Articoli

Imitato in Irlanda e nel mondo, Conor McGregor, lottatore di arti marziali miste irlandese, conosciuto con il nome di The Notorious, ha sorpreso due amici praticare street fighter per le strade di Dublino.

Un incontro che ha divertito molto i giovani appassionati, scandito da una reazione spontanea. Una sorpresa di Natale inaspettata, come spesso accade nella capitale irlandese.

Venerdì scorso a Dublino, due ragazzi stavano facendo i buffoni per strada cercando di impersonare Conor McGregor. Il siparietto è avvenuto nei pressi di Camden Street e mentre i due lodavano le gesta del loro beniamino The Notorious, ecco che un SUV scuro si affianca ad assistere allo scambio di colpi.

 

Conor McGregor sorprende i fan

A bordo del mezzo c’è il campione dei pesi leggeri UFC (Ultimate Fighting Championship), i due amici lo riconoscono: “È Conor McGregor!”. Partono i saluti pugno contro pugno e parole di incoraggiamento.

 

Altre risorse interessanti

Agli irlandesi piace Torino. E così perché non dimenticare Roma e Milano per una gustosa e meno affollata pausa italiana?

Lo racconta un articolo dell’Irish Independent, uno dei quotidiani nazionali, firmato da Isabel Conway, che di viaggi si occupa. Qualche mese fa, la giornalista ha trascorso un fine settimana nella capitale piemontese e ne è rimasta affascinata.

Frasi di apprezzamento per la Sindone, il Caffè al Bicerin, dove una tappa è obbligatoria, e il cibo nostrano.

 

Torino e gli irlandesi

Promossa la città e i torinesi, che Conway definisce a modo suo “good looks” e “gorgeous male”. E dopo un tuffo nella tradizione con il bicerin, nel locale dove è stato inventato, a pranzo la reporter consiglia il brasato al barolo alla Taberna libraria. Un ricco pasto permetterà di arrivare sazi fino all’Apericena, un cult di Torino. Si tratta dell’offerta di numerosi antipasti trasformati in cena.

 

Altre risorse interessanti

Un turista irlandese ha pagato il suo debito con l’azienda dei trasporti di Bergamo (Atb), inviando un assegno di 8 euro per un parcheggio che si è protratto nella notte.

Una storia di onestà che ha suscitato molta curiosità in città, tanto che i giornali locali hanno ampiamente dato risalto alla notizia. Durante una visita nel comune lombardo, l’uomo aveva lasciato l’auto in un parcheggio a pagamento.

Quando è tornato a riprendere il mezzo ha trovato un tagliando con l’importo di 8 euro. Si trattava di una “differenza di pagamento” dovuta in seguito alla sosta dopo le 23. Non avendo dimestichezza con la lingua italiana, il turista non ha ben capito di cosa si trattasse. Poi, di lì a poco, sarebbe ripartito alla volta dell’Irlanda. Così, senza mai dimenticare il debito, l’onesto turista – probabilmente di Killarney – ha deciso di inviare un assegno all’Atb.

 

Altre risorse interessanti

Un atto di gentilezza molto raro.

Lo sa bene un ragazzo irlandese che lavora in un ristorante di Houston (Texas), che ha trovato sul tavolo una mancia di 750 dollari.

Così Ben Millar sarà corso a casa e avrà raccontato tutto a sua moglie Taryn Keith, che incinta e commossa da tanta generosità, non ha resistito nel pubblicare quello scontrino su Facebook. Leggendo tra le righe, tra le addizioni del cliente, c’è scritto: “Speriamo che puoi tornare in Irlanda per le vacanze”.

 

Il messaggio che non ti aspetti

“Certamente” risponde Millar, visto che la coppia progetta una visita nell’Isola di Smeraldo per presentare alla famiglia del ragazzo il loro futuro bambino. Insomma, è solo questione di tempo. Bisognerà attendere gennaio, mese nel quale è previsto il parto, e quel gesto gentile e anonimo si trasformerà in una vacanza.

 

Altre risorse interessanti

La Irish Redhead Convention anche quest’anno ha radunato migliaia di persone con i capelli rossi. Una singolare festa cresciuta negli anni tanto da diventare un evento ripreso da tutti i media nazionali irlandesi. Ad essere incoronato re, nell’edizione 2016 che si è tenuta a Crosshaven, è stato Andy O’Neill, mentre la regina è Emma Ni Chearuil.

Tra i punti salienti del festival: la parata lungo le strade della città, accompagnata da danze di musica tradizionale irlandese, e l’ambitissima presenza dei MOGO (Musica di Ginger Origin), i migliori musicisti con i capelli rossi.

