Calda accoglienza per gli irlandesi arrivati all’aeroporto di Fiumicino in vista della seconda giornata del torneo Sei Nazioni 2017.
Aeroporti di Roma, in collaborazione con Aer Lingus, ha proposto un quintetto – 4 archi e un flauto traverso – che intonasse l’inno della Nazionale di Rugby irlandese, Ireland’s Call.
E così, al Leonardo da Vinci si è consumato un vero e proprio flash mob grazie al coinvolgimento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

L’arrivo dei verdi

Una volta fuori dal gate E14, i verdi si sono ritrovati nella nuova area di imbarco: proprio dove il quintetto ha eseguito il loro inno. Domani la sfida con gli azzurri in programma alle 15.25 allo stadio Olimpico di Roma.

Formazione irlandese

15. Rob Kearney (UCD/Leinster) 73 caps, 14. Keith Earls (Young Munster/Munster) 55 caps, 13. Garry Ringrose (UCD/Leinster) 4 caps, 12. Robbie Henshaw (Buccaneers/Leinster) 25 caps, 11. Simon Zebo (Cork Constitution/Munster) 29 caps, 10. Paddy Jackson (Dungannon/Ulster) 20 caps, 9. Conor Murray (Garryowen/Munster) 54 caps, 8. Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster) 92 caps vc, 7. Sean O’Brien (UCD/Leinster) 45 caps, 6. CJ Stander (Munster) 11 caps, 5. Devin Toner (Lansdowne/Leinster) 43 caps, 4. Donnacha Ryan (Shannon/Munster) 43 caps, 3. Tadhg Furlong (Clontarf/Leinster) 12 caps, 2. Rory Best (Banbridge/Ulster) 101 caps captain, 1. Cian Healy (Clontarf/Leinster) 63 caps.
A disposizione per gli irlandesi
16. Niall Scannell (Dolphin/Munster) uncapped, 17. Jack McGrath (St. Mary’s/Leinster) 37 caps, 18. John Ryan (Cork Constitution/Munster) 2 cap, 19. Ultan Dillane (Corinthians/Connacht) 9 caps, 20. Josh van der Flier (UCD/Leinster) 6 caps, 21. Kieran Marmion (Corinthians/Connacht) 9 caps, 22. Ian Keatley (Young Munster/Munster) 4 caps, 23. Craig Gilroy (Dungannon/Ulster) 9 caps.

Altre risorse interessanti

“L’Irlanda è la mia casa, la mia famiglia, il luogo dove passiamo le vacanze. Il Paese dove sono cresciuto e per cui ho sempre desiderato giocare. Ma oggi il mio unico obiettivo è il rugby italiano”. Sono queste le dichiarazioni di Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale azzurra, che ha ufficializzato la formazione che affronterà l’Irlanda sabato 11 febbraio alle ore 15.25 allo Stadio Olimpico di Roma nella seconda giornata dell’RBS 6 Nazioni 2017.
Quattro cambi nel XV titolare scelto da O’Shea per affrontare i verdi, con cui l’attuale CT azzurro ha disputato 35 caps in carriera tra il 1993 ed il 2000: confermata la mediana Gori-Canna, la coppia di centri McLean-Benvenuti e Padovani ad estremo, l’unica novità nei trequarti vede il ritorno in campo dal primo minuto di Angelo Esposito all’ala, in coppia con Giovambattista Venditti che taglia il traguardo dei quaranta caps.
L’incontro sarà trasmesso in diretta da DMAX canale 52 ed in streaming su DPlay con collegamento con lo studio “Rugby Social Club” a partire dalle 14.45. Telecronaca firmata, come sempre, dalla coppia Raimondi-Munari.
In terza linea Simone Favaro, tenuto a riposo precauzionale contro il Galles, torna titolare della maglia numero 7, con Maxime Mbandà confermato dal primo minuto insieme a capitan Sergio Parisse, sabato capitano degli Azzurri per la settantacinquesima volta.
Due cambi, infine, tra i primi cinque uomini con l’inserimento del recuperato Dries Van Schalkwyk in seconda linea in coppia con Marco Fuser e di Leonardo Ghiraldini che rientra dal primo minuto tra i due piloni Cittadini e Lovotti, entrambi confermati.
In panchina vanno il tallonatore Gega, i piloni Panico e Chistolini, il seconda linea Biagi, il flanker Steyn, la mediana di riserva Bronzini-Allan e Michele Campagnaro come utility back.
Sabato all’Olimpico va in scena il ventisettesimo confronto tra l’Italia ed il XV in maglia verde: bilancio di quattro vittorie italiane e ventidue irlandesi ed ultimo successo per l’Italia datato 2013, proprio all’Olimpico.
Arbitra l’ex numero dieci neozelandese Glen Jackson.

