Splendida Scozia. La grinta dei padroni di casa non basta a fermare i dragoni rossi che espugnano lo stadio di Murrayfield.

Il match tra Scozia e Galles parte in salita per i dragoni rossi che dopo un momentaneo vantaggio su piazzato di Leigh Halfpenny (0-3) subiscono una meta al nono minuto di gioco. Lo scozzese Stuart Hogg se ne va in una corsa solitaria fino a schiacciare in mezzo ai pali (5-3). Laidlaw trasforma la meta e la Scozia allunga (7-3). L’impresa scozzese continua e al 17′ è ancora Greig Laidlaw a centrare i pali su piazzato (10-3). Al 19′ il Galles si avvicina alla linea di meta ma dopo un fallo i rossi ottengono un calcio che Halfpenny non sbaglia (10-6). Il Galles si riporta sotto al 31′ su piazzato (10-9) dopo un fallo, discutibile, commesso da Finn Russell che tra l’altro guadagna un giallo. I dragoni rossi approfittano di un calo degli scozzesi e trovano la meta al 34′ con Rhys Webb (10-14), trasformata da Halfpenny (10-16). Dopo qualche minuto è Jonathan Davies a ricevere un giallo per gioco pericoloso. Il primo tempo si chiude con la Scozia in attacco vicina alla linea di meta gallese.
Nella ripresa la Scozia accorcia al 44′ grazie al piede di Greig Laidlaw (13-16). Al 49′ è ancora Halfpenny a trovare i pali su piazzato (13-19) ma la replica degli Highlanders non si fa attendere e al 54′ è ancora Greig Laidlaw a centrare i pali (16-19). Al 60′ una meta dei dragoni rossi non viene data e al 61′ Halfpenny sbaglia un piazzato. Al 64′ è Matt Scott a sbagliare un placcaggio e Jonathan Davies va dritto verso i pali (16-24). Halfpenny questa volta non sbaglia la trasformazione (16-26). Al 67′ la Scozia reagisce ma trova il muro scozzese. Dopo varie fasi di gioco l’arbitro assegna un calcio ai blu. Gli scozzesi però non cercano i pali e con tanto coraggio giocano la palla a cinque metri dalla linea di meta gallese. La pressione è tanta, lo stadio supporta i padroni di casa ma gli scozzesi non riescono a bucare la difesa dei dragoni. La Scozia ottiene un secondo fallo ma preferisce continuare a giocare. I gallesi sono schierati bene e non concedono nulla agli avversari.  Sul campo è battaglia, la Scozia non molla e gioca fino alla fine trovando una meta allo scadere con Jon Welsh (21-26). Greig Laidlaw trasforma (23-26) ma è il 79′ e l’arbitro fischia con qualche secondo di anticipo.
I momenti più belli del primo tempo

La formazione scozzese
Stuart Hogg (Glasgow Warriors); Sean Lamont (Glasgow Warriors), Mark Bennett (Glasgow Warriors), Alex Dunbar (Glasgow Warriors), Tim Visser (Edinburgh Rugby); Finn Russell (Glasgow Warriors), Greig Laidlaw (Gloucester, CAPT); Alasdair Dickinson (Edinburgh Rugby), Ross Ford (Edinburgh Rugby), Geoff Cross (London Irish), Richie Gray (Castres), Jonny Gray (Glasgow Warriors), Rob Harley (Glasgow Warriors), Blair Cowan (London Irish) Johnnie Beattie (Castres).
A disposizione: Fraser Brown (Glasgow Warriors), Gordon Reid (Glasgow Warriors), Jon Welsh (Glasgow Warriors), Jim Hamilton (Saracens), Alasdair Strokosch (USA Perpignan), Sam Hidalgo-Clyne (Edinburgh Rugby), Greig Tonks (Edinburgh Rugby), Matt Scott (Edinburgh Rugby).
La formazione gallese
L Halfpenny (Toulon); A Cuthbert (Cardiff Blues), J Davies (ASM Clermont Auvergne), J Roberts (Racing Metro), L Williams (Scarlets); D Biggar (Ospreys), R Webb (Ospreys); G Jenkins (Cardiff Blues), R Hibbard (Gloucester), A Jarvis (Ospreys); J Ball (Scarlets), A-W Jones (Ospreys); D Lydiate (Ospreys), S Warburton (Cardiff Blues, captain), T Faletau (Newport Gwent Dragons).
A disposizione: S Baldwin (Ospreys), P James (Bath Rugby), S Andrews (Cardiff Blues), L Charteris (Racing Metro), J Tipuric (Ospreys), M Phillips (Racing Metro), R Priestland (Scarlets), S Williams (Scarlets).
[alert style=”success”] Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni e resta aggiornato sulla Classifica del Torneo.[/alert]

