Anche quest’anno, la compagnia aerea irlandese ha annunciato nuove assunzioni 2018 riservati agli assistenti di volo Ryanair da impiegare negli scali italiani. Il vettore irlandese è molto attivo in Europa è vanta un trasporto annuale di 117 milioni di passeggeri nel 2016. Con 86 basi in tutta Europa e piani di crescita straordinariamente ambiziosi, la compagnia irlandese è in costante ricerca di assistenti di volo: personale di Cabina, hostess e steward.

Per partecipare alle selezioni di Assistenti di Volo Ryanair, assunzioni, occorre compilare un modulo di registrazione. Tale modello vi sottoporrà ad alcune domande, attraverso le quali, la compagnia potrà effettuare la scelta dei candidati. Possiamo anticipare che, tra i quesiti, sarete chiamati a rispondere sull’altezza (dovrete essere alti almeno un metro e 57 centimetri); e su altri dettagli che riguardano la vostra fisicità.

Una volta completata la modulistica di partecipazione alla selezione come Assistenti di volo Ryanair sarete istruiti sui vari documenti di cui necessità la compagnia di bandiera irlandese. Solitamente, si tratta di due fotocopie di un passaporto valido (fate attenzione, che abbia una scadenza di almeno 1 anno e mezzo a partire dalla data del colloquio), due copie del curriculum in lingua inglese e due foto formato passaporto.
 

Assistenti di Volo Ryanair: ecco le date per le assunzioni

Ryanair assume assistenti di volo da impiegare negli scali italiani. Si tratta di nuovi posti di lavoro da collocare nei vari aeroporti dove opera la compagnia irlandese. Scopri come partecipare ai Cabin Crew Day, scopri le date per le selezioni.
Le donne dovranno indossare una gonna fino al ginocchio con collant color carne e camicia, mentre gli uomini si dovranno presentare con pantaloni lunghi e camicia. Sconsigliamo vivamente jeans e abiti da discoteca e look che non rispondono ai criteri di selezioni, pena l’esclusione immediata.

 

La modalità di selezione

Ecco i requisiti di partecipazione alle selezioni. I candidati dovranno superare un test in lingua inglese e il colloquio con i responsabili, o chi per loro. Le selezioni di Assistenti di Volo, assunzioni 2018, iniziano con la compilazione di un modulo online e, se idonei, avrete la possibilità di partecipare al corso di formazioni presso il training centre Crewlink di Hahn, in Germania. Se non trovi la data che fa per te, o abbiamo già superato le date in elenco, allora scopri autonomamente le prossime selezioni.
 

Le prossime selezioni

Le date di partecipazione alla selezioni come assistenti di volo.

  • Toscana – Pisa, 28 novembre 2018
  • Abruzzo – Pescara, 28 novembre 2018
  • Sicilia – Palermo, 29 novembre 2018
  • Lazio – Roma, 5 dicembre 2018
  • Puglia – Bari, 6 dicembre 2018
  • Campania – Napoli, 6 dicembre 2018
  • Sicilia – Catania, 12 dicembre 2018
  • Emilia Romagna – Bologna, 13 dicembre 2018
  • Lombardia – Milano e Bergamo, 13 dicembre 2018

 

Hahn Training Centre (HTC)

Completato nel 2010, questo centro di formazione specializzato si trova a circa due chilometri da Francoforte Hahn. L’HTC dispone di quattro aule, sale studio, camera di combustione e di una Cabina Simulator. Un’ottima ‘scuola’ per la formazione di assistenti di volo nonché personale vario.

Nonnas Pizzas è alla ricerca di un pizzaiolo capace di lavorare sotto pressione e con spiccate doti relazionali.

L’azienda, che vanta di servire l’autentica pizza napoletana, ha aperto un punto vendita nella città di Derry, in Irlanda del Nord.