Questa la formazione dell’Italia:

15 Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 7 caps), 14 Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso, 8 caps), 13 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 38 caps), 12 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 85 caps), 11 Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 39 caps), 10 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 16 caps), 9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 57 caps), 8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 122 caps) – capitano, 7 Simone FAVARO (Glasgow Warriors, 33 caps), 6 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 4 caps), 5 Andries VAN SCHALKWYK (Zebre Rugby, 8 caps), 4 Marco FUSER (Benetton Treviso, 17 caps), 3 Lorenzo CITTADINI (Aviron Bayonnais, 54 caps), 2 Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 83 caps), 1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 10 caps).
A disposizione per gli azzurri
16 Ornel GEGA (Benetton Treviso, 9 caps), 17 Sami PANICO (Patarò Calvisano, 7 caps), 18 Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby, 15 caps), 19 George BIAGI (Zebre Rugby, 15 caps), 20 Abraham STEYN (Benetton Treviso, 7 caps), 21 Giorgio BRONZINI (Benetton Treviso, 4 caps), 22 Tommaso ALLAN (Benetton Treviso, 28 caps), 23 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 26 caps).
 

Questa la formazione irlandese

15. Rob Kearney (UCD/Leinster) 73 caps, 14. Keith Earls (Young Munster/Munster) 55 caps, 13. Garry Ringrose (UCD/Leinster) 4 caps, 12. Robbie Henshaw (Buccaneers/Leinster) 25 caps, 11. Simon Zebo (Cork Constitution/Munster) 29 caps, 10. Paddy Jackson (Dungannon/Ulster) 20 caps, 9. Conor Murray (Garryowen/Munster) 54 caps, 8. Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster) 92 caps vc, 7. Sean O’Brien (UCD/Leinster) 45 caps, 6. CJ Stander (Munster) 11 caps, 5. Devin Toner (Lansdowne/Leinster) 43 caps, 4. Donnacha Ryan (Shannon/Munster) 43 caps, 3. Tadhg Furlong (Clontarf/Leinster) 12 caps, 2. Rory Best (Banbridge/Ulster) 101 caps captain, 1. Cian Healy (Clontarf/Leinster) 63 caps.
A disposizione per gli irlandesi
16. Niall Scannell (Dolphin/Munster) uncapped, 17. Jack McGrath (St. Mary’s/Leinster) 37 caps, 18. John Ryan (Cork Constitution/Munster) 2 cap, 19. Ultan Dillane (Corinthians/Connacht) 9 caps, 20. Josh van der Flier (UCD/Leinster) 6 caps, 21. Kieran Marmion (Corinthians/Connacht) 9 caps, 22. Ian Keatley (Young Munster/Munster) 4 caps, 23. Craig Gilroy (Dungannon/Ulster) 9 caps.
 

Altre risorse interessanti

Le squadre si studiano. Il Galles prova a fare la prima mossa al diciannovesimo con un azione rocambolesca. I dragoni sembrano aver trovato la prima meta del match, ma l’arbitro non è convinto, chiede l’intervento del quarto uomo che smentisce. Bisogna attendere il 28′ per sbloccare il risultato. L’Italia trova una meta con Edoardo Gori (5-0), supportato da un ottimo lavoro del capitano Sergio Parisse, successivamente trasformata (7-0).
Al 35′ Leigh Halfpenny accorcia le distanze su piazzato (7-3). Il primo tempo si chiude con il vantaggio azzurro. Nella ripresa la nazionale Galles trova ancora i pali su punizione al 45′ con Halfpenny (7-6), che si ripete al 52′ (7-9), dopo una punizione commessa dal numero 6 azzurro e al 55′ dopo un fuorigioco italiano (7-12). Gli azzurri concedono troppe punizioni. Gli italiani rallentano, soffrono. Al 57′ al Galles viene annullata un’altra meta dopo le consultazioni con il quarto uomo. I dragoni insistono, spingono fino a trovare la meta con Jonathan Davies (7-17), trasformata ancora da Halfpenny (7-19).
Negli ultimi minuti di gioco cambia tutto. I dragoni crescono e al 67′ trovano di nuovo la meta con Liam Williams (7-24), Halfpenny fa bene il suo lavoro (7-26) e viene nominato man of the match. Un’altra meta gallese arriva al 78′ con una lunga corsa di George North (7-29), ancora una volta trasformata da Halfpenny (7-33).
 

