Niente da fare per i galletti travolti dal Galles a Cardiff.
I dragoni rossi, campioni in carica si sono imposti durante la terza giornata per 27-6.
Prima frenata della Francia dopo le due vittorie consecutive, quella contro l’Inghilterra (26-24) e quella ai danni dell’Italia (30-10).

 

Formazioni in campo

Galles: Halfpenny, Cuthbert, North, Roberts, L. Williams, Priestland, Webb, Jenkins, Hibbard, A. Jones, Charteris, Ball, Lydiate, Warburton, Faletau. Replacements: Hook for Halfpenny (70), Biggar for Priestland (70), M. Phillips for Webb (70), James for Jenkins (70), Owens for Hibbard (56), R. Jones for A. Jones (70), Coombs for Ball (70), Tipuric for Lydiate (70).
Francia: Dulin, Huget, Bastareaud, Fofana, Bonneval, Plisson, Doussain, Domingo, Szarzewski, Mas, Pape, Maestri, Nyanga, Lauret, Picamoles, Debaty. Replacements: Fickou for Bastareaud (70), Tales for Plisson (63), Machenaud for Doussain (41), Forestier for Domingo (63), Mach for Szarzewski (63), Vahaamahina for Maestri (63), Debaty for Nyanga (50), Chouly for Debaty (62).
 
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.

Joe Schmidt allenatore della nazionale irlandese di rugby ha ufficializzato i nomi dei 33 papabili pronti a scendere in campo sabato come da calendario 6 nazioni 2014 contro l’Inghilterra a Twickenham, sfida valida per la terza giornata del Sei Nazioni.
L’Irlanda insegue un grande sogno, quello di vincere la Triple Crown e il Grande Slam. Torna Ryan dopo il recupero dovuto ad un intervento chirurgico al ginocchio in coppia in seconda fila con Iain Henderson e Mike McCarthy.
Fuori Dan Tuohy per un braccio rotto e poi ancora Felix Jones, l’ala Fergus McFadden e il mediano di mischia Eoin Reddan, di nuovo in campo dopo l’infortunio.
 

La lista dei 33 convocati da Joe Schmidt

Avanti (18)
Rory Best (Banbridge/Ulster)
Sean Cronin (St. Mary’s College/Leinster)
Cian Healy (Clontarf/Leinster)
Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster)
Iain Henderson (Ballynahinch/Ulster)
Chris Henry (Malone/Ulster)
David Kilcoyne (UL Bohemians/Munster)
Mike McCarthy (Leinster)
Jack McGrath (St. Mary’s College/Leinster)
Martin Moore (Lansdowne/Leinster)*
Jordi Murphy (Lansdowne/Leinster)*
Paul O’Connell (Young Munster/Munster)
Tommy O’Donnell (UL Bohemians/Munster)
Peter O’Mahony (Cork Constitution/Munster)
Mike Ross (Clontarf/Leinster)
Rhys Ruddock (St Mary’s College/Leinster)
Donnacha Ryan (Shannon/Munster)
Devin Toner (Lansdowne/Leinster)
Trequarti (15)
Isaac Boss (Terenure College/Leinster)
Gordon D’Arcy (Lansdowne/Leinster)
Robbie Henshaw (Buccaneers/Connacht)
Paddy Jackson (Dungannon/Ulster)
Felix Jones (Shannon/Munster)
David Kearney (Lansdowne/Leinster)
Rob Kearney (UCD/Leinster)
Ian Madigan (Blackrock College/Leinster)
Luke Marshall (Ballymena/Ulster)
Fergus McFadden (Old Belvedere/Leinster)
Conor Murray (Garryowen/Munster)
Brian O’Driscoll (UCD/Leinster)
Eoin Reddan (Lansdowne/Leinster)
Jonathan Sexton (Racing Metro 92)
Andrew Trimble (Ballymena/Ulster)
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone.
 

Altre risorse interessanti

Rizzo è stato squalificato in seguito agli episodi con Rabah Slimani, durante il match Francia v Italia allo Stade de France.
Entrambi i giocatori hanno ricevuto un cartellino rosso per violazione della regola 10.4 (pugno o colpo ad avversario).
 

