Centinaia di migliaia di persone si sono riversate per le strade della capitale irlandese per assistere alla grande parata militare per i 100 anni dalla Rivolta di Pasqua contro il dominio britannico.
Durante la commemorazione di uno degli episodi più qualificanti della storia irlandese, il presidente Michael D Higgins ha deposto una corona di fuori davanti il General Post Office, l’ex quartier generale dei ribelli.
Poco dopo mezzogiorno è arrivato il turno del corteo militare, 3.722 persone appartenenti alle forze di difesa, che ha sfilato lungo O’Connell Street, dove, il Lunedì di Pasqua del 1916, la Proclamazione dello stato d’Irlanda è stata letta dal leader ribelle Patrick Pearse.
 


 
Un minuto di silenzio, per le centinaia di persone che furono uccise durante i sei giorni dell’insurrezione, è stato interrotto da un rullo di tamburo, poi il tricolore e l’inno nazionale irlandese Amhrán na bhFiann hanno animato le celebrazioni, che hanno visto impegnati anche sei aerei militari.

 
Un momento magico quando nel centro di Dublino ha risuonato la canzone ‘Oh Danny Boy’
 

 

 

Tra gli spettatori erano presenti quasi 5 mila discendenti dei ribelli.

 


 
Il presidente della Repubblica, Michael D. Higgins e il premier ad interim Enda Kenny hanno deposto fiori in alcuni luoghi chiave della rivolta, incluso il carcere di Kilmainham, dove furono giustiziati 14 leader dei rivoltosi.
 

Altre risorse interessanti

I festaioli hanno atteso dalle sette di questa mattina le celebrazioni del St Patrick’s Day 2016.
Secondo le stime, circa 600 mila persone hanno assistito alla sfilata dei carri lungo O’Connell Street. Il presente e il futuro si sono ritrovati, oggi, con ispirazioni al 100° anniversario del 1916, quando gli irlandesi ottennero l’indipendenza con la Rivolta di Pasqua. Ne ha parlato anche il presidente Michael D. Higgins nel suo discorso alla nazione.
Bambini di tutta l’Irlanda hanno condiviso le loro idee. Sono sei mesi, che le scuole si preparano al grande evento, il Saint Patrick’s Day. Molti familiari, per assistere alla parata e applaudire i propri figli sono arrivati alle sette di questa mattina pur di guadagnare un posto con una buona vista sulla sfilata. Lungo il percorso, le autorità cittadine hanno allestito dodici tribune, per un totale di 1.935 posti a sedere.

 

 

 

 
Il messaggio di quest’anno è rivolto “al futuro”, quello menzionato dal presidente Michael D. Higgins nel suo discorso alla nazione. C’erano 3 mila figuranti a marciare lungo i 2,7 chilometri di percorso che ha interessato la città di Dublino. 14 le bande musicali e una sezione cerimoniale ha chiuso il corteo. Oltre alla capitale, le celebrazioni hanno coinvolto altre città irlandesi. Si stimano in 80 mila i partecipanti alla sfilata di Limerick.

 

 

Altre risorse interessanti

Anche quest’anno il leader degli U2 si è presentato a Grafton Street per regalare un po’ di emozioni in musica accompagnato da Glen Hansard, The Script, Hozier e The Coronas.
Come da tradizione, Bono non ha deluso i suoi fan e alla vigilia di Natale si è presentato lungo Grafton, la via dello shopping, insieme a Hozier e Hansard.
Un piccolo concerto acustico a forte impatto, soprattutto quando il gruppetto ha eseguito “Every Breaking Wave”, il brano contenuto nell’ultimo album “Songs of Innocence”.
 

Concerto a sorpresa

 

 

 

 
L’iniziativa benefica è stata organizzata dai protagonisti per raccogliere fondi da destinare all’associazione The Simon Community, che si occupa dei senzatetto.
 

Altre risorse interessanti

Zalando apre un nuovo centro di ricerca e sviluppo nella Silicon Docks di Dublino. Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato il premier irlandese Enda Kenny.
Continua l’espansione di Zalando in Europa che varca i confini della Germania per arrivare a Dublino dove ieri è stato inaugurato un centro di ricerca e sviluppo. L’investimento è sostenuto dal Dipartimento irlandese per il lavoro e per l’innovazione attraverso IDA Ireland.
Il rivenditore di abbigliamento, presente su 15 mercati europei tra cui Italia, Regno Unito, Francia, Germania e Spagna, ha annunciato 200 nuovi posti di lavoro in tre anni. Il colosso di vestiti è a caccia di scienziati e ingegneri del software.

