche la città di Belfast. Negli ultimi due decenni, la capitale dell’Irlanda del Nord ha conosciuto una notevole trasformazione tanto da essere stata riconosciuta dagli esperti della Lonely Planet come una delle prime mete da visitare nel 2018. Tra l’altro, dall’8 al 10 novembre, tra un percorso e l’altro, si può gustare ottima birra e sidro al Beer and Cider Festival presso la Ulster Hall. Con una ricca storia e tradizione culinaria, potrete esplorare la città attraverso tre percorsi:

  • Seguendo le orme gialle del Titanic Trail è possibile scoprire la storia del Titanic in un percorso che parte dal Titanic Memorial Garden, passa dal City Hall e attraversa la città fino al Titanic Quarter. Durante il percorso ci si imbatte in una serie di attrazioni fondamentali del patrimonio marittimo e del Titanic tra cui l’SS Nomadic, gli Harland & Wolff Drawing Offices, il Titanic Belfast, i Titanic e Olympic Slipways, il Titanic’s Dock e la Pump-House.
  • Il percorso verde City of Merchants Trail ripercorre i luoghi centrali di una Belfast che ai tempi della costruzione del Titanic fu una fiorente città mercantile di successo e all’apice dei suoi poteri. Il percorso tocca il centro, passa per i vicoli della città, Victoria Square con l’imponente centro commerciale dotato di cupola di vetro, il Waterfront ed infine giunge alla famosissima statua del Big Fish.
  • Seguendo il percorso blu Lagan Maritime Trail si attraversa il centro città a partire dal Barge per finire in Dock Street costeggiando il fiume Lagan scoprendo i magnifici murales e incrociandosi con gli altri percorsi.

Aer Lingus offre voli annuali e stagionali dall’Italia per raggiungere Dublino, le città americane di New York, Boston, Chicago, Los Angeles, Miami, Hartford, Seattle e la città canadese di Toronto.

Prenota subito!

 

Altre risorse interessanti