 

Formazioni

Il rientro per Michele Rizzo è previsto il prossimo 3 marzo e quindi potrebbe prendere parte ai prossimi match del calendario 6 nazioni 2014 in programma l’8 e il 15 marzo. Tra le novità introdotte da Brunel, ci sarà invece Matias Aguero, pilone sinistro di Zebre Rugby, convocato dal CT della Nazionale Italiana.
Piloni
Matias AGUERO (Zebre Rugby, 22 caps)
Martin CASTROGIOVANNI (Toulon RC, 103 caps)
Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 29 caps)
Alberto DE MARCHI (Benetton Treviso, 14 caps)
Tallonatori
Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 61 caps)
Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 17 caps)
Seconde linee
Marco BORTOLAMI (Zebre Rugby, 101 caps)
Joshua FURNO (Biarritz Olympique, 145caps)
Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 43 caps)
Antonio PAVANELLO (Benetton Treviso, 22 caps)
Flanker/n.8
Robert BARBIERI (Benetton Treviso, 32 caps)
Mauro BERGAMASCO (Zebre Rugby, 97 caps)
Paul Edward DERBYSHIRE (Benetton Treviso, 20 caps)
Francesco MINTO (Benetton Treviso, 9 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 103 caps) – capitano
Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 82 caps)
Mediani mischia
Edoardo GORI (Benetton Treviso, 31 caps)
Tobias BOTES (Benetton Treviso, 21 caps)
Mediani d’apertura
Tommaso ALLAN (USAP Perpignan, 5 caps)
Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 38 caps)
Centri
Tommaso BENVENUTI (USAP Perpignan, 30 caps)
Michele CAMPAGNARO (Benetton Treviso, 4 caps)
Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby, 30 caps)
Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 28 caps)
Ali/Estremi
Mirco BERGAMASCO (Vea-FemiCZ Rovigo, 89 caps)
Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso, 1 cap)
Tommaso IANNONE (Zebre Rugby, 8 caps)
Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 54 caps)
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby, esordiente)
Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 4 caps)
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone.
 

Altre risorse interessanti

La Francia batte l’Inghilterra a Parigi e a fine partita un gruppo di tifosi esultano intonando la Marsigliese.
Un siparietto più che simpatico e che vale la pena vedere.
Così i francesi hanno saputo coniare una giornata storica che si è consumata a Parigi intonando la Marsigliese.

Formazioni in campo

Francia: 15-Brice Dulin, 14-Yoann Huget, 13-Mathieu Bastareaud, 12-Wesley Fofana, 11-Maxime Medard, 10-Jules Plisson, 9-Jean-Marc Doussain; 1-Thomas Domingo, 2-Benjamin Kayser, 3-Nicolas Mas, 4-Alexandre Flanquart, 5-Pascal Pape (captain), 6-Yannick Nyanga, 7-Bernard Leroux, 8- Louis Picamoles.
A disposizione: 16-Dimitri Szarzewski, 17-Yannick Forestier, 18-Rabah Slimani, 19-Yoann Maestri, 20-Antoine Burban, 21-Damien Chouly, 22-Maxime Machenaud, 23-Gael Fickou.
Inghilterra: 15-Mike Brown, 14-Jack Nowell, 13-Luther Burrell, 12-Billy Twelvetrees, 11-Jonny May, 10-Owen Farrell, 9-Danny Care; 1-Joe Marler, 2-Dylan Hartley, 3-Dan Cole, 4-Joe Launchbury, 5-Courtney Lawes, 6-Tom Wood, 7-Chris Robshaw (captain), 8-Billy Vunipola.
A disposizione: 16-Tom Youngs, 17-Mako Vunipola, 18-Henry Thomas, 19-Dave Attwood, 20-Ben Morgan, 21-Lee Dickson 22-Brad Barritt, 23-Alex Goode.
 

