*{margin: 0;}body{padding-top: 0px;padding-right: 0px;padding-bottom: 0px;padding-left: 0px;}a:where(:not(.wp-element-button)){text-decoration: underline;}.wp-element-button, .wp-block-button__link{background-color: #32373c;border-width: 0;color: #fff;font-family: inherit;font-size: inherit;line-height: inherit;padding: calc(0.667em + 2px) calc(1.333em + 2px);text-decoration: none;}.has-black-color{color: var(--wp--preset--color--black) !important;}.has-cyan-bluish-gray-color{color: var(--wp--preset--color--cyan-bluish-gray) !important;}.has-white-color{color: var(--wp--preset--color--white) !important;}.has-pale-pink-color{color: var(--wp--preset--color--pale-pink) !important;}.has-vivid-red-color{color: var(--wp--preset--color--vivid-red) !important;}.has-luminous-vivid-orange-color{color: var(--wp--preset--color--luminous-vivid-orange) !important;}.has-luminous-vivid-amber-color{color: var(--wp--preset--color--luminous-vivid-amber) !important;}.has-light-green-cyan-color{color: var(--wp--preset--color--light-green-cyan) !important;}.has-vivid-green-cyan-color{color: var(--wp--preset--color--vivid-green-cyan) !important;}.has-pale-cyan-blue-color{color: var(--wp--preset--color--pale-cyan-blue) !important;}.has-vivid-cyan-blue-color{color: var(--wp--preset--color--vivid-cyan-blue) !important;}.has-vivid-purple-color{color: var(--wp--preset--color--vivid-purple) !important;}.has-metallic-red-color{color: var(--wp--preset--color--metallic-red) !important;}.has-maximum-yellow-red-color{color: var(--wp--preset--color--maximum-yellow-red) !important;}.has-yellow-sun-color{color: var(--wp--preset--color--yellow-sun) !important;}.has-palm-leaf-color{color: var(--wp--preset--color--palm-leaf) !important;}.has-aero-color{color: var(--wp--preset--color--aero) !important;}.has-old-lavender-color{color: var(--wp--preset--color--old-lavender) !important;}.has-steel-teal-color{color: var(--wp--preset--color--steel-teal) !important;}.has-raspberry-pink-color{color: var(--wp--preset--color--raspberry-pink) !important;}.has-medium-turquoise-color{color: var(--wp--preset--color--medium-turquoise) !important;}.has-black-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--black) !important;}.has-cyan-bluish-gray-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--cyan-bluish-gray) !important;}.has-white-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--white) !important;}.has-pale-pink-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--pale-pink) !important;}.has-vivid-red-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--vivid-red) !important;}.has-luminous-vivid-orange-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--luminous-vivid-orange) !important;}.has-luminous-vivid-amber-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--luminous-vivid-amber) !important;}.has-light-green-cyan-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--light-green-cyan) !important;}.has-vivid-green-cyan-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--vivid-green-cyan) !important;}.has-pale-cyan-blue-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--pale-cyan-blue) !important;}.has-vivid-cyan-blue-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--vivid-cyan-blue) !important;}.has-vivid-purple-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--vivid-purple) !important;}.has-metallic-red-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--metallic-red) !important;}.has-maximum-yellow-red-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--maximum-yellow-red) !important;}.has-yellow-sun-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--yellow-sun) !important;}.has-palm-leaf-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--palm-leaf) !important;}.has-aero-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--aero) !important;}.has-old-lavender-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--old-lavender) !important;}.has-steel-teal-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--steel-teal) !important;}.has-raspberry-pink-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--raspberry-pink) !important;}.has-medium-turquoise-background-color{background-color: var(--wp--preset--color--medium-turquoise) !important;}.has-black-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--black) !important;}.has-cyan-bluish-gray-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--cyan-bluish-gray) !important;}.has-white-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--white) !important;}.has-pale-pink-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--pale-pink) !important;}.has-vivid-red-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--vivid-red) !important;}.has-luminous-vivid-orange-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--luminous-vivid-orange) !important;}.has-luminous-vivid-amber-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--luminous-vivid-amber) !important;}.has-light-green-cyan-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--light-green-cyan) !important;}.has-vivid-green-cyan-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--vivid-green-cyan) !important;}.has-pale-cyan-blue-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--pale-cyan-blue) !important;}.has-vivid-cyan-blue-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--vivid-cyan-blue) !important;}.has-vivid-purple-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--vivid-purple) !important;}.has-metallic-red-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--metallic-red) !important;}.has-maximum-yellow-red-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--maximum-yellow-red) !important;}.has-yellow-sun-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--yellow-sun) !important;}.has-palm-leaf-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--palm-leaf) !important;}.has-aero-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--aero) !important;}.has-old-lavender-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--old-lavender) !important;}.has-steel-teal-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--steel-teal) !important;}.has-raspberry-pink-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--raspberry-pink) !important;}.has-medium-turquoise-border-color{border-color: var(--wp--preset--color--medium-turquoise) !important;}.has-vivid-cyan-blue-to-vivid-purple-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--vivid-cyan-blue-to-vivid-purple) !important;}.has-light-green-cyan-to-vivid-green-cyan-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--light-green-cyan-to-vivid-green-cyan) !important;}.has-luminous-vivid-amber-to-luminous-vivid-orange-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--luminous-vivid-amber-to-luminous-vivid-orange) !important;}.has-luminous-vivid-orange-to-vivid-red-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--luminous-vivid-orange-to-vivid-red) !important;}.has-very-light-gray-to-cyan-bluish-gray-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--very-light-gray-to-cyan-bluish-gray) !important;}.has-cool-to-warm-spectrum-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--cool-to-warm-spectrum) !important;}.has-blush-light-purple-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--blush-light-purple) !important;}.has-blush-bordeaux-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--blush-bordeaux) !important;}.has-luminous-dusk-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--luminous-dusk) !important;}.has-pale-ocean-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--pale-ocean) !important;}.has-electric-grass-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--electric-grass) !important;}.has-midnight-gradient-background{background: var(--wp--preset--gradient--midnight) !important;}.has-small-font-size{font-size: var(--wp--preset--font-size--small) !important;}.has-medium-font-size{font-size: var(--wp--preset--font-size--medium) !important;}.has-large-font-size{font-size: var(--wp--preset--font-size--large) !important;}.has-x-large-font-size{font-size: var(--wp--preset--font-size--x-large) !important;} .wp-block-navigation a:where(:not(.wp-element-button)){color: inherit;} :where(.wp-block-columns.is-layout-flex){gap: 2em;} .wp-block-pullquote{font-size: 1.5em;line-height: 1.6;}