Quando Emma ha ricevuto il premio ha detto: “È un grande onore. Questa convention annuale Redhead è una favolosa celebrazione delle persone con i capelli più rari al mondo”. Gli organizzatori del festival hanno voluto assegnare anche premi minori, come quello ricevuto da Debbie Murphy di Atlanta in Georgia che ha vinto come la miglior nonna, Jean Remley della California che ha vinto il premio dei capelli rossi più lunghi e Thomas Gronemeir da Francoforte che ha vinto il miglior ex-Redhead Award.
 


 
Il fondatore del Festival Joleen Cronin ha dichiarato: “Il nostro festival continua ad andare sempre più forte. Siamo lieti di accogliere centinaia di amici con i capelli rossi provenienti da tutto il mondo. Attraverso i social media, la comunità sta crescendo e l’evento sta diventando globale, tanto da attirare gente dall’Australia, Europa e Stati Uniti”.

I non-profit partner, Irish Cancer Society ha raccolto oltre €30 mila euro da destinare alla ricerca su melanoma e altri tipi di tumori della pelle.

Avere i capelli rossi è cosa rara, soltanto lo 0,6% della popolazione mondiale vanta questo primato. L’Irlanda ha la seconda più alta percentuale di persone con i capelli rossi, circa il 10%, ma si stima che il 40% sono portatori del gene. Negli Usa, meno del 2% della popolazione ha i capelli rossi.

 

Altre risorse interessanti

Ogni giorno, Sammy attraversa la strada e chiede il pesce a un ristorante di Wicklow.
Nulla di straordinario, almeno apparentemente, visto che Sammy è oramai un cliente abituale del ‘The lighthouse seafood’. E così, tre volte al giorno, la foca più famosa della Contea, spunta dall’acqua e attraversa la strada per chiedere da mangiare al ristorante.
Delle volte i camerieri fanno di tutto per mandare via l’animale, ma Sammy è imperterrita e quando ha fame non sente proprio ragioni. Quindi sono costretti a buttare il pesce in acqua.
 

A pochi metri dalla foca

In realtà, l’animale è abituato a ricevere del cibo dalla popolazione locale, a seguito di un allagamento della zona nel 2013. In quella circostanza, il personale del ristorante si prese cura di Sammy.

 

Lighthouse Seafood Restaurant

Il Lighthouse Seafood Restaurant si trova sulla South Quay nella città di Wicklow. È piuttosto affascinante e sembra essere un’estensione della pescheria Fishman di Alan Hegarty. Ha una posizione molto invidiabile, si affaccia sull’estuario del fiume Vartry dal quale è possibile ammirare tutte le piccole barche ancorate alla banchina.
La sala da pranzo è molto gradevole; ci sono eleganti pavimenti in legno, comode poltrone con seduta in pelle, corde marine, reti da pesca appese al soffitto e quadri marittimi sulle pareti completano una sensazione marittima perfettamente integrata.
Il menu è breve e molto apprezzato. Ci sono una mezza dozzina di antipasti e circa lo stesso di alimentazione, con quattro piatti speciali aggiunti. Il ristorante offre principalmente pesce, oltre ad ali di pollo e una bistecca. Ci sono inoltre altre pietanze come rana pescatrice, orata, merluzzo e nasello o eglefino.
 

Altre risorse interessanti

L’astronauta britannico, Tim Peake, nel giorno di San Patrizio, durante la sua missione nello spazio, ha fotografato l’Irlanda dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).
Peake ha omaggiato il giorno di San Patrizio, il 17 marzo, con una deliziosa fotografia dell’Irlanda, realizzata a 410 chilometri sopra la Terra.
Nel post si legge: “The Emerald Isle looking lush and green from space…Happy #StPatricksDay to all down there!”.
 


 

Chi è Tim Peake

Timothy (Tim) Nigel Peake (Chichester, 7 aprile 1972) è un ex militare e astronauta britannico dell’Agenzia Spaziale Europea. È il primo cittadino britannico ad essere stato selezionato come astronauta dall’ESA ed il sesto nato in Gran Bretagna che ha visitato la Stazione Spaziale Internazionale (il primo è stato l’astronauta della NASA Michael Foale nel 2003). Ha iniziato il corso intensivo di addestramento di base nel settembre 2009 e si è laureato il 22 novembre 2010.
 

Altre risorse interessanti

Chicago festeggia San Patrizio con qualche giorno di anticipo. La grande festa nella metropoli americana è stata caratterizzata dalla colorazione di verde del fiume che attraversa il centro urbano e la parata dove erano presenti diversi gruppi irlandesi, bande scolastiche locali e funzionari, tra cui il sindaco Rahm Emanuel, il governatore dell’Illinois, Bruce Rauner, e il procuratore generale dell’Illinois Lisa Madigan.