Le due squadre si affronteranno all’Aviva Stadium di Dublino sabato 14 febbraio alle ore 17.

Entrambe vincitrici nella prima giornata del Torneo Sei Nazioni 2015, Irlanda e Francia si incontreranno a Dublino. Il ct transalpino Philippe Saint-André ha annunciato la formazione titolare confermando Lopez e Kockott mentre Eddy Ben Arous rimpiazzerà l’infortunato Alexandre Menini. L’Irlanda rispetto alla formazione che ha battuto gli azzurri all’Olimpico presenta tre novità: Jonathan Sexton, Jamie Heaslip e Sean O’Brian.
La formazione francese
15 Scott Spedding, 14 Yoann Huget, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Wesley Fofana, 11 Teddy Thomas, 10 Camille Lopez, 9 Rory Kockott, 8 Damien Chouly, 7 Bernard Le Roux, 6 Thierry Dusautoir (capitano), 5 Yoann Maestri, 4 Pascal Papé, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado, 1 Eddy Ben Arous.
A disposizione: 16 Benjamin Kayser, 17 Uini Atonio, 18 Vincent Debaty, 19 Romain Taofifenua, 20 Loann Goujon, 21 Morgan Parra, 22 Rémi Talès, 23 Rémi Lamerat.
La formazione irlandese
15 Rob Kearney, 14 Tommy Bowe, 13 Jared Payne, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Jonatahn Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O’Brian, 6 Peter O’Mahony, 5 Paul O’Connell, 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Jack McGrath.
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Cian Healy, 18 Martin Moore, 19 Iain Handerson, 20 Jordi Murphy, 21 Isaac Boss, 22 Ian Madigan, 23 Felix Jones.
[alert style=”success”] Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni e resta aggiornato sulla Classifica del Torneo.[/alert]

Lo spot in stile Game of Thrones mostra lo scudetto tricolore composto dai colori bianco-verde-rosso.
La televisione britannica inverte i colori della bandiera italiana e quello che ne esce fuori è la bandiera bulgara.
La gaffe rimbalza sui social.
 

Gaffe della Bbc

La BBC (sigla di British Broadcasting Corporation, fondata il 18 ottobre 1922 come British Broadcasting Company Ltd.) è la società concessionaria in esclusiva del servizio pubblico radiotelevisivo nel Regno Unito ed è il più grande e autorevole editore radiotelevisivo del Regno Unito con sede a Londra. Offre un servizio regolare di trasmissioni e produce anche propri programmi e servizi di informazione. Il motto dell’azienda è “Nation Shall Speak Peace Unto Nation” (“La nazione parlerà di pace verso la nazione”)
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni e resta aggiornato sulla Classifica del Torneo.
 

Altre risorse interessanti

Ian Keatley in campo come mediano d’apertura e il ritorno del flanker Sean O’Brien (dopo 5 mesi d’assenza per problemi a una spalla) sono le novità più interessanti della formazione azzurra che all’Olimpico di Roma ospiterà gli irlandesi.
Di seguito il XV azzurro che affronterà l’Irlanda a Roma: 15 Andrea Masi; 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Luke McLean; 10 Kelly Haimona, 9 Edoardo Gori; 8 Sergio Parisse, 7 Francesco Minto, 6 Alessandro Zanni; 5 George Fabio Biagi, 4 Joshua Furno; 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Matias Aguero.
A disposizione: 16 Andrea Manici, 17 Alberto De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 Marco Fuser, 20 Marco Barbini, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Tommaso Allan, 23 Giovambattista Venditti.