Si tratterebbe di un contratto a tempo indeterminato, 45 ore settimanali, con una retribuzione quantificata in 9 euro l’ora (circa 7,8 sterline). Sono richiesti due anni di esperienza nel settore, non è specificata la conoscenza dell’inglese, che resta comunque gradita, e la disponibilità a trasferirsi.

 

Lavorare da Nonna’s Pizzas

Per candidarsi: rivolgersi al seguente indirizzo email (nonnaswfp@gmail.com)

Numero dei posti: 1
Ore di lavoro alla settimana: 45
Salario minimo/massimo: 1600 euro mensili (1404 sterline)
Tipologia di contratto: Full-Time

Datore di lavoro/Riferimento agenzia

Nonna’s Pizzas – (https://nonnas.iwantfed.com/)
119 Spencer Rd, Derry BT47 6AE, Regno Unito
Phone: +44 28 7131 3400 (Info prefisso)

Inviare il curriculum vitae
Presentate la vostra candidatura a Mr Darren Bradley, facendo riferimento all’indirizzo email sopracitato: nonnaswfp@gmail.com. Vi consigliamo di scrivere in inglese, sia la lettera di presentazione che il curriculum.

 

Altre risorse interessanti

Quattro nuovi impianti che potrebbero costare fino a 900 milioni di euro, così il Dublin City Council approva i piani Microsoft. L’azienda americana può iniziare a costruire.

Col sì definitivo del Dublin City Council, Microsoft, nei prossimi tre anni, potrà iniziare a realizzare più data center in città. Stando alle ultime notizie, dovrebbero essere quattro: almeno tre centri saranno realizzati nel parco commerciale Grange Castle a Clondalkin per un costo totale di 800 milioni di euro.

L’azienda americana è stata una delle prime a sbarcare in europea, in tempi non sospetti. Correva l’anno 2007. Poi, negli anni, la domanda di servizi online si è ampliata costringendo i colossi americani a dotarsi di nuovi centri dati. Come Google, Amazon, Apple e Twitter, già radicati in Irlanda, anche Microsoft sembra riconfermare ancora una volta il legame con il paese. In fondo, le agevolazione fiscali e i collegamenti verso l’area atlantica fanno dell’Isola un piccolo tesoro per le compagnie straniere.

 

Microsoft

Lo confermano gli investimenti milionari delle altre multinazionali americane: Apple sta investendo 850 milioni a Galway mentre Facebook sta progettando di costruire un nuovo data center, da 200 milioni di euro, a Clonee, nella Contea di Meath. Allo stesso tempo, Amazon si espande a Dublino, con un piano che prevede di convertire l’ex fabbrica di biscotti Jacob.

 

Altre risorse interessanti

Fb sta progettando di assumere altre 200 persone presso la sede internazionale nella capitale. Lo rivela il The Irish Times.
Nuovi posti di lavoro saranno offerti nella sede di Facebook a Dublino nel quartiere dei Docks, dove è in allestimento un nuovo ufficio in grado di ospitare un migliaio di dipendenti, area che nel mese di dicembre si colora con i mercatini di Natale.
Il colosso americano impiega in Irlanda già 1.300 unità, destinate a diventare 1.500. Lo rivela al quotidiano irlandese Gareth Lambe, amministratore delegato di Fb: “Ci siamo impegnati ad investire nel paese. Dal 2008, abbiamo registrato una crescita impressionante”. “Sei anni fa siamo sbarcati nel paese con 30 dipendenti – aggiunge Lambe -, ora& contiamo di arrivare a 1.500 entro la fine dell’anno”.

L’azienda assume

Le mansioni previste per i neo assunti spaziano dal settore vendite alle infrastrutture, sul profilo ufficiale riservato alla sede dublinese, in questo momento, ci sono 85 posizioni aperte. Le offerte più ampie riguardano posizioni come Market Specialist, Global Sales e Small & Medium Business.
Il ministro irlandese per il Lavoro, Imprese e Innovazione, Richard Bruton, ha accolto favorevolmente l’annuncio: “Il fatto che Facebook ha scelto l’Isola come sede europea è una dimostrazione di orgoglio per il Paese”. “Questo significa che il paese è riconosciuto come un luogo in cui le aziende possono fare business e crescere molto rapidamente”, ha concluso Bruton.