La meta di Edoardo Gori

 

Una meta mancata

 

LE FORMAZIONI IN CAMPO

Il XV azzurro: 15 Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 6 caps), 14 Giulio BISEGNI (Zebre Rugby, 5 caps), 13 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 37 caps), 12 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 84 caps), 11 Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 38 caps), 10 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 15 caps), 9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 56 caps), 8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 121 caps) – capitano, 7 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 3 caps), 6 Abraham STEYN (Benetton Treviso, 6 caps), 5 George BIAGI (Zebre Rugby, 14 caps), 4 Marco FUSER (Benetton Treviso, 16 caps), 3 Lorenzo CITTADINI (Aviron Bayonnais, 53 caps), 2 Ornel GEGA (Benetton Treviso, 8 caps), 1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 9 caps).
Il XV gallese: 15 Leigh HALFPENNY (Tolone) 66 caps, 14 George NORTH (Northampton Saints) 65 caps, 13Jonathan DAVIES (Scarlets) 59 caps, 12 Scott WILLIAMS (Scarlets) 41 caps, 11 Liam WILLIAMS (Scarlets) 38 caps, 10 Dan BIGGAR (Ospreys) 51 caps, 9 Rhys WEBB (Ospreys) 23 caps, 8 Ross MORIARTY (Gloucester) 12 caps, 7 Justin TIPURIC (Ospreys) 46 caps, 6 Sam WARBURTON (Cardiff Blues) 69 caps, 5 Alun WYN JONES (Ospreys) 105 caps – capitano, 4 Jake BALL (Scarlets) 21 caps, 3 Samson LEE (Scarlets) 29 caps, 2 Ken OWENS (Scarlets) 45 caps, 1 Nicky SMITH (Ospreys) 7 caps.
 

Altre risorse interessanti

Quindicesima vittoria consecutiva per l’Inghilterra che come un treno in corsa travolge anche i galletti allo stadio di Twickenham a Londra.
Le mete sono di Te’o per inglesi e Slimani per la Francia, dopo un primo tempo equilibrato gestito grazie ai calci di Lopez e Farrell. Soddisfatto Eddie Jones, ct inglese, capace di traghettare la squadra alla vittoria. Da sottolineare la performance di Owen Farrell.
Ora i campioni in carica possono puntare al Grande Slam.

LE FORMAZIONI

Inghilterra: 15-Mike Brown; 14-Jonny May, 13-Jonathan Joseph, 12-Owen Farrell, 11-Elliot Daly; 10-George Ford, 9-Ben Youngs; 1-Joe Marler, 2-Dylan Hartley (captain), 3-Dan Cole, 4-Joe Launchbury, 5-Courtney Lawes, 6-Maro Itoje, 7-Tom Wood, 8-Nathan Hughes.
In panchina: 16-Jamie George, 17-Matt Mullan, 18-Kyle Sinckler 19-Teimana Harrison, 20-James Haskell, 21-Danny Care, 22-Ben Teo’o, 23-Jack Nowell.
Francia: 15-Scott Spedding; 14-Noa Nakaitaci, 13-Remi Lamerat, 12-Gael Fickou, 11-Virimi Vakatawa; 10-Camille Lopez, 9-Baptiste Serin; 1-Cyril Baille, 2-Guilhem Guirado (captain), 3-Uini Atonio, 4-Sebastien Vahaamahina, 5-Yoann Maestri, 6-Damien Chouly, 7-Kevin Gourdon, 8-Louis Picamoles.
In panchina: 16-Clement Maynadier, 17-Rabah Slimani, 18-Xavier Chiocci, 19-Arthur Iturria, 20-Loann Goujon, 21-Maxime Machenaud, 22-Jean Marc Doussain, 23-Yoann Huget.
 