Parlando in occasione del lancio ufficiale del centro, l’amministratore delegato e fondatore Robert Gentz ha detto che l’investimento a Dublino gioca un ruolo importante sull’espansione di Zalando in Europa. Il Taoiseach Enda Kenny, presente al taglio del nastro, ha dichiarato: “L’Irlanda ha un’alta reputazione e si sta assestando come capitale di Internet in Europa. La decisione di Zalando di aprire a Dublino rafforzerà la Silicon Docks già sede di alcune delle più grandi società al mondo. Il governo continuerà a garantire che le aziende come Zalando investano in Irlanda per raggiungere il nostro obiettivo: la piena occupazione nel 2018”.


Zalando, con sede a Berlino, è stata fondata nel 2008 da David Schneider e Robert Gentz ed è specializzata nella vendita di abbigliamento, attrezzature sportive e scarpe. L’azienda tedesca vanta quasi 15 milioni di clienti attivi, ha circa 100 milioni di visite ogni mese e offre un negozio one-stop per gli uomini, donne e bambini con più di 1.500 marchi. L’anno scorso, Zalando ha fatto registrare entrate pari a €2,2 miliardi.
 

Altre risorse interessanti

A Blackrock un uomo è sceso in strada nudo ed ha iniziato a correre cercando di sfuggire agli agenti di polizia che lo inseguivano.

Hanno faticato un po’ le forze dell’ordine per bloccarlo – come si evince dal video – ma alla fine hanno avuto la meglio.

Un uomo completamente nudo si è lanciato in una corsa sfrenata in mezzo al traffico di Blackrock, fino a quando alcuni poliziotti lo hanno immobilizzato. Ecco il video.

 

Altre risorse interessanti

Nella Giornata dei diritti umani a Dublino, gli irlandesi sono scesi in piazza per protestare contro la tassazione dell’acqua per uso domestico. il comitato Right2water sostiene l’accesso all’acqua come bene comune, un diritto umano riconosciuto dalle Nazioni Unite.

Momenti di tensione si sono registrati a Kildare Street dove i manifestanti hanno forzato il cordone di polizia cercando di sfondare le barriere. Un agente è rimasto ferito, soccorso e trasportato in ospedale per una lesione agli occhi.

Gli organizzatori della protesta «Right2Water» hanno stimato una presenza di 100 mila persone nella capitale irlandese, mentre la polizia parla di 30 mila manifestanti. Una protesta destinata a continuare fino a quando non verranno abolite le tasse sull’acqua assicurano i manifestanti che incassano il sostegno del leader del Sinn Féin Gerry Adams.
 

 

La protesta

Secondo il ministro dell’Ambiente, Alan Kelly, i rincari sull’acqua sono necessari per migliorare le infrastrutture idriche, male gestite da chi lo ha preceduto. Anche Paudie Coffey, il ministro di Stato presso il Dipartimento dell’ambiente è intervenuto in seguito alla manifestazione, per scoraggiare i manifestanti e per ribadire che la protesta non avrà alcun effetto sulle decisioni già prese dal governo. Il rischio per l’esecutivo è quello di avere un’astensione di massa, ossia il rifiuto da una parte della popolazione di pagare le bollette.

 

Altre risorse interessanti

Miu Miu raggiunge Dublino e apre all’interno del centro Brown Thomas a Grafton Street.

Disegnato dall’architetto Roberto Baciocchi, il negozio al piano terra di Miu Miu è dedicato alle collezioni di borse e accessori.

Miu Miu è una casa di moda italiana appartenente al Gruppo Prada.

Miu Miu

Fondata nel 1993, il marchio prende il proprio nome in prestito da un nomignolo con cui viene chiamata la sua fondatrice Miuccia Prada. Nel 2011 una sfilata-evento ha portato Miu Miu in Cina, al Park Hyatt di Shanghai, come è successo per Prada a gennaio dello stesso anno con un importante evento a Pechino.

Miu Miu è la rappresentazione più libera della creatività di Miuccia. Volutamente lontano dall’immaginario estetico tradizionale, il marchio si fa portavoce di una donna emancipata e consapevole. La forza diretta di Miu Miu oscilla tra spirito naif e iridescente sovversione, e racconta l’anima più ribelle e seducente della femminilità contemporanea.

Dallo spirito indipendente e anticonformista di Miuccia, nel 1993 nasce Miu Miu. È l’avamposto della femminilità più ricercata, l’espressione tangibile dell’energia che le donne, con le loro contraddizioni spontanee e le personalità provocatorie, trasferiscono nella società contemporanea.

Miu Miu è un laboratorio di espressioni stilistiche nuove, che giocano con la natura cangiante della moda, dove la sperimentazione è lo spazio nel quale la creatività istintiva è più libera di esprimersi.

 

Altre risorse interessanti

Presentazione e degustazione di prodotti food & wine italiani ai buyer irlandesi.

La FIBI, Federation of Italian Business in Ireland in partnership con la Strive International Consulting Ltd , organizza “Tasting Italy in Dublin”, un tasting mirato ad importatori e buyer irlandesi.