Articoli

Un siparietto tipico irlandese: dopo la segnalazione di due adolescenti che lanciavano palle di neve nelle case dei vicini, di fatto li stavano molestando, arriva la polizia. Tutto sembra risolversi automaticamente, penserete. E invece, la presenza degli agenti eccita i due ragazzi che continuano la guerra a palle di neve con loro.
Dunque, la polizia di Dublino, o meglio uno degli agenti, si è ritrovato a rispondere al fuoco nemico. Botta e risposta, uno scambio veloce e tutto viene ripreso da Stephanie Spitere, che abita nelle vicinanze.
Tra l’incredulità della donna, che ha pubblicato il video sul suo profilo Facebook, si aggiunge la nostra incredulità. Quest è l’Irlanda.

Nel filmato, i due ragazzi si trovano in un giardino mentre gli agenti si affacciano in uno dei balconi dell’edificio dal quale sono partite le lamentele. Un richiamo sarebbe potuto bastare, ma la presenza dei poliziotti alimenta i due a lanciare palle di neve.
Da rilevare i commenti degli utenti che elogiano la polizia.  Qualcuno osa dire: “Sono delle leggende assolute”. 
La polizia irlandese è stata interpellata dal Daily Mirror sulla vicenda, ma An Garda Síochána non “ha voluto commentare il materiale pubblicato online da terzi”.
 