Altre risorse interessanti

Il match di apertura a Edimburgo si è concluso con una batosta per l’Irlanda. I verdi favoriti del torneo, soffrono nel primo tempo, recuperano nel secondo ma non riescono ad espugnare il Murrayfield.
Gli highlander sono risoluti, rinnovati e dimostrano di aver cambiato passo: 27-22 è il risultato finale. Nel primo tempo, la Scozia trova ben tre mete e torna negli spogliatoi con un punteggio di 21-8.
Nella ripresa i giocatori in maglia blu soffrono, subendo un parziale di 14 punti da parte degli avversari che accorciano le distanze. Non basta. Il tempo è tiranno. La parità 22-22 dura poco. A decidere il match sono i due calci di punizione messi a segno da Laidlaw. Complimenti Scozia!

Vittoria scozzese

Marcatori: 9′ m. Hogg tr. Laidlaw, 21′ m. Hogg tr. Laidlaw, 26′ m. Earls, 30′ m. Dunbar tr. Laidlaw, 34′ cp. Jackson, 48′ m. Henderson tr. Jackson, 22′ m. Jackson tr. Jackson, 73′ cp. Laidlaw, 80′ cp. Laidlaw.

Le formazioni

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Huw Jones, 12 Alex Dunbar, 11 Tommy Seymour, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Josh Strauss, 7 Hamish Watson, 6 Ryan Wilson, 5 Jonny Gray, 4 Richie Gray, 3 Zander Fagerson, 2 Fraser Brown, 1 Allan Dell.
In panchina: 16 Ross Ford, 17 Gordon Reid, 18 Simon Berghan, 19 Tim Swinson, 20 John Barclay, 21 Ali Price, 22 Duncan Weir, 23 Mark Bennett.
Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Paddy Jackson, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O’Brien, 6 CJ Stander, 5 Devin Toner, 4 Iain Henderson, 3 Tadgh Furlong, 2 Rory Best, 1 Jack McGrath.
In panchina: 16 Niall Scannell, 17 Cian Healy, 18 John Ryan, 19 Ultan Dillane, 20 Josh van der Flier, 21 Kieran Marmion, 22 Ian Keatley, 23 Tommy Bowe.
 

Altre risorse interessanti

Sabato 4 Febbraio 2017, allo stadio di Murrayfield, Edimburgo, l’Irlanda scenderà in campo contro la Scozia. il ct dei verdi Joe Schmidt ha reso noto l’elenco del XV che debutterà nella prima giornata del torneo. Con Johnny Sexton fuori per infortunio, l’Irlanda schiera Conor Murray e Paddy Jackson all’apertura con con Robbie Henshaw e Garry Ringros al centro. Rob Kearney è chiamato a terzino con Simon Zebo e Keith Earls sulle ali. Niall Scannell, Cian Healy, John Ryan, Ultan Dillane, Josh van der Flier, Kieran Marmion, Ian Keatley e Tommy Bowe saranno nominati nelle sostituzioni.
 

Il XV irlandese anti Scozia

15. Rob Kearney (UCD/Leinster) 72 caps, 14. Keith Earls (Young Munster/Munster) 54 caps, 13. Garry Ringrose (UCD/Leinster) 3 caps, 12. Robbie Henshaw (Buccaneers/Leinster) 24 caps, 11. Simon Zebo (Cork Constitution/Munster) 28 caps, 10. Paddy Jackson (Dungannon/Ulster) 19 caps, 9. Conor Murray (Garryowen/Munster) 53 caps, 8. Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster) 91 caps vc, 7. Sean O’Brien (UCD/Leinster) 44 caps, 6. CJ Stander (Munster) 10 caps, 5. Devin Toner (Lansdowne/Leinster) 42 caps, 4. Iain Henderson (Ballynahinch/Ulster) 28 caps, 3. Tadhg Furlong (Clontarf/Leinster) 11 caps, 2. Rory Best (Banbridge/Ulster) 100 caps captain, 1. Jack McGrath (St. Mary’s/Leinster) 36 caps.
A disposizione: 16. Niall Scannell (Dolphin/Munster) uncapped, 17. Cian Healy (Clontarf/Leinster) 62 caps, 18. John Ryan (Cork Constitution/Munster) 1 cap, 19. Ultan Dillane (Corinthians/Connacht) 8 caps, 20. Josh van der Flier (UCD/Leinster) 5 caps, 21. Kieran Marmion (Corinthians/Connacht) 9 caps, 22. Ian Keatley (Young Munster/Munster) 4 caps, 23. Tommy Bowe (Belfast Harlequins/Ulster) 67 caps.