 

Altre info

Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni e resta aggiornato sulla Classifica del Torneo.
 

Altre risorse interessanti

Il mediano di mischia scenderà in campo per la sfida contro gli azzurri all’Olimpico.
Joe Schmidt ritrova Murray e sceglie i 38 irlandesi per la trasferta a Roma contro l’Italia.
Sono Jack Conan, Michael Bent, Noel Reid, Rob Herring e gli infortunati Fergus McFadden e Craig Gilroy i giocatori esclusi dal coach neozelandese in vista dei primi due impegni dell’Irlanda nell’RBS 6 Nazioni 2015.
 

Il XV

Avanti: Rory Best, Sean Cronin, James Cronin, Robbie Diack, Dave Foley, Cian Healy, Jamie Heaslip, Iain Henderson, Mike McCarthy, Jack McGrath, Martin Moore, Jordi Murphy, Sean O’Brien, Paul O’Connell, Tommy O’Donnell, Peter O’Mahony, Mike Ross, Rhys Ruddock, Dominic Ryan, Richardt Strauss, Devin Toner, Nathan White. Trequarti: Isaac Boss, Tommy Bowe, Darren Cave, Gordon D’Arcy, Keith Earls, Luke Fitzgerald, Robbie Henshaw, Felix Jones, David Kearney, Rob Kearney, Ian Keatley, Ian Madigan, Kieran Marmion, Conor Murray, Jared Payne, Eoin Reddan, Jonathan Sexton, Simon Zebo.
 
Consulta il calendario Sei Nazioni 2015 per seguire la tua squadra del cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone.
 

Altre risorse interessanti

Sono 46 i giocatori convocati dal ct Joe Schmidt in vista del Sei Nazioni.
Tra i veterani, faranno il loro debutto Jack Conan e Nathan White e nell’elenco si può osservare il rientro di Cian Healy e Sean O’Brien.
Ecco i protagonisti.
 

La lista dei 46 convocati irlandesi:

Avanti
Michael Bent (Leinster), Rory Best (Banbridge/Ulster), Jack Conan (Old Belvedere/Leinster), Sean Cronin (St. Mary’s College/Leinster), James Cronin (Dolphin/Munster), Robbie Diack (Malone/Ulster), Dave Foley (UL Bohemians/Munster), Cian Healy (Clontarf/Leinster), Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster), Iain Henderson (Ballynahinch/Ulster), Rob Herring (Ballynahinch/Ulster), Mike McCarthy (Leinster), Jack McGrath (St. Mary’s College/Leinster), Martin Moore (Lansdowne/Leinster), Jordi Murphy (Lansdowne/Leinster), Sean O’Brien (UCD/Leinster), Paul O’Connell (Young Munster/Munster), Tommy O’Donnell (UL Bohemians/Munster), Peter O’Mahony (Cork Constitution/Munster), Mike Ross (Clontarf/Leinster), Rhys Ruddock (St Mary’s College/Leinster), Dominic Ryan (Lansdowne/Leinster), Richardt Strauss (Old Wesley/Leinster), Devin Toner (Lansdowne/Leinster), Nathan White (Galwegians/Connacht).
Trequarti
Isaac Boss (Terenure/Leinster), Tommy Bowe (Belfast Harlequins/Ulster), Darren Cave (Belfast Harlequins/Ulster), Gordon D’Arcy (Lansdowne/Leinster), Keith Earls (Young Munster/Munster), Luke Fitzgerald (Blackrock College/Leinster), Craig Gilroy (Dungannon/Ulster), Robbie Henshaw (Buccaneers/Connacht), Felix Jones (Shannon/Munster), David Kearney (Lansdowne/Leinster), Rob Kearney (UCD/Leinster), Ian Keatley (Young Munster/Munster), Ian Madigan (Blackrock College/Leinster), Kieran Marmion (Corinthians/Connacht), Fergus McFadden (Old Belvedere/Leinster), Conor Murray (Garryowen/Munster), Jared Payne (Ulster), Eoin Reddan (Lansdowne/Leinster), Noel Reid (Clontarf/Leinster), Jonathan Sexton (Racing Metro 92), Simon Zebo (Cork Con/Munster).
Scopri il calendario Sei Nazioni 2015. Se stai cercando i Biglietti Sei Nazioni acquistali tramite il nostro sito su Ticketone.
 