Altre risorse interessanti

C’è un bar a Dublino dove è possibile portarsi da bere e prepararsi dei cocktail. Nelle serate in discoteca è capitato spesso di vedere gente ordinare bevande analcoliche, meno costose, per poi essere “condite” con vari superalcolici portati da casa.
Il Drop Dead Twice ha voluto legalizzare questa sorta di “istituzione”, facendo nascere un locale unico nel suo genere. Il cliente si porta l’alcol da casa e si fa il proprio cocktail.
E cosa ci guadagnano i proprietari? L’uso del bar, quantificato in slot temporanei. I costi sono di 25 euro per due ore e di 30 euro per usufruire del servizio per 180 minuti. Ogni tavolo è seguito da un cameriere/barman che suggerisce gli abbinamenti migliori.
 

Fatti il cocktail da solo

Ma come potrete immaginare, le ricette abbondano e come frecce scoccano di bacheca in bacheca su internet. Si producono “gin e whisky”, si mischia frutta e birra scura e ci si lascia andare a qualcosa di diverso. Provare per credere.

PRIDE MENU _ As a BYO Cocktail Bar it’s safe to say we don’t ‘do’ menus. Which is why we are SUPER excited to announce our VERY FIRST one we created just for PRIDE: Taste The Rainbow _ Over the next few days we will be revealing some of the drinks from said menu…if you look very closely you may see a theme start to present itself _ INTRODUCING _ THE RED ONE ⛑ _ Raspberry purée, citrus, basil, balsamic and sugar with a soda top OR upgrade to a prosecco top _ All cocktails are €8 with deals available on the day…watch this space for more deets . . . #pride #pride #pride2017 #pridemonth #prideparade #dublinpride #pridedublin #lovedublin #lgbt #lgbt #lgbtq #lgbtpride #liberties #dublinliberties #dublinbar #dublincocktails #tastetherainbow #streetparty #dublin #rainbow #dropdeadtwice

Un post condiviso da DropDeadTwice (@dropdead_twice) in data:


 

Altre risorse interessanti

Si vedono poco ma si vogliono bene. L’inusuale amicizia tra Buster e gli asinelli che si trovano nella penisola di Dingle è davvero straordinaria. Sono le immagini a raccontare, più delle parole, come sia possibile mantenere a distanza di tanti anni questo rapporto amichevole.
Infatti, come racconta il padrone di Buster Traolach Ó Buachalla, il suo cagnolino va in vacanza in questo posto dal 2013 e ha una vera e propria inclinazione per un asino di nome Jack.
«Si sono legati subito, come se già si conoscessero», racconta Traolach. Così, ogni volta che il giovane torna a Dingle, le scene d’affetto si ripetono. «È molto dolce – confessa -. Non ho idea se questo sia normale per gli asini, ma il mio cane è raramente così interessato ad altri animali. Il rapporto che ha con Jack è unico e speciale».

Il video che documenta l’inusuale amicizia tra Buster e gli asini


 

Altre risorse interessanti

La Norvegia è il paese più felice sulla Terra, mentre gli americani sono tra i più tristi. Lo racconta il nuovo rapporto sui Paesi più Felici del Mondo con tanto di classifica.
E così ecco la Top 20 che vede l’Irlanda al 15° posto seguita dal Regno Unito al diciannovesimo, dopo il Lussemburgo e un gradino prima del Cile ventesimo.
Ai primi posti, seguono la Norvegia: Danimarca, Islanda, Svizzera e Finlandia. Poi al sesto ci sono i Paesi Bassi, al settimo il Canada che fa ombra alla Nuova Zelanda, Australia e nona e Svezia decima. All’undicesimo posto c’è Israele, poi Costa Rica e Austria.
 

La Top 20 dei paesi felici

Al quattordicesimo posto spuntano gli Usa, davanti agli irlandesi. La Germania è sedicesima, davanti al Belgio diciassettesima. Purtroppo, nella top 20 non c’è l’Italia che si piazza al quarantottesimo posto (48) e la Francia al 31°. Chiude al 155 posto la Repubblica Centrafricana.
 