Altre risorse interessanti

La società televisiva Sky ha annunciato 130 nuovi posti di lavoro, nel centro per la gestione del servizio clienti. Il reclutamento è stato affidato all’azienda Abtran.

Fondata nel 1997, Abtran si occuperà dei colloqui di assunzione. Il gruppo irlandese, che vanta una rapida espansione sull’isola e nel mondo, impiega più di 2 mila persone tra le città di Cork e Dublino, con contratti stipulati per imprese come Sky, Irish Water e altri fondi di investimento irlandesi.


Il ministro dell’agricoltura Simon Coveney ha confermato l’espansione di Sky nel sud Irlanda e affermato: “Questo nuovo investimento è incoraggiante, non solo per la cittadina di Cork e per quella di Dublino ma per l’intera economia irlandese”.

Il sito Abtran

La capitale è la patria europea della tecnologia: qui sono sbarcati i colossi dell’informatica, attirati dagli sgravi fiscali e dagli investimenti statali.

Apple, Facebook, Google. E ancora Ibm, Oracle, Microsoft hanno scelto l’Irlanda, in predominanza Dublino, come quartiere europeo. E ora è boom di informatici, anche italiani: li cercano come il pane, anche senza laurea. Lo racconta in un articolo, pubblicato su Il Fatto Quotidiano, Ludovica Liuni.
Secondo l’Aire (Anagrafe Italiani residenti all’estero), da 8.545 nel 2012 sono arrivati a 12 mila, gli italiani che hanno deciso di trasferirsi in Irlanda. Le stime dell’ambasciata italiana sono più alte: almeno 20 mila. «In Italia al massimo prendevo 1.500 euro al mese – spiega uno degli intervistati – qui arrivo a 3.400».
Nonostante la crisi economica degli ultimi anni, durante i quali l’Irlanda è stata costretta a chiedere aiuti di stato e accettare le condizioni imposte dalla Troika (costituita da rappresentanti della Commissione europea, della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale, ndr), l’esecutivo si è battuto per non modificare l’imposta sul reddito delle società e multinazionali, bloccata al 12,5%. Una politica di sgravi fiscali senza eguali, che fa da calamità sugli investitori esteri, visto che la media europea si attesta al 25,5%.
«Quando l’Irlanda è arrivata sull’orlo del fallimento, il governo ha fatto riforme importanti, senza tagliare ricerca e sviluppo», spiega – a ilfattoquotidiano.it – Giovanni Adorni Braccesi Chiassi, ambasciatore d’Italia nella capitale. «Le imprese crescono in maniera stabile e questo spiega perché tre anni fa la disoccupazione era al 15% e ora siamo al 9%», aggiunge il diplomatico. Ad essere attratti dalla vasta offerta di lavoro che arriva dall’Isola di Smeraldo sono i professionisti dell’information technology. In particolare si tratta di figure altamente qualificate, come ingegneri e laureati in informatica, che sempre più spesso sono affiancante da autodidatti anche privi di laurea. Le aziende cercano appassionati della tecnologia, profili orientati alla programmazione e allo sviluppo web, applicazioni telefoniche e altri device. E così Dublino cresce, anche grazie ai nostri connazionali.
«L’Italia non investe più sui nostri laureati. Negli anni ’90 il nostro Paese ospitava i laboratori delle maggiori aziende informatiche, da Ibm a Microsoft», spiega al giornale Roberto Baldoni. «Nel decennio successivo abbiamo perso il treno dell’informatica. Come pensiamo di sopravvivere come Paese nel futuro? Solo con il cibo e le borse?», si chiede il docente di Ingegneria dell’Informazione della Sapienza.
A quanto pare oltre al lavoro anche il salario attrae i giovani italiani. Luca, 27 anni, un ragazzo di Vigevano che lavora a Cork, con una laurea in matematica ancora da prendere e con tanta passione per l’informatica, spiega al Fatto: «Nel nostro Paese, dove ho lavorato per varie aziende, sono arrivato al massimo a guadagnare 1.500 euro al mese, qui arrivo a 3.400». E poi aggiunge: «Non sempre serve la laurea, qui ci sono tanti autodidatti». Un’altra testimonianza spiega come la laurea sia diventata un surplus.
 

Altre risorse interessanti

Apple annuncia nuovi posti di lavoro per dipendenti da inserire nella sede di Cork, nel sud dell’Irlanda.
L’annuncio è stato dato dal CEO di Apple, Tim Cook, durante una visita a Dublino dove ha incontrato il premier irlandese, Enda Kenny. I nuovi lavoratori saranno impiegati in alcuni ruoli chiave, come quello produttivo, il servizio clienti, nel settore finanza e nella gestione della catena logistica.
La corsa alla presentazione dei curriculum è iniziata, ma le posizioni saranno aperte soltanto a partire dalla metà del 2017. I neo assunti saranno collocati in un nuovo edificio di proprietà della Apple, nella zona industriale di Holyhill. Con queste nuove assunzioni, la società californiana toccherà le 6 mila unità impiegate a Cork.


Sgravi fiscali, l’Irlanda applica aliquote favorevoli alle imprese straniere
Le accuse rivolte alle multinazionali americane, di investire nell’Isola per via di un ‘morbido’ trattamento fiscale, non hanno fermato l’espansione di Apple. Il ministro delle Finanze, Michael Noonan, ha commentato positivamente questo nuovo annuncio: “la scelta della multinazionale dimostra che la polemica intorno all’accordo fiscale non ha danneggiato il suo entusiasmo per l’Irlanda”. Apple ha infatti annunciato anche la costruzione di un nuovo data center da 850 milioni di euro.
Già dal 1980, l’azienda di Cupertino è attiva in Irlanda con uffici che, principalmente, si occupano di assistenza clienti e supporto alle vendite. Negli stabilimenti irlandesi della Mela, si fa anche parte dell’assemblaggio di alcuni prodotti come gli iMac.
 

Altre risorse interessanti

Al momento ci sono 84 posizioni aperte nella sede di Dublino di Facebook, che vanno dal Design al Developer passando per i settori di Marketing e Finance.
Il colosso americano continua la sua espansione in Irlanda, creando un vero e proprio castello in vetro in Piazza Grand Canal 4, un ufficio gemello, un altro ancora, che accoglierà i nuovi assunti. Lo scopo dell’azienda è quello di raddoppiare i propri dipendenti, arrivando a quota duemila.
Il quartier generale europeo del social di Mark Zuckerberg si trova nella zona dei Dock, accanto a quello di Google, LinkedIn, Airbnb, Oracle e di altri colossi della tecnologia. Tavoli da ping pong, piccole stanze, grandi stanze, bar e terrazze, dove prendere il poco sole che ogni tanto si vede anche da queste parti, e grandi server fanno concorrenza all’universo di Facebook negli Usa, la sede californiana di Menlo Park. E poi ancora, a completare la lunga lista dei benefit per i lavoratori, c’è la mensa, ricca di alimenti, il muro dei pensieri e delle idee più o meno stravaganti.