Altre risorse interessanti

Ecco lo spot ufficiale dell’Rbs 6 Nazioni 2015. Tre incontri in casa, il calendario 6 nazioni offre agli amanti del rugby un’avventura straordinaria al fianco dei propri beniamini.
L’impegno per la FIR ed il rugby italiano è a 360°: si parte subito con l’RBS 6 Nazioni (risultati 2015), giunto alla sua sedicesima edizione, con gli Azzurri del CT Jacques Brunel che debutteranno il 7 febbraio allo Stadio Olimpico di Roma contro l’Irlanda campione in carica.
La sfida azzurra prosegue con, lo spot ufficiale dell’Rbs 6 Nazioni 2015, la doppia trasferta d’Oltremanica contro Inghilterra e Scozia (14 e 28 febbraio) prima di chiudere a marzo con due incontri all’Olimpico nel giro di sei giorni: domenica 15 marzo, contro la Francia, in palio il Trofeo Garibaldi prima della giornata conclusiva di sabato 21 marzo contro il Galles.
 

Spot ufficiale dell’Rbs 6 Nazioni 2015

Biglietti Sei Nazioni. Segui la squadra azzurra, acquista i biglietti per assistere alle gare del Sei Nazioni allo Stadio Olimpico di Roma.
 

Altre risorse interessanti

L’allenatore della nazionale di rugby irlandese Joe Schmidt ha reso nota la lista dei 44 convocati al prossimo Sei Nazioni.
Dalla formazione dell’Ulster arriva Craig Gilroy e Simon Zebo da quella del Munster. Per il ruolo di ala, Schmidt potrà disporre di Fitzgerald, Dave Kearney, Fergus McFadden e Andrew Trimble.
Ecco chi sono i 44 convocati.

 

I 44

Rodney Ah You (Connacht), Stephen Archer (Munster), Rory Best (Ulster), Robin Copeland (Cardiff Blues), Sean Cronin (Leinster), Robbie Diack (Ulster), Cian Healy (Leinster), Jamie Heaslip (Leinster), Iain Henderson (Ulster), Chris Henry (Ulster), Rob Herring (Ulster), David Kilcoyne (Munster), Mike McCarthy (Leinster), Jack McGrath (Leinster), Martin Moore (Leinster), Jordi Murphy (Leinster), Paul O’Connell (Munster), Tommy O’Donnell (Munster), Peter O’Mahony (Munster), Mike Ross (Leinster), Rhys Ruddock (Leinster), Devin Toner (Leinster), Dan Tuohy (Ulster), Damian Varley (Munster).
Isaac Boss (Leinster), Darren Cave (Ulster), Gordon D’Arcy (Leinster), Keith Earls (Munster), Luke Fitzgerald (Leinster), Robbie Henshaw (Connacht), Paddy Jackson (Ulster), Felix Jones (Munster), David Kearney (Leinster), Rob Kearney (Leinster), Ian Keatley (Munster), Ian Madigan (Leinster), Kieran Marmion (Connacht), Luke Marshall (Ulster), Fergus McFadden (Leinster), Conor Murray (Munster), Brian O’Driscoll (Leinster), Eoin Reddan (Leinster), Jonathan Sexton (Racing Metro 92), Andrew Trimble (Ulster), Craig Gilroy (Ulster), Simon Zebo (Munster).
Consulta il calendario Sei Nazioni e segui la squadra del tuo cuore. I Biglietti Sei Nazioni per assistere ai match della palla ovale sono acquistabili tramite il nostro sito su Ticketone. Per altre informazioni visita lo speciale Sei Nazioni.
 

Altre risorse interessanti