Articoli

Il Palazzo della Farnesina apre le porte al pubblico giovedì 13 giugno, alle ore 18.30, quando inaugurerà la Mostra d’arte contemporanea “40/40/40”, una collezione di opere d’arte provenienti dall’Irish State Collection, organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e del Commercio e dall’Ufficio dei Lavori Pubblici irlandesi.
Dopo Madrid e Varsavia la mostra approda a Roma in occasione della chiusura del Semestre di Presidenza irlandese dell’Unione Europea. Sarà presente S.E. Patrick Hennessy, Ambasciatore d’Irlanda, e di rappresentanze del Corpo Diplomatico straniero accreditato in Italia.
Twilight Lambdachrome print on acrylic 2007
Le opere sono state create da 40 artisti con meno di 40 anni di età, irlandesi o che hanno scelto di vivere in Irlanda e rispecchiano la produzione artistica contemporanea attraverso un’ampia gamma di tecniche espressive che vanno dalla fotografia
al disegno, alla scultura e alla pittura.
Come partecipare
Sarà possibile prenotare la visita sul sito del Ministero degli Affari Esteri fino alla mezzanotte del 12 giugno 2013.
Accesso all’edificio
Orario visite: sono previste nelle prenotazioni tra fasce orarie, 9.00-11.00 11.00-13.00 13.00-16.00
L’ingresso sarà consentito prioritariamente a chi si è registrato e, a seconda delle disponibilità, a chi è privo di registrazione.
Per visitare la mostra occorre registrarsi
 

Come raggiungere la Mostra

Ministero degli Affari Esteri
Piazzale della Farnesina 1
00135 Roma
Metropolitana: Linea A (rossa) fermata Ottaviano + autobus linea 32 direzione Tor di Quinto (fermata Ministero Affari Esteri) o autobus linea 271 direzione via di San Giuliano (fermata Ministero Affari Esteri)
Autobus: autobus linea 32 o linea 271
 

Altre risorse interessanti

I lombardi che fecero l’impresa, un libro di Elena Percivaldi.

I cavalieri, i fanti, le armi e i clangori. Sullo sfondo dell’Italia e dell’Europa del XII secolo. Una storia di battaglie. Sul campo, ma anche nei palazzi del potere.

Oggetto del contendere, il desiderio di libertà e autogoverno dei Comuni lombardi rispetto all’Impero, in mano ai sovrani di Germania. Presenti solo nominalmente finché a cingere la corona non è Federico di Hohenstaufen, il Barbarossa, uomo dalle idee chiare e con un concetto assoluto della dignità imperiale.

Ecco I lombardi che fecero l’impresa

Il libro ricostruisce fedelmente le vicende basandosi su documenti e cronache coeve, inquadrandole alla luce degli studi storiografici. Un racconto che in maniera vivace, con uno stile accattivante, coinvolge il lettore nell’atmosfera del tempo. Un punto di vista inedito. Protagonista infatti è proprio Federico, il «nemico», che vive in prima persona le battaglie, gli scontri, gli incontri con la realtà ignota delle città italiane, fino a rendersi conto dell’impossibilità di realizzare il suo sogno di grandezza. Pagine che si leggono d’un fiato e contribuiscono a ricostruire un tassello della nostra storia con cui ancora oggi – e le cronache politiche lo dimostrano – dobbiamo fare i conti.

 

Dati

Formato: Rilegato
Pagine: 232
Lingua: Italiano
Editore: Medievalia
Anno di pubblicazione 2009
Codice EAN: 9788851406479
Generi: Storia Medievale

Acquista il libro

I lombardi che fecero l’impresa, un libro di Elena Percivaldi: acquistalo direttamente online.

Acquista ora!

Dal 9 luglio 2010, la mostra “Nodi, Spirali Intrecci d’oro” che offre un’interpretazione in chiave contemporanea di antichi gioielli celtici: un evento che trova ideale collocazione nel Museo della città di Bobbio, nella storica sede del Monastero di San Colombano.

L’idea dell’esposizione nasce dalla collaborazione tra l’orafa Nadina Raiola ed il maestro cesellatore Gianni Bergonzoni che utilizzano repertori stilistici dell’arte celtica per trasmettere antiche e complesse tecniche orafe.
Proprio l’energia e il rigore geometrico dell’arte celtica, così come i temi e le linee apparentemente semplici, permettono di esaltare l’antica tecnica dello sbalzo e del cesello, creando rilievi e ornati con risultati sorprendenti.

La mostra ruota intorno ai motivi decorativi più caratteristici dell’arte celtica – nodi, spirali e intrecci – e vede protagonisti una serie di gioielli realizzati dall’orafa Nadina Raiola, dal maestro cesellatore Gianni Bergonzoni e dalle cesellatrici Nilde Cassinelli e Barbara Graviani. Nella rilettura di antichi patterns ogni artista ha espresso la propria personalità: creazioni che lasciano intuire i diversi percorsi di ricerca e le ricche sfaccettature di ogni singolo creativo.

 

Nodi, Spirali e Intrecci d’oro

Le ispirazioni dei gioielli spaziano dalle suggestioni dei manoscritti irlandesi ai colori intensi degli antichi smalti celtici: elementi decorativi sospesi nel tempo e carichi di valenze magiche e apotropaiche. Le figure celtiche catturano immediatamente l’immaginazione, lasciando intuire qualcosa di più profondo e misterioso del semplice gioco ottico, invitando l’osservatore a percorrerle come un labirinto.

L’esposizione intende portare nuova linfa all’antichissima arte dello sbalzo e cesello su lastra di metallo, rivitalizzando un’antica tecnica artistica, oggi trascurata, ma che affonda le sue radici nella storia. Non a caso lo sbalzo e il cesello furono utilizzati non solo dai celti ma anche da più antiche civiltà, che avevano riconosciuto in queste tecniche grandi potenzialità sia per rendere temi figurativi sia per disegni astratti e geometrici.
Una tradizione artistica che è fortemente legata a un territorio come quello di Bobbio, importante centro di diffusione della cultura irlandese e celtica in Italia.
Un segnale che le antiche tradizioni possono essere trasmesse e arricchite dalla visione e maestria tecnica di nuovi artisti e creativi.

La mostra prevederà anche uno spazio adibito all’esposizione di note storiche e parallelamente verranno effettuati dei laboratori didattici con esempi di lavorazioni in loco, durante i quali i visitatori potranno osservare ed apprendere le antiche tecniche esecutive dello sbalzo e del cesello.

Nodi, Spirali e Intrecci d’oro. Interpretazioni di gioielli celtici
Museo della città, Monastero di San Colombano, Bobbio (Pc)
Inaugurazione: 9 Luglio ore 18
Apertura: 9-18 Luglio 2010
Orari: 10-22

Informazioni

Gioielleria Raiola 0523.501055
Iat Bobbio 0523.962815
Laboratorio 346 2382902

 

Altre risorse interessanti