L’azienda assume

A Dublino, il colosso americano vanta 53 dipartimenti e il più grande è riservato a privacy e sicurezza. Sui server di Facebook passano milioni di foto ogni giorno, si documentano le tendenze e lo stile di vita delle persone, che spontaneamente interagiscono con il social più famoso al mondo. Da domani, inoltre, ci saranno delle nuove emotion, i cosiddetti Facebook Reactions, che secondo i rumors, ci permetteranno di esprimere emozioni diverse, dall’amore alla rabbia. In tutto sono sette le sfumature emotive contemplate: si parte dal classico ‘Like’ seguito da ‘Love’, ‘Haha’, ‘Yay’, ‘Wow’, ‘Sad’ e ‘Angry’.
Consulta le posizione di lavoro aperte per la sede dublinese (qui l’elenco), Facebook accoglie nerd e giovani che hanno tanta voglia di mettersi in gioco.

 

La compagnia Cognizant cerca un Web Support Analyst di lingua Italiana con esperienza di tecnologie web (HTML, CSS, Java) da impiegare a Dublino.

Descrizione:
Cognizant cerca un Web Support Analyst da impiegare in Irlanda nella nuovissima sede, di recente creazione, situata nel centro di Dublino. Il Support Analyst Web lavorerà al fianco di un team di supporto multilingue (russo, olandese, tedesca, spagnola e italiana).
Responsabilità chiave:

  • Interfaccia con gli inserzionisti e vendita di servizi via telefono, e-mail, chat e videoconferenze
  • Eseguire e verificare l’attuazione di prodotti web con i clienti
  • Dare orientamento, sostegno, ai clienti su come utilizzare i prodotti
  • Fornire un servizio di alta qualità ai propri clienti, superando le aspettative dei clienti

Competenze chiave ed esperienza:
Esperienza nella realizzazione di siti internet, aggiornamento di siti web con conoscenza associata a HTML, CSS, Java (nozioni di base). Capacità di risoluzione dei problemi sui prodotti di marketing online. Conoscenza di piattaforme come WordPress, Shoppify, Magento, Drupal o simili (occorre conoscere almeno una piattaforma). E ancora esperienza di lavoro in ambiente B2B. Inoltre è richiesta una forte comunicazione, gestione delle relazioni e delle competenze di supporto.
Sono gradite altre conoscenze:

  • Analisi online o esperienze di prodotti pubblicitari
  • Certificati di Google AdWord o Analytics

Per candidarsi: compilare il modulo online (Cognizant: Web Support Analyst (HTML, CSS, Java) – Italian Speaking).

Numero dei posti: 1

Datore di lavoro/Riferimento agenzia

Cognizant
Job Number: EVUIR000219

L’Agenzia Laore Sardegna offre un viaggio studio nella costa sud ovest dell’Irlanda presso realtà di eccellenza del settore dell’acquacoltura.
La visita avrà una durata di cinque giorni lavorativi, con partenza prevista per mercoledì 14 ottobre e ritorno per domenica 18 ottobre 2015, e sarà l’occasione per conoscere, in particolare, aziende che si occupano della produzione di ricci di mare e molluschi bivalvi.
Sarà, inoltre, possibile effettuare scambi di esperienze con i rappresentanti del gruppo di azione costiera (GAC) e con i produttori. Potranno partecipare all’iniziativa 10 operatori che praticano la pesca del riccio di mare e che siano titolari di autorizzazione regionale alla pesca professionale subacquea, con priorità per le imprese ittiche collettive (consorzi, cooperative, società). Sono, inoltre, invitati i gruppi di azione costiera, con un massimo di un partecipante per GAC.
 

Viaggi studio

La manifestazione di interesse dovrà pervenire entro le ore 13 del prossimo 25 settembre, tramite posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo protocollo.agenzia.laore@legalmail.it o tramite consegna a mano all’Ufficio protocollo dell’Agenzia, in via Caprera n. 8 a Cagliari. Tale ufficio è aperto (esclusi i festivi) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14 e il martedì anche dalle 16 alle 18.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare i referenti di Laore:
– P.A. Andrea Palomba, 070 60262427
– Dott.ssa Iolanda Viale, 079 2558214 – 3482363093
Per maggiori informazioni consultare gli allegati
 

Altre risorse interessanti