Altre risorse interessanti

Il primo tempo allo Stade de France tra Francia e Italia termina 9-3 per i galletti, nessuna meta i punti sono stati realizzati grazie ai piedi di Jean-Marc Doussain e Tommy Allan per gli azzurri.
La nostra Italia, nella prima fase di gioco ha dimostrato carattere ma troppi errori con i calci piazzati (ben tre), non potevano permetterseli con un avversario come la Francia. Un po’ di tensione in campo durante la ripresa del secondo tempo, ma la vittoria dei blues è inconfutabile.
Nella ripresa al 43′ è la Francia a trovare la meta con Picamoles (14-3), trasformata poi da Doussain (16-3) e qualche minuto dopo è ancora la Francia a trovare una nuova meta grazie alla splendida giocata del francese Wesley Fofana, trasformata poi da Doussain (23-3).

Ancora al 51′ su intercettazione di Wesley Fofana splendida azione dei galletti che permettono alla squadra di spiccare il volo con Bonneval che trova la meta (28-3), trasformata dal solito impeccabile Doussain (30-3). L’Italia reagisce al 57′ ma a pochi metri dalla linea avversaria commette un fallo.

Soltanto al 66′ gli azzurri con tanta rabbia riescono a schiacciare in meta, ma non c’è niente da fare, il quarto uomo non la convalida perché l’ovale resta sollevato da terra. Al 69′ è Sébastien Vahaamahina a lasciare il campo per scontare un cartellino giallo, ma al 70′ aumenta la tensione in campo e alcuni giocatori se le danno gratuitamente, costringendo l’arbitro ad estrarre ben due cartellini rossi.
Gli azzurri in situazione di vantaggio reagiscono e al 77′ trovano finalmente una meta siglata da Iannone (30-8), trasformata poi da Orquera (30-10). La sfida tra Francia e Italia nella seconda giornata del calendario 6 nazioni 2014 va ai galletti.

Formazioni in campo

Francia: 15-Brice Dulin; 14-Yoann Huget, 13-Mathieu Bastareaud, 12-Wesley Fofana, 11-Hugo Bonneval; 10-Jules Plisson, 9-Jean-Marc Doussain; 1-Thomas Domingo, 2-Dimitri Szarzewski, 3-Nicholas Mas, 4-Yoann Maestri, 5-Pascal Pape, 6-Yannick Nyanga, 7-Bernard Le Roux, 8-Louis Picamoles.
A disposizione: 16-Benjamin Kayser, 17-Yannick Forestier, 18-Rabah Slimani, 19-Sébastien Vahaamahina, 20-Damien Chouly, 21-Maxime Machenaud, 22-Francois Trinh-Duc, 23-Gael Fickou.
Italia: 15-Luke McLean; 14-Tomasso Ianonne, 13-Michele Campagnaro, 12-Gonzalo Garcia, 11-Leonardo Sarto; 10-Tommy Allan, 9-Edoardo Gori; 1-Alberto Di Marchi, 2-Leonardo Ghiraldini, 3-Martin Castrogiovanni, 4-Quintin Geldenhuys, 5-Joshua Furno, 6-Francesco Minto, 7-Mauro Bergamasco, 8-Sergio Parisse
A disposizione: 16-Davide Giazzon, 17-Michele Rizzo, 18-Lorenzo Cittadini, 19-Marco Bortolami, 20-Alessandro Zanni, 21-Tobias Botes, 22-Luciano Orquera, 23-Angelo Esposito.
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone.

L’Irlanda scende in campo per la seconda giornata del calendario 6 nazioni 2014 ospitando a Dublino il Galles.
I verdi spingono subito e al 7′ è Sexton a piazzare un calcio (3-0). Il giocatore irlandese si ripete al 17′ sempre con un calcio (6-0).
All’Aviva Stadium di Dublino i verdi insistono e trovano la prima meta del match con Henry (11-0). Trasformata poi da Sexton (13-0).
 

 

 
Il primo tempo termina con un vantaggio per l’Irlanda. Nella ripresa i gallesi cercano di attaccare ma è ancora l’Irlanda con il piede di Sexton (16-0) ad allungare al 45′. Ovazione per Paul O’Connell che lascia il campo da gioco al 54′. I primi punti della nazionale del Galles arrivano soltanto al 55′ su calcio piazzato, messo dentro da Halfpenny (16-3), prontamente replicato al 59′ ancora da Sexton (19-3), impeccabile. Nella seconda giornata del Sei Nazioni 2014, l’Irlanda porta a casa una strepitosa vittoria distruggendo di fatto le attese dei dragoni rossi che puntavano ad ottenere il Grande Slam.
Nella fase finale del gioco, i dragoni soffrono e i verdi invece ruggiscono cercando un’altra meta. I punti arrivano dopo uno strepitoso ‘carretto’ dal quale si è staccato Jackson che schiaccia in meta (24-3), trasformata poi dallo stesso Jackson (26-3).