 

Il rapporto ONU

Il rapporto sulla Felicità dei Paesi 2017 è stato rilasciato dalle Nazioni Unite (Onu). L’analisi ha misurato il livello di contentezza in base a sei indicatori. La felicità è più uno stato d’animo, ma se si guarda ad una nazione occorre necessariamente guardare gli indici: Prodotto interno lordo (PIL); aspettative di vita; libertà; generosità; sostegno sociale e assenza di corruzione. Temi cruciali per le politiche dei governi mondiali.
“La felicità è un tema che attira l’attenzione dell’opinione pubblica globale, sulla necessità di creare una politica sana per ciò che più conta per le persone – il loro benessere”, ha dichiarato Jeffrey Sachs, economista e saggista statunitense e direttore dell’Earth Institute alla Columbia University. “Come dimostrato dal rapporto, abbiamo ottenuto che la prova della felicità è il risultato di basi sociali solide, fiducia sociale e vita sana, senza pistole o muri”.

Lo slogan con il quale Donald Trump ha vinto le presidenziali americane è: “Make America Great Again”, scritto su ogni gadget che ha contribuito a raccogliere le preferenze che gli hanno permesso di diventare il 45° Presidente degli Stati Uniti.
In occasione della festa di San Patrizio, il famoso cappellino indossato nei comizi dal presidente repubblicano ha subito un breve restauro: ha cambiato colore, ora è verde, ha mantenuto la scritta con la quale Donald Trump ha trovato la sua fortuna, ma è stato aggiunto un elemento che non ha niente a che vedere con il St Patrick’s Day.
Nella parte posteriore del berretto è apparso un quadrifoglio al posto del trifoglio, simbolo d’Irlanda. La storia del Santo racconta che il vescovo usò il trifoglio per spiegare il concetto di Trinità: padre, figlio e spirito santo.
 

L’errore di stampa

Un errore che mette in imbarazzo lo staff presidenziale e che regala alla Rete una nuova arma di sberleffo. In tanti su Twitter hanno preso in giro il presidente. Insomma, essendo un gadget economicamente poco popolare – 50 dollari, lo staff che si occupa del merchandising avrebbe dovuto studiare un po’ di più.
 

Altre risorse interessanti

Giallo sui resti di uno dei cavalli più importanti di Napoleone custoditi in un museo a Londra. Il suo nome è Marengo, si sospetta essere quello immortalato nella foto di copertina, il cui scheletro è stato esposto al National Army Museum di Londra. Ora c’è un villaggio irlandese – di 1800 persone – a rivendicarne la paternità: “Abbiamo noi i resti”.
Marengo (circa 1793–1831) era il famoso cavallo da guerra di Napoleone Bonaparte. Prese il nome dalla battaglia di Marengo, attraverso la quale condusse incolume il proprio cavaliere.
La storia, o meglio la polemica, la spiega il Daily Telegraph. Secondo le autorità di Buttevant, un villaggio della contea di Cork, Marengo prima di calcare i campi di battaglia da Austerlitz fino a Waterloo era stato allevato in Irlanda e venduto nella locale fiera di Cahirmee.
 

Resti di Marengo, il cavallo di Napoleone

Una tesi in aperto contrasto con la versione ufficiale della storia che recita: “Marengo fu portato in Francia dall’Egitto nel 1799, quando aveva 6 anni. Il grigio arabo fu probabilmente allevato presso la scuderia El Naseri. Nonostante fosse di piccola taglia (solo 1,43 metri) si dimostrò un animale affidabile, costante e coraggioso”. Dopo un tira e molla, sembra che il museo sia disposto a valutare la rivendicazione degli irlandesi. Saranno in grado di convincerli?
 

Altre risorse interessanti

A raccontarlo non ci crederebbe nessuno. Per fortuna c’è una telecamera a riprendere l’incredibile avventura di Aengus Meldon, durante la volata finale di una gara di atletica. Ci troviamo ad Athlone, in Irlanda.
Il corridore guida la testa del gruppo quando una barra elastica – catapultata in pista da un altro atleta impegnato nel salto con l’asta – avvolge il ragazzo.
Meldon prova a liberarsi dell’ostacolo, ma non c’è niente da fare. La corda gli resta incollata alle caviglie e gli fa perdere velocità.
 

Incredibile incidente in pista

Quando taglia il traguardo è soltanto terzo. Sfuma così la vittoria del giovane nella semifinale degli 800 metri dei campionati universitari. Anche il commentatore, incredulo, dichiara: “È stato attaccato da Spiderman!”

 

Altre risorse interessanti

Imitato in Irlanda e nel mondo, Conor McGregor, lottatore di arti marziali miste irlandese, conosciuto con il nome di The Notorious, ha sorpreso due amici praticare street fighter per le strade di Dublino.

Un incontro che ha divertito molto i giovani appassionati, scandito da una reazione spontanea. Una sorpresa di Natale inaspettata, come spesso accade nella capitale irlandese.

Venerdì scorso a Dublino, due ragazzi stavano facendo i buffoni per strada cercando di impersonare Conor McGregor. Il siparietto è avvenuto nei pressi di Camden Street e mentre i due lodavano le gesta del loro beniamino The Notorious, ecco che un SUV scuro si affianca ad assistere allo scambio di colpi.

 

Conor McGregor sorprende i fan

A bordo del mezzo c’è il campione dei pesi leggeri UFC (Ultimate Fighting Championship), i due amici lo riconoscono: “È Conor McGregor!”. Partono i saluti pugno contro pugno e parole di incoraggiamento.

 

Altre risorse interessanti

Agli irlandesi piace Torino. E così perché non dimenticare Roma e Milano per una gustosa e meno affollata pausa italiana?

Lo racconta un articolo dell’Irish Independent, uno dei quotidiani nazionali, firmato da Isabel Conway, che di viaggi si occupa. Qualche mese fa, la giornalista ha trascorso un fine settimana nella capitale piemontese e ne è rimasta affascinata.

Frasi di apprezzamento per la Sindone, il Caffè al Bicerin, dove una tappa è obbligatoria, e il cibo nostrano.

 

Torino e gli irlandesi

Promossa la città e i torinesi, che Conway definisce a modo suo “good looks” e “gorgeous male”. E dopo un tuffo nella tradizione con il bicerin, nel locale dove è stato inventato, a pranzo la reporter consiglia il brasato al barolo alla Taberna libraria. Un ricco pasto permetterà di arrivare sazi fino all’Apericena, un cult di Torino. Si tratta dell’offerta di numerosi antipasti trasformati in cena.

 

Altre risorse interessanti

La Irish Redhead Convention anche quest’anno ha radunato migliaia di persone con i capelli rossi. Una singolare festa cresciuta negli anni tanto da diventare un evento ripreso da tutti i media nazionali irlandesi. Ad essere incoronato re, nell’edizione 2016 che si è tenuta a Crosshaven, è stato Andy O’Neill, mentre la regina è Emma Ni Chearuil.

Tra i punti salienti del festival: la parata lungo le strade della città, accompagnata da danze di musica tradizionale irlandese, e l’ambitissima presenza dei MOGO (Musica di Ginger Origin), i migliori musicisti con i capelli rossi.

Quando Emma ha ricevuto il premio ha detto: “È un grande onore. Questa convention annuale Redhead è una favolosa celebrazione delle persone con i capelli più rari al mondo”. Gli organizzatori del festival hanno voluto assegnare anche premi minori, come quello ricevuto da Debbie Murphy di Atlanta in Georgia che ha vinto come la miglior nonna, Jean Remley della California che ha vinto il premio dei capelli rossi più lunghi e Thomas Gronemeir da Francoforte che ha vinto il miglior ex-Redhead Award.
 


 
Il fondatore del Festival Joleen Cronin ha dichiarato: “Il nostro festival continua ad andare sempre più forte. Siamo lieti di accogliere centinaia di amici con i capelli rossi provenienti da tutto il mondo. Attraverso i social media, la comunità sta crescendo e l’evento sta diventando globale, tanto da attirare gente dall’Australia, Europa e Stati Uniti”.

I non-profit partner, Irish Cancer Society ha raccolto oltre €30 mila euro da destinare alla ricerca su melanoma e altri tipi di tumori della pelle.

Avere i capelli rossi è cosa rara, soltanto lo 0,6% della popolazione mondiale vanta questo primato. L’Irlanda ha la seconda più alta percentuale di persone con i capelli rossi, circa il 10%, ma si stima che il 40% sono portatori del gene. Negli Usa, meno del 2% della popolazione ha i capelli rossi.

 

Altre risorse interessanti

Irlandaonline © Copyright 2001-2023 | Tutti i diritti sono riservati