Il 3 Dicembre 2014 a Dublino, presso il Pinocchio Restaurant, le aziende italiane incontreranno direttamente gli operatori economici irlandesi interessati a degustare ed eventualmente acquistare le loro eccellenze.

Tasting Italy in Dublin

 

Tasting Italy in Dublin

Il Made in Italy agroalimentare si presenta agli importatori Irish attraverso una iniziativa di tasting volta alla promozione delle tipicità italiane sul mercato irlandese. Lo scopo del progetto è quello di aprire uno sbocco in un mercato molto interessante per il food & wine come quello irlandese. Nell’ultimo anno le importazioni di prodotti agroalimentari sono cresciute del 9% con un fatturato totale del settore di circa 13 miliardi di euro e sono ancora in crescita.

Interessanti le prospettive di sviluppo: il consumatore irlandese è notevolmente attratto dalle produzioni agroalimentari Made in Italy; in molti casi sa già riconoscere i prodotti italiani e dimostra di apprezzare sempre di più la dieta mediterranea e l’Italian Cooking Style per i suoi indiscussi principi salutistici.

Le analisi dell´interscambio commerciale con l´Italia confermano questi aspetti: nell’ultimo anno le importazioni di prodotti alimentari dal nostro paese sono cresciute, in particolare quelle delle bevande e dei prodotti da forno.

Il food & wine Made in Italy è considerato di ottimo livello in generale e pieno di eccellenze per la tradizione millenaria e soprattutto la varietà di prodotti che si possono trovare di regione in regione cosa che manca in un’isola non molto grande come l’Irlanda.
Il progetto è strutturato sulla massima concretezza per ottenere come risultato immediato la promozione delle aziende, sviluppo di accordi commerciali con importatori e l’inserimento dei prodotti sul mercato irlandese.

La serata sarà interamente dedicata alla presentazione dei prodotti delle aziende partecipanti con la degustazione dei prodotti presentati. Le aziende avranno a disposizione uno spazio dedicato con schermo e proiettore per poter presentare durante la serata i prodotti, la storia, il territorio di provenienza delle aziende, i processi produttivi, le tradizioni storiche e le persone che lavorano in azienda.

L’evento è a numero chiuso, verranno invitati esclusivamente 40 operatori selezionati per permettere di raggiungere il massimo risultato.

Gli operatori che parteciperanno agli incontri diretti rientrano nelle seguenti categorie: Manager di Ristoranti, Chef, Floor Manager, Distributori Specializzati, Titolari di Negozi Gourmet, Wine shop, Delicatessen Shop, Catene di supermercati, Scuole di cucina, Strutture di catering.

 

Altre risorse interessanti

Cinquanta pasticceri, si ritroveranno a Temple Bar Venue per presentare le loro composizioni: torte magiche.

Si festeggia così il capolavoro dello scrittore inglese Roald Dahl, “Charlie e la fabbrica di cioccolato” la cui prima pubblicazione risale al 1964.

Con oltre 50 milioni di copie nel mondo e tradotto in 50 lingue, il romanzo popolare che ha ispirato anche il film di Tim Burton sarà al centro della festa Roald Dahl Day in programma nella capitale irlandese il prossimo sabato e domenica. Charlie ant the Chocolate FactoryI più piccoli avranno la possibiità di immergersi nel mondo fantastico creato dallo scrittore mentre nelle librerie del Regno Unito è già disponibile una versione del romanzo con un taglio per adulti.

 
Roald Dahl Day
 
Inoltre secondo alcune indiscrezioni riprese dalla stampa britannica, l’autore del libro avrebbe volutamente eliminato dalla versione finale del libro, il capitolo quinto dove invece comparirebbe un’altra stanza della fabbrica, la Vanilla Fudge Room.

 

Altre risorse interessanti

Confermata la presenza di Bono e The Edge che, nel nuovo film di John Carney, firmeranno la colonna sonora.
Lo sceneggiatore irlandese, classe ’72, vuole ripercorrere l’amore per la musica ambientata nella sua Dublino e, forse, alcune fasi della vita del frontman degli U2.
«Sing Street» sarà un «semi-autobiografico» anni ’80 con protagonista un quattordicenne, Cosmo, che in preda a crisi familiari e ristrettezze economiche formerà una band con i propri compagni di scuola. Giovane e ribelle, andrà in cerca di fortuna a Londra insieme alla sua ragazza aspirante modella.
 

Sing Street, il film

Carney è divenuto celebre per il suo «Once» datato 2006, dove si è aggiudicato un Oscar come miglior canzone. Protagonista di quel film il frontman dei Frames (dove suonava anche lui) Glen Hansard e Marketa Irglova. Hansard, tra l’altro, è un caro amico di Bono. I due si danno appuntamento ogni anno, durante le feste di Natale, lungo Grafton Street.
 

Once, il trailer 2006

 

Altre risorse interessanti