Peter O’Mahony nominato man of the match.
Consulta la classifica Sei Nazioni.
 

Formazioni in campo

Irlanda: 15-Rob Kearney, 14-Andrew Trimble, 13-Brian O’Driscoll, 12-Gordon D’Arcy, 11-Dave Kearney, 10-Jonathan Sexton, 9-Conor Murray; 1-Cian Healy, 2-Rory Best, 3-Mike Ross, 4-Devin Toner, 5-Paul O’Connell (capt), 6-Peter O’Mahony, 7-Chris Henry, 8-Jamie Heaslip.
A disposizione: 16-Sean Cronin, 17-Jack McGrath, 18-Martin Moore, 19-Dan Tuohy, 20-Tommy O’Donnell, 21-Isaac Boss, 22-Paddy Jackson, 23-Fergus McFadden.
Galles: 15-Leigh Halfpenny, 14-Alex Cuthbert, 13-Scott Williams, 12-Jamie Roberts, 11-George North, 10-Rhys Priestland, 9-Mike Phillips; 1-Gethin Jenkins, 2-Richard Hibbard, 3-Adam Jones, 4-Andrew Coombs, 5-Alun Wyn Jones, 6-Dan Lydiate, 7-Sam Warburton (capt), 8-Taulupe Faletau.
A disposizione: 16-Ken Owens, 17-Paul James, 18-Rhodri Jones, 19-Jake Ball, 20-Justin Tipuric, 21-Rhys Webb, 22-James Hook, 23-Liam Williams.
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni e resta aggiornato sulla Classifica del Torneo.
 

Altre risorse interessanti

I campioni in carica, i dragoni rossi, sabato prossimo affronteranno alle ore 15.30 l’Irlanda pronta ad accoglierli in casa all’Aviva Stadium di Dublino, come da calendario 6 nazioni 2014.
L’allenatore della nazionale gallese di rugby, Gatlan ha già reso nota la lista dei convocati.
Warburton, che sta lottando per superare un infortunio alla spalla, torna come capitano del Galles al posto di Tipuric. Durante l’ultimo match contro gli azzurri, ha giocato soltanto gli ultimi 16 minuti di gioco.
 

 

Il XV del GALLES

Leigh Halfpenny (Cardiff Blues), Alex Cuthbert (Cardiff Blues), Scott Williams (Scarlets), Jamie Roberts (Racing Metro), George North (Northampton Saints), Rhys Priestland (Scarlets), Mike Phillips (Racing Metro), Gethin Jenkins (Cardiff Blues), Richard Hibbard (Ospreys), Adam Jones (Ospreys), Andrew Coombs (Newport Gwent Dragons), Alun Wyn Jones (Ospreys), Dan Lydiate (Racing Metro), Sam Warburton (capt – Cardiff Blues), Taulupe Faletau (Newport Gwent Dragons).
A disposizione: Ken Owens (Scarlets), Paul James (Bath Rugby), Rhodri Jones (Scarlets), Jake Ball (Scarlets), Justin Tipuric (Ospreys), Rhys Webb (Ospreys), James Hook (Perpignan), Liam Williams (Scarlets).
 

Altre risorse interessanti

Vittoria netta della nazionale di rugby irlandese a Dublino che si è imposta per 28-6 sulla nazionale scozzese. Per la Scozia nessuna meta, soltanto due trasformazioni affidate al piede di Laidlaw.
I verdi invece hanno strappato la vittoria agli avversari con le mete di Trimble, Heaslip e R. Kearney, mentre Sexton è stato all’altezza e ha messo dentro tre calci piazzati e due trasformazioni.
La classifica dopo la prima giornata, vede ora l’Irlanda al primo posto seguita da Galles e Francia. A zero punti l’Italia, l’Inghilterra e la Scozia.