Si affida all’esperienza il Galles nel primo match dell’RBS 6 Nazioni 2017. Nel XV che affronterà l’Italia domenica allo Stado Olimpico alle 15.00 (diretta su DMAX a partire dalle 14.20), Rob Howley schiera Halfpenny come estremo e si affida alla mediana formata da Biggar e Webb. La coppia di centri sarà formata da Jonathan Davies e Scott Williams. “A Roma troveremo una Italia fortemente motivata”, è il monito del ct dei dragoni. “Sono felice di aver recuperato cinque giocatori che non erano a disposizione contro il Sudafrica a novembre – ha continuato Howley. Abbiamo una squadra esperta per affrontare l’Italia”.

Questo il XV gallese che scenderà in campo domenica all’Olimpico di Roma:

15 Leigh HALFPENNY (Tolone) 66 caps, 14 George NORTH (Northampton Saints) 65 caps, 13Jonathan DAVIES (Scarlets) 59 caps, 12 Scott WILLIAMS (Scarlets) 41 caps, 11 Liam WILLIAMS (Scarlets) 38 caps, 10 Dan BIGGAR (Ospreys) 51 caps, 9 Rhys WEBB (Ospreys) 23 caps, 8 Ross MORIARTY (Gloucester) 12 caps, 7 Justin TIPURIC (Ospreys) 46 caps, 6 Sam WARBURTON (Cardiff Blues) 69 caps, 5 Alun WYN JONES (Ospreys) 105 caps – capitano, 4 Jake BALL (Scarlets) 21 caps, 3 Samson LEE (Scarlets) 29 caps, 2 Ken OWENS (Scarlets) 45 caps, 1 Nicky SMITH (Ospreys) 7 caps.
A disposizione: 16 Scott BALDWIN (Ospreys) 28 caps, 17 Rob EVANS (Scarlets) 12 caps, 18 Tomas FRANCIS (Exeter Chiefs) 17 caps, 19 Cory HILL (Newport Gwent Dragons) 3 caps, 20 James KING (Ospreys) 10 caps, 21 Gareth DAVIES (Scarlets) 21 caps, 22 Sam DAVIES (Ospreys) 3 caps,23 Jamie ROBERTS (Harlequins) 86 caps.
Il CT azzurro Conor O’Shea parte dalla sua ultima apparizione da giocatore nel Torneo per raccontare l’avvicinamento suo e degli Azzurri al debutto nell’RBS 6 Nazioni 2017, domenica all’Olimpico contro il Galles. “Sono cresciuto guardando e amando il Torneo, ho avuto la fortuna di giocarlo come 5 e 6 Nazioni: è una competizione incredibile, sono onorato di avere l’opportunità di guidare l’Italia in questo evento” ha detto O’Shea nella conferenza stampa di oggi presso il ritiro azzurro insieme al Manager Luigi Troiani per l’annuncio della formazione che affronterà i Dragoni.

Il XV azzurro al debutto allo Stadio Olimpico

15 Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 6 caps), 14 Giulio BISEGNI (Zebre Rugby, 5 caps), 13 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 37 caps), 12 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 84 caps), 11 Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 38 caps), 10 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 15 caps), 9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 56 caps), 8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 121 caps) – capitano, 7 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 3 caps), 6 Abraham STEYN (Benetton Treviso, 6 caps), 5 George BIAGI (Zebre Rugby, 14 caps), 4 Marco FUSER (Benetton Treviso, 16 caps), 3 Lorenzo CITTADINI (Aviron Bayonnais, 53 caps), 2 Ornel GEGA (Benetton Treviso, 8 caps), 1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 9 caps).
A disposizione: 16 Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 82 caps), 17 Sami PANICO (Patarò Calvisano, 6 caps), 18 Pietro CECCARELLI (Zebre Rugby, 5 caps), 19 Joshua FURNO (Zebre Rugby, 36 caps), 20 Francesco MINTO (Benetton Treviso, 31 caps), 21 Giorgio BRONZINI (Benetton Treviso, 3 caps), 22 Tommaso ALLAN (Benetton Treviso, 27 caps), 23 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 25 caps).