Migliaia di abitanti di Chicago, vestiti di verde, hanno preso parte alle celebrazioni in onore di San Patrizio. Tutto è iniziato con la tintura annuale del fiume, una tradizione che risale al 1962. Come fosse un evento sportivo, grandi equipaggi e imbarcazioni hanno provveduto a spargere la tinta colorata, regalando così uno spettacolo unico e meraviglioso. Ai bordi tanti residenti e turisti, muniti di telefonini e macchine fotografiche, hanno documentato quanto stesse accadendo.


Chicago
Chicago è la più grande città dell’Illinois, nonché la più grande metropoli dell’entroterra statunitense, e la terza per popolazione di tutti gli USA dopo New York e Los Angeles, con i suoi oltre 2 milione di abitanti. L’area metropolitana (detta Chicagoland) conta oltre 9 milioni e mezzo di abitnti distribuiti in un’ampia area pianeggiante situata lungo le rive del lago Michigan. Trasformatasi da cittadina in una importante metropoli, Chicago è stata definita come una delle 10 città più influenti al mondo. Oggi è una città multietnica, nonché un importante centro finanziario e industriale ed uno dei maggiori centri fieristico/espositivi mondiali.

Un appello su Facebook rompe l’incantesimo del peluche smarrito al ristorante del lussuosissimo Adare Manor a Limerick. Era di una bambina. Seppure per pochi giorni, in compagnia dello staff, il coniglio di pezza se l’è spassata.

Vita da nababbo, per pochi giorni, poi l’appello su Facebook ha fatto il suo corso e il peluche diventato famoso su internet è tornato a casa, fra le braccia della padrona. Tutto è iniziato con una foto pubblicata sul profilo ufficiale dell’hotel di lusso, dove si legge: “Ho perso il mio proprietario a colazione all’Adare Manor“. Diverse fotografie hanno coinvolto parte dello staff e come un racconto a puntate, la rete si è appassionata alla storia.

 

Chilling before breakfast
Posted by Adare Manor Hotel on Domenica 3 gennaio 2016

L’iniziativa è stata così apprezzata dai clienti, che la direzione della struttura ha deciso di pubblicare lo storytelling sulla permanenza del coniglietto nell’albergo. E così, come in una campagna pubblicitaria, dalla colazione alla cena, passando per la Spa, il pupazzo è stato fotografato in ogni angolo dell’edificio, prima di essere restituito a Kate, una bambina di tre anni.

 

Getting used to this, afternoon tea at Adare Manor
Posted by Adare Manor Hotel on Domenica 3 gennaio 2016

 

Off to stretch my legs with Claire after afternoon tea..
Posted by Adare Manor Hotel on Domenica 3 gennaio 2016

 

Good night from Adare Manor, tomorrow I go home, had lots of fun & everybody looked after me so well, going to miss this place
Posted by Adare Manor Hotel on Domenica 3 gennaio 2016

 

Just enough time for a massage from lovely Kate in the treatment rooms before I go home. It’s been a wonderful holiday but I can’t wait to see my owners again!
Posted by Adare Manor Hotel on Lunedì 4 gennaio 2016

 

Reunited at last … yippee! I got lots of lovely hugs from my pretty owner Kate and now we’re heading home for our next adventure. Thanks everyone for following my amazing trip at Adare Manor!
Posted by Adare Manor Hotel on Lunedì 4 gennaio 2016

 

Delighted to see bunny back where he belongs!
Posted by Adare Manor Hotel on Martedì 5 gennaio 2016

Lo chiamano Mike, come l’uomo che lo ha salvato, l’asino strappato alla morte che pare sorridere ai soccorritori. La foto, così allegra, sta facendo il giro del mondo
È scappato dalla fattoria in seguito a un temporale e lo hanno ritrovato nel fiume, l’asino soccorso a Killorglin che sembra ringraziare tutti con un sorriso. Nonostante gli sforzi, i proprietari non erano in grado di aiutarlo e, così, hanno lanciato l’allarme sulla pagina Facebook dell’associazione animalista Animal Heaven Animal Rescue (Ahar), gestita da Suzanne Gibbons, che si trova nelle vicinanze della cittadina irlandese.
Il primo ad arrivare sul posto è stato Mike Fleming, del club di canottaggio locale, che con la sua imbarcazione ha raggiunto l’animale e lo ha tirato fuori dall’acqua. Le sue condizioni sono buone e i proprietari si stanno prendendo cura di lui. Nel frattempo, l’immagine simpatica dell’asinello, sta facendo il giro del web.
 

Altre risorse interessanti