Secondo il calendario 6 nazioni i nuovi match validi per la seconda giornata del Torneo, si svolgeranno l’8 e il 9 febbraio 2014, con la nazionale irlandese che giocherà di nuovo in casa.

Formazioni in campo

Irlanda: 15-Rob Kearney, 14-Andrew Trimble, 13-Brian O’Driscoll, 12-Luke Marshall, 11-Dave Kearney, 10-Jonny Sexton, 9-Conor Murray, 1-Cian Healy, 2-Rory Best, 3-Mike Ross, 4-Devin Toner, 5-Dan Tuohy, 6-Peter O’Mahony, 7-Chris Henry, 8-Jamie Heaslip.
Disponibili: 16-Sean Cronin for Best 65, 17-Jack McGrath for Healy 63, 18-Martin Moore for Ross 62, 19-Iain Henderson for Toner 73, 20-Tommy O’Donnell for O’Mahony 65, 21-Isaac Boss for Murray 72, 22-Paddy Jackson Sexton 72; 23. Fergus McFadden for O’Driscoll 72.
Scozia: 15-Stuart Hogg, 14-Sean Maitland, 13-Alex Dunbar, 12-Duncan Taylor, 11-Sean Lamont, 10-Duncan Weir, 9-Greig Laidlaw; 1-Ryan Grant, 2-Ross Ford, 3-Moray Low, 4-Tim Swinson, 5-Jim Hamilton, 6-Ryan Wilson, 7-Kelly Brown, 8-David Denton.
Disponibili: 16-Pat MacArthur for Ford 67, 17-Alasdair Dickinson for Grant 52, 18-Geoff Cross for Low 65, 19-Richie Gray for Hamilton 56, 20-Johnnie Beattie for Brown 56, 21-Chris Cusiter for Laidlaw 73, 22-Matt Scott for Taylor 64; 23-Max Evans for Maitland 31.
 

Altre risorse interessanti

Inizio strepitoso per la Francia che dopo soltanto 32 secondi va in vantaggio con Yoann Huget che galoppa verso i pali avversari fino a schiacciare in meta (5-0).
Ma i padroni di casa, sbagliano poi la conversione. Al 5′ minuto di gioco è Farrell su punizione ad accorciare le distanze (5-3), copione che si ripete anche per la nazionale di rugby francese con Doussain che concretizza al 9′ (8-3).
Al 13′ è ancora Huget a trovare la seconda meta personale  del match (13-3) ma la Francia continua a sbagliare le conversioni.

Ancora Doussain di piede al 22′ allunga (16-3). Il match è caratterizzato da molti errori e solo al 35′ l’Inghilterra rialza la testa con la meta di Mike Brown (16-8), ma Farrell non riesce a concretizzare.
 

 

 

Secondo tempo

Nella ripresa è l’Inghilterra a condurre il match fino all’ottantesimo quando i galletti trovano una splendida meta, successivamente trasformata che gli garantisce la vittoria finale. Farrell al 43′ centra i pali su punizione (16-11), segue al 48′ la meta dell’inglese Luther Burrell (16-16), trasformata da Farrell che non sbaglia (16-18).

 
L’Inghilterra controlla e allunga al 56′ con un drop di Danny Care (16-21).

 
Al 70′ la Francia accorcia con il piede di Machenaud (19-21) che rincuora i tifosi francesi presenti allo Stade de France ma la risposta non si fa attendere e al 72′ è Alex Goode (19-24) ad assicurare un po’ di respiro per la nazionale inglese. Quando tutto sembra oramai compiuto e l’Inghilterra comincia ad assaporare la vittoria, arriva la doccia fredda al 76′ con la meta di Gael Fickou (24-24), trasformata da Maxime Machenaud (26-24). Il secondo match del calendario 6 nazioni 2014 va ai galletti.
 

Formazioni in campo

Francia: 15-Brice Dulin, 14-Yoann Huget, 13-Mathieu Bastareaud, 12-Wesley Fofana, 11-Maxime Medard, 10-Jules Plisson, 9-Jean-Marc Doussain; 1-Thomas Domingo, 2-Benjamin Kayser, 3-Nicolas Mas, 4-Alexandre Flanquart, 5-Pascal Pape (captain), 6-Yannick Nyanga, 7-Bernard Leroux, 8- Louis Picamoles.
A disposizione: 16-Dimitri Szarzewski, 17-Yannick Forestier, 18-Rabah Slimani, 19-Yoann Maestri, 20-Antoine Burban, 21-Damien Chouly, 22-Maxime Machenaud, 23-Gael Fickou.
Inghilterra: 15-Mike Brown, 14-Jack Nowell, 13-Luther Burrell, 12-Billy Twelvetrees, 11-Jonny May, 10-Owen Farrell, 9-Danny Care; 1-Joe Marler, 2-Dylan Hartley, 3-Dan Cole, 4-Joe Launchbury, 5-Courtney Lawes, 6-Tom Wood, 7-Chris Robshaw (captain), 8-Billy Vunipola.
A disposizione: 16-Tom Youngs, 17-Mako Vunipola, 18-Henry Thomas, 19-Dave Attwood, 20-Ben Morgan, 21-Lee Dickson 22-Brad Barritt, 23-Alex Goode.
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.
 

Altre risorse interessanti

Sconfitta a Cardiff dai dragoni rossi, l’Italia ha dimostrato carattere e forza. La squadra di Brunel però ancora pecca di ingenuità e i campioni in carica non perdonano alcun errore.
Al Millennium Stadium i favoriti e padroni di casa, hanno tremano di fronte agli azzurri che sono andati due volte in meta con Michele Campagnaro che ha raggiunto lo spogliatoio insignito del titolo di man of the match. Hanno assistito al primo match del calendario sei nazioni 2014, 66.974 spettatori.
Il Galles soffre durante la prima fase di gioco, l’Italia parte bene ma dopo soli 4 minuti di gioco, una piccola ingenuità, regala il vantaggio ai dragoni, con Cuthbert che schiaccia in meta (5-0).
Halfpenny non sbaglia e mette l’ovale in mezzo ai pali (7-0). L’Italia tiene botta grazie alla touche e alla mischia e al 14′ è Allen ad accorciare su punizione (7-3).
Halfpenny risponde subito al 22′ e allunga (10-3). Al 37′ Parisse schiaccia in meta, ma l’arbitro irlandese annulla. Al 39′ invece è Scott Williams a trovare la meta (15-3), trasformata poi da Halfpenny (17-3).
 

 

 

Secondo tempo

Nella seconda fase di gioco, gli azzurri accorciano con una meta di Campagnaro (17-8), trasformata da Sarto (17-10). Allan sbaglia un piazzato ma Halfpenny continua ad allungare al 27′ (20-8). Un minuto al 29′ è Campagnaro a schiacciare in meta (20-15), doppietta che lo consacra man of the match. Nulla cambia fino al 33′ con Halfpenny che riesce ancora a mettere dentro un piazzato e consolida così il risultato finale (23-15).

 

Formazioni in campo

Galles: Halfpenny, Cuthbert, S. Williams, Roberts, North, Priestland, Phillips (28′ st Webb), Faletau, Tipuric, Lydiate (25’st Warburton), A.W. Jones, Charteris (18′ st Coombs), A. Jones (25′ st R. Jones), Hibbard (28′ st Owens), James (39′ st Bevington). (22 Hook, 23 L. Williams). All.: Gatland.
Italia: McLean, Esposito, Campagnaro, Sgarbi, Sarto (37′ st Iannone), Allan, Gori (26′ st Botes), Parisse, Ma. Bergamasco (18′ st Minto), Zanni (33′ st Ma. Bergamasco), Bortolami (29′ st Furno), Geldenhuys, Castrogiovanni (29′ st Cittadini), Ghiraldini (18′ st Giazzon), Rizzo (16′ st De Marchi). (22 Orquera). All.: Brunel.
Arbitro: Lacey (Irlanda).
Marcatori: nel pt 4′ Cuthbert meta, tr. Halfpenny, 13′ Allan c.p., 29′ Halfpenny c.p, 39′ S. Williams meta, tr. Halfpenny; nel st 3′ Campagnaro meta, 28′ Halpenny c.p., 30′ Campagnaro meta, tr. Allan, 34′ Halpenny c.p.
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.
 

Altre